12.9.09

double feature review: Drag Me to Hell & G.I. Joe

Adoro andare a vedere due film nella stessa serata, specie se sono due cazzatone senza troppe pretese.

E di pretese, la nuova fatica di Sam Raimi, ne ha davvero poche.
Drag Me to Hell è un filmetto piccolo, sostenuto da una sceneggiatura che per metà (quella che funziona) è copiata e per l'altra metà è brutta.
La miscela che Raimi utilizza nel film è presto detta: prendete spunto da L'occhio del male, uno dei romanzi meno conosciuti di Richard Bachman (lo pseudononimo di Stephen King) che, oltretutto, è già di suo un plagio di Tre millimetri al giorno di Richard Matheson, aggiungeteci una spolverata di The Ring, e girate il tutto facendo finta di essere ancora il regista geniale e che eravate una volta.
Il risultato è un film horror divertente, vuoto e innocuo. Una piacevole perdita di tempo, tanto per chi guarda, quanto per chi l'ha realizzato. E a poco servono i divertenti colpi bassi che Raimi cerca di assestare allo spettatore, le strizzate d'occhio ai suoi fan della prima ora (per la cronaca: la sua automobile che lo ha accompagnato quasi in tutti i suoi film c'è e ha pure un ruolo di primo piano) e i tanti boo moments di cui tutto il film è costellato. Drag me to Hell è un filmetto di plastica, finto come i brutti effetti in CGI di cui è pieno.

Strano a dirsi ma le cose vanno decisamente meglio con G.I. Joe, nonostante io sia andato a vedere il film con l'atteggiamento dello spettatore ostile.
E sia chiaro, avevo le mie buone ragioni:

- Sommers è stata una delle mie più grosse delusioni cinematografiche degli ultimi anni. Ho amato da morire il suo Deep Rising ma la sua produzione successiva è stata una delusione via, via sempre più cocente, fino a farmi vergognare di essere andato al cinema a vedere Van Helsing.

- Questo film ha avuto parecchie rogne produttive. Che non sono mai un buon segno.

- Gli effetti speciali in CGI che si potevano "ammirare" nel trailer mi avevano fatto davvero cagare.

- Non sono mai stato un fan dei cartoni animati originali (in compenso mi piaceva un sacco il fumetto scritto da Larry Hama).

- E, naturalmente, per QUESTO.

Insomma, il film partiva con un bonus negativo mica da ridere.
E invece m'ha divertito.

Per carità, è una pellicola mediocre. La regia è priva di ispirazione, la fotografia sciatta, il montaggio confuso, la CGI fa effettivamente cagare, la trama è infantile, il design di mezzi e costumi è banale quando non brutto ma, nonostante tutto questo, il film è comunque meglio di Transformers 2. Sommers porta a casa un filmetto dal ritmo sostenuto che non annoia e che, stranamente, ha uno script che non ha offeso la mia intelligenza (ma forse è la mia intelligenza che è un tipo alla mano). Tutti i personaggi sono caratterizzati con l'accetta ma in maniera coerente e in più hanno un loro arco narrativo ben delineato (raccontato in maniera pedante ma chiara), la storia (nella sua stupidità) non ha enormi buchi e incoerenze e il film fila via in maniera da non farvi rimpiangere le due ore della vostra vita che gli avete regalato. Insomma, è poco ma è comunque molto di più di quello che mi aspettavo.


Ah, sì: Siena Miller è davvero figa.

15 commenti:

il Dono di Ture ha detto...

Dì la verità, ti hanno pagato alla fine! xD

RRobe ha detto...

"...è una pellicola mediocre. La regia è priva di ispirazione, la fotografia sciatta, il montaggio confuso, la CGI fa effettivamente cagare, la trama è infantile, il design di mezzi e costumi è banale quando non brutto..."

Evidentemente devono avermi pagato poco, giusto?

il Dono di Ture ha detto...

hahaahahahahah!

Skull ha detto...

Forse t'è piaciuto per contrasto con quello di Raimi ;)

Ivan Vitolo ha detto...

avevo pensato la stessa cosa di skull :)

milian ha detto...

"...il film è comunque meglio di Transformers 2"

E vabbè, 'sti cazzi :D

Dai, almeno postaci una foto col cappellino e la maglietta del film, che vediamo come ti stanno :P

Xtiana ha detto...

A G.I.Joe preferisco G-Force. Non c'è Sienna Miller, però le tope non mancano...
G - Force Trailer 1

QSJesus ha detto...

Sommers deve essere raccomandato, gira film dal potenziale enorme e li rovina. Sempre!

Ant ha detto...

Dopo aver visto Drag me to hell concordo con la tua recensione.
Mi aspettavo qualcosa di più vicino alla saga di Evil Dead.

3Deimos ha detto...

Drag me to Hell mi ha fatto ridere dall'inizio alla fine...se Raimi torna all'horror in questo modo, meglio che si ributti sulla linea di Spiderman 4 e World of Warcraft (anche se ho paura a vedere cosa ne verrà fuori ma considerati i soldi della Blizzard e il suo occhio vigile, potrebbe anche uscirne un capolavoro).

G.I.Joe da vedere assolutamente in lingua originale, alcune scene sono state (non si sa perchè ma sappiamo che in Italia capita spesso) tradotte in maniera molto dozzinale - non che ci sia un film da oscar ma si potevano evitare le solite battutacce da truzzo italiano. Per me quasi due ore di divertimento tutto azione...eh si, meglio di Transformers 2 ci vuole poco a farlo, almeno qui le tope non corrono e basta.

spino ha detto...

Sono sempre più convinto che l'apice di raimi sia Darkman :)

GuidO ha detto...

Tu sei matto! :P
J.I.Joe l'ho visto l'altra sera ed è veramente uno dei film più imbarazzanti che abbia visto negli ultimi anni... degli FX del genere non li vedevo dai tempi di xena... e con quel budjet mi sembra veramente assurdo.

... e non toccarmi Michele Baia!!! :DDD

3Deimos ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Adriano ha detto...

Appena visto Drag me to hell.
A me è piaciuto a battere, zompi sulla poltrona se ne fanno a iosa...
Lo trovo un film in pieno stile Raimi, non è l' armata delle tenebre, sia chiaro, ma me lo sono goduto.
Vieni micio micio micio....

Cineserialteam ha detto...

Ma no... "Drag me to hell" non l'ho trovato così male...