7.7.09

Varie cose che mi stanno tenendo lontano dal blog.




No. Scherzo. Tranne che per l'ultima foto, ovviamente.
A parte il fatto che mi sono sentito male e vabbè, quello è routine (come mi disse una volta qualcuno con fare annoiato), l'ultima settimana è stata davvero un delirio.

C'è un progetto con un editore nuovo (per me) che è ancora in una fase embrionale ma che promette molto bene.

C'è il fatto che un'idea che ho scritto per una serie televisiva è in finale al concorso internazionale TV Movie Pitch del Roma Fiction Fest. A questa fase sono arrivate otto proposte, tutte presentate da realtà come BBC, Mediaset e Rai. La mia è una specie di wildcard del gruppo e, per quanto le possibilità di vittoria siano minime, è comunque bello esserci. Domani c'è la presentazione davanti a una giuria composta da produttori di varie emittenti televisive mondiali e scoprirò come andrà a finire.

C'è un nuovo lavoro da consulente creativo nell'ambito dei videogiochi che mi sta costringendo a svegliarmi presto e andare in ufficio (Io. Ma ci pensate?). Il mio ruolo è quello di concept designer e devo ammettere che per ora è un'esperienza esaltante visto che mi sto trovando a lavorare in una struttura molto grande, intenzionata a spendere, che fa cose del tutto inedite in Italia e che ha riunito davvero tanti talenti intorno a lei e con cui è molto stimolante lavorare.

E poi c'è il mio lavoro vero, che comprende continuare a scrivere fumetti (lo avete preso l'ultimo numero della terza stagione di JD?) e finire il primo romanzo (che ho tirato davvero trooooppo per lunghe).

In tutto questo cerco di non trascurare amici e affetti e cerco pure di trovare il tempo di leggere e rilassarmi. Mi sento un giocoliere cinese.

Ma a Agosto vado in ferie. Cazzarola se ci vado.
Oh, sì.
Ci vado.
Eccome.