20.7.09

[RECE] The Shield: stagione 7

Tranquilli, non ci sono spoiler.

Un mio amico dice che l'abilità di uno sceneggiatore si giudica da come chiude le sue storie, non da come le apre. Nel caso di Shawn Ryan, creatore di The Shield, il problema non si pone perché ha aperto benissimo, sette anni fa, e ha chiuso benissimo, oggi.
La settima stagione dello Scudo rimane fedele allo spirito e al tono generale di tutta la serie, rifiutando le facili spettacolarizzazioni e i colpi di scena di bassa lega, ma portando avanti, fino alle streme conseguenze, i meccanismi di causa e effetto.
E se a un certo punto si ha l'impressione che allontanandosi dalla strada (intesa come il distretto di Farmington) e dall'usuale contesto narrativo, gli sceneggiatori abbiano perso di vista quello che rendeva tanto speciale questa serie, arrivati alle battute conclusive risulta invece chiaro che tutto era necessario per arrivare a un anticlimax finale crudelmente logico e consequenziale, ma pure inaspettato.
Grande lavoro sui personaggi, grandi prove d'attore (sopratutto il mio amato Walton Goggins), grande lavoro di scrittura e regia. The Shield chiude senza aver perso mai un colpo: sette stagioni di gran classe, coerenti e coese. Poche serie hanno fatto altrettanto.


ATTENZIONE: a differenza di questo pezzo, nei commenti ci sono spoiler.