24.10.09

[RECE] Bruno


Carino.
Ma a Borat non gli lustra nemmeno le scarpe.
Il problema è che rispetto alla pellicola precedente di Sasha Baron Cohen, le parti in candid camera sono predominanti sulle parti fiction e non sempre servono il ritmo del film, che risulta quindi, piuttosto discontinuo. Per il resto, poco da dire: Cohen è un pazzo e un genio, pronto a sacrificare la sua stessa incolumità per una manciata di buone scene. E alcune scene di Bruno sono davvero, davvero, buone.
Per me il film merita e se la pensate diversamente, potete pure baciarmi mio buco di puzza.