3.6.09

Colpisco il poliziotto con il parchimetro.


Abbandonato (spero in maniera definitiva) D&D, ieri sera abbiamo iniziato a giocare a Super! (Bash! nella versione iglese), gioco di ruolo sui supereroi, molto semplice nelle meccaniche ma piuttosto versatile e non stupido.
Inutile dire che se i discorsi da sfigati senza vita sociale abbondavano quando si parlava di fantasy (genere che non ci era precisamente cucito addosso), il nerdometro è impazzito adesso che abbiamo a che fare con i supertizi in calzamaglia. Penso che l'unico modo per fare ancora peggio sarebbe mettersi a giocare al GdR di Guerre Stellari.

Le premesse che ho messo in piedi per questa campagna sono piuttosto semplici:
universo supereroistico in cui i supertizi sono trattati alla stregua di wrestler professionisti. Non esistono criminali veri e propri ma solo "Face" (i buoni) o "Heel"(i cattivi) che lottano tra loro per guadagnare popolarità e, nei casi di grave crisi (un'invasione da parte di alieni cattivissimi, per esempio) si alleano. 
C'è una leaderboard come nel tennis o nel golf e uno star system in stile hollywoodiano, con paparazzi, riviste e programmi specializzati, merchandising e via di seguito. Il tutto è ovviamente controllato dalle major dei supereroi e dalle logiche dello spettacolo. Naturalmente ci sono gruppi legati all'establishment e gruppi "indie", che cercano di emergere in mezzo al pattume commerciale (diventando, a loro volta, parte del sistema). I personaggi creati dai giocatori partecipano a un talent show sui super eroi, con tanto di nomination, televoto e eliminazioni.

Qui sotto un elenco dei personaggi creati:

HEAVY METAL
Un ricco annoiato con la fissa di entrare nel mondo dei supertizi. Si è fatto costruire un'armatura ma, a giudicare dal suo esordio, non sa ancora bene come usarla.
E' pieno di armi da fuoco e il suo attacco speciale si chiama "Iron Maiden". In sostanza, schiaccia gli avversari tra le mani.


BODY BAG
E' tornato dalla guerra del Vietnam chiuso dentro un sacco di plastica nera (un body bag, appunto). Gli effetti dell'agent orange però hanno mutato la sua costituzione, riportandolo alla vita e rendendolo uno zombie piuttosto difficile da colpire.


EKIDNA
E' una pop-star famosa per la spettacolarità dei suoi concerti.  E' in grado di creare illusioni e pietrificare con lo sguardo. Per il momento si guarda intorno perplessa, chiedendosi come diavolo sia finita a giocare con noi visto che, in teoria, era venuta solo per cena.

CLOCHARD
Salta e può moltiplicarsi fino a cinque volte. Ha pure un supercalcio piuttosto doloroso ma è di costituzione deboluccia. Giacomo x 5 = incubo.


HUG
di Giulio Gualtieri (ma il disegno è di Giacomo)
Era uno scienziato completamente paralizzato. Gli esperimenti condotti su di lui gli hanno distrutto la mente ma lo hanno dotato di un corpo dalla forza immensa.
Per il momento ha usato la sua incredibile forza contro i compagni di squadra, alcuni poliziotti, un paio di inservienti di un centro commerciale e un certo numero di altri supereroi. Porta gli occhiali al collo come Bertinotti.

E adesso veniamo al pezzo forte...

SURF SAMURAI
E' un surfista di diciassette anni che si è innamorato della figlia di un sacerdote giapponese (?). Il sacerdote si irrita perché il ragazzo gli ha intortato la figliola e lo maledice: da quel momento in poi, il ragazzo divide il suo corpo con un Oni giapponese (?!) con la passione per la guerra e non può più avvicinarsi all'acqua, che adesso per lui è come la kryptonite (?!?!). Inutile dire che il surfista si strugge davanti all'oceano perduto. E' dotato di una katana di energia a cui sono legati gran parte dei suoi poteri. Se non ho capito male, quando è in abiti civili, la katana diventa una tavola da surf. Ha pure due genitori che non lo fanno andare agli allenamenti con la squadra e sembra essere esperto di computer. 
Logico, no?