29.5.09

TIRAILDADO!TIRAQUELFOTTUTODADODELCAZZO!

Solito appuntamento con le cronache della nostra partita a D&D.
Stesso gruppo, stesso master, stesse cazzate.
C'è da dire i ragni giganti sono sempre uno spasso, specie se i ricognitori del gruppo hanno in testa una scimmia che batte i piatti. Fuori tempo, oltretutto.

Questa volta, tra le fila del gruppo si è avvertita una certa mancanza di attenzione allo svolgersi della partita. Tipo quando il nostro nano da giardino e l'elfo si sono messi a discutere per la prenotazione di un paio di biglietti aerei da fare on-line.
Da questo disegno di Emiliano si evince facilmente lo scazzo generale.

Dopo un mese e passa a giocare alla quarta edizione di D&D, ci siamo dovuti arrendere davanti all'evidenza: questo sistema fa schifo.
A conti fatti, la quarta edizione del GdR più diffuso e amato del mondo non è altro che un gigantesco sistema di combattimento in cui tutto è finalizzato solo a una cosa: colpire e tirare i danni. Non c'è abilità, potere, caratteristica che non sia finalizzata a questo scopo.
Certo, incantesimi, poteri, abilità e talenti hanno nomi e descrizioni diverse, ma alla fine sono solo e sempre attacchi (più o meno mascherati). Non c'è differenza tra gli incantesimi di un mago e gli attacchi speciali di un guerriero, o di un warlock, o di un ranger.
Le classi di sostegno sono del tutto inutili perché non c'è assolutamente bisogno di avere un chierico quando tutti i personaggi dispongono di impulsi guaritivi che si possono lanciare in qualsiasi momento della partita per recuperare punti ferita.
Tutti gli aspetti non prettamente legati al combattimento sono stati trascurati, quando non proprio eliminati dalle meccaniche di gioco (basti vedere i nuovi incantesimi a disposizione delle classi magiche per capirlo). In questo gioco, sono tutti guerrieri. Tutti.
Sembra di giocare a una versione carta e penna di WOW. Con la differenza che, per assurdo, WOW sembra avere maggiore profondità. D&D 4th edizione è un gioco per power player del cazzo che si divertono un mucchio a cercare la combinazione che gli garantisca il maggior danno possibile. Grazie ma, no grazie. 
Nonostante tutto, non siamo abbastanza nerd per D&D.

Quindi abbiamo deciso di mollare e cambiare gioco, ambientazione e sistema.
Dalla settimana prossima si gioca ai supereroi.
Ho sentito parlare di un sistema di regole molto leggere, piuttosto flessibile e (dicono), molto divertente. Ho scaricato il manuale e dalla settimana prossima saremo tutti in tutina di spandex.
Se non va bene manco questo, torniamo a giocare a Il Richiamo di Cthulhu e vaffanculo.