25.8.09

Che se non bastasse Cesare Renzi a dimostrarlo...


La Ubi Soft è in procinto di lanciare sul mercato il seguito di Assassin's Creed, un un videogioco che ha diviso critica e pubblico ma che comunque ha venduto come le rosette a mezzogiorno.
Assassin's Creed 2 si presenta molto bene ma la sua data d'uscita desta qualche perplessità visto che sarà molto a ridosso dalla commercializzazione di un altro successo annunciato: Call of Duty -Modern Warfare 2- e si teme che questo titolo possa attirare la maggioranza delle attenzioni.
Patrice Desilets della Ubi Soft però non sembra preoccupato e parlando del gioco, dice testualmente: «L’Italia è veramente fenomenale. Ho incontrato un po’ di persone, e l’Italia ha qualcosa di speciale. L’Italia è uno dei posti più visitati del mondo, e c’è un motivo. Poter visitare Firenze, la Toscana o Venezia è qualcosa che attrarrà la gente».
In sostanza, la marcia in più di Assassin's Creed 2 sembra essere l'ambientazione italiana.
E adesso che glielo racconta agli italici editori di fumetti?

14 commenti:

Planetary ha detto...

Ma non è che alla fine l'Italia puzza solo a noi italiani? :)
Che poi è questione di punti di vista, si raccontano i miti e casa propria non è mai mitica.

DAVIDE GIANFELICE ha detto...

mi piace la parlata alla soprano dei veneziani nel gameplay

:)

Fabio... ha detto...

Anche Lara Croft veniva a sparare tra le calle in motoscafo...

Luigi Serra ha detto...

Sono d'accordo con te. L'Italia è uno scenario ottimo per qualunque tipo di avventura. Perchè non creai tu un personaggio ambientato in Italia? O è un problema, come dicevi tu, degli editori nostrani?

RRobe ha detto...

Secondo te?

Luigi Serra ha detto...

:-) Ok, la mia ipotesi è confermata allora...

Luigi Serra ha detto...

E poi gli editori si lamentano della crisi quando non fanno quasi nulla per battere nuove strade.

Andrea ha detto...

Bellissima l'ambientazione italiana,ed in particolare veneziana(chiaramente sono di parte).Un gioco veramente interessante,anche se il primo era leggermente noioso e ripetitivo. Probabilmente questo fattore è stato anche il suo punto di forza,unito ad una grafica stupefacente.

a-storm-in-heaven ha detto...

per l'italia..è bella solo ci c'hai i soldi e ci vieni in vacanza..viverci nn è una gran cosa..

il gioco..graficamente è pura masturbazione per gli occhi.. ma il gamplay del primo capitolo era pessimo..alla lunga noiso e davvero troppo ripetitivo..spero abbiano cambiato qualcosa

Planetary ha detto...

Ecco io volevo acquistare il primo, allegato ad una rivista questo mese, ma non siete gli unici a dirmi che è palloso :)

3Deimos ha detto...

L'Italia è un bellissimo paese, peccato che gli italiani non se ne rendano conto e non lo sfruttino a dovere. Oltre al cinema, anche i produttori di videogames l'hanno capito e ne realizzano prodotti di tutto rispetto (questo non è ne il primo ne sarà l'ultimo gioco con ambientazione o protagonista italiano).

Andrea ha detto...

Planetary,sarà anche un gioco alla lunga noioso,ma se lo trovi a cifre modiche merita più che un'occhiata.

3Deimos ha detto...

Planetary, di palloso nel primo ci sono soltanto le missioni secondarie (che però servono per migliorare il personaggio) ma puoi comunque giocare solo la quest principale e godertelo appieno: rimane uno dei migliori action in circolazione...col secondo si spera abbiano corretto le piccole magagne del primo capitolo.

Evilex ha detto...

Da buon dinosauro mi diverto ancora con le varie port del vecchio Doom II sul pc, ma questo sembra davvero una ganzata.
L'idea del vendicatore-killer fiorentino che usa le invenzioni di Leonardo, da buon campanilista, non può che gasarmi!