6.10.09

[RECE] Inglourious Basterds


Un buon bicchiere di latte freddo.
E' questa la prima richiesta che il Colonnello Hans Landa, il cacciatore di ebrei, fa a uno spaventato contadino francese. La seconda richiesta sarà meno piacevole e porterà alla conclusione della magistrale sequenza di apertura (un lungo omaggio a Sergio Leone) di Inglourious Basterds, l'ultima fatica di Quentin Tarantino.

Prima dell'uscita di questo film si era detto di tutto: che era troppo lungo, che era un film di sole chiacchiere, che i Weinstein avevano richiesto un nuovo montaggio al regista dopo la deludente proiezione di Cannes, che sarebbe stato un disastro al botteghino, che Tarantino aveva perso il suo tocco.
Cazzate.
Il film è lungo? Sì, dura due ore e quaranta minuti ma quando è finito non te ne sei nemmeno accorto e implori per averne ancora.
E' un film è di sole chiacchiere? Assolutamente sì e meno male, visto che sono chiacchiere magnifiche. Non c'è una sola linea di dialogo da buttare in tutta quanta la pellicola.
I Weinstein hanno preteso un nuovo montaggio dopo le prime proiezioni che avevano lasciato fredda la platea di Cannes? Può essere che l'abbiano chiesto ma, da quello che so io, non lo hanno ottenuto. Il film è lo stesso che hanno visto quelli del festival, ergo, quelli di Cannes Non Ci Capiscono Un Cazzo Di Cinema.
Disastro al botteghino? Il film ha aperto straordinariamente bene sul mercato nazionale americano e si è già portato a casa più soldi di Kill Bill, che fino all'arrivo dei Bastardi Senza Gloria era il più grosso successo di Tarantino.
Tarantino ha perso il suo tocco?
HAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAH
HAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHHA
AHHAHAHAHHAHAHAHHAHAH
AHHAHAHAHHAHAHAHAHHAHA
HAHAHAHHAHAHHAHAHAHAHHAHA

No, seriamente, chiunque abbia detto una stronzata del genere non ha visto il film.
Inglourious Basterds è un film di Tarantino in tutto e per tutto, con tutti i suoi stilemi, il suo linguaggio cinematografico, le sue idiosincrasie e i suoi vezzi, la sua gestione del ritmo, i suoi dialoghi, i suoi personaggi e, naturalmente, tutto il suo sperticato amore per il Cinema (quello grande, non quello che viene cantato da Nocturno e dai vari amanti del riciclaggio della spazzatura).
Tutto quello che lo spettatore può aspettarsi vedendo trailer e poster del film, viene negato.
Tutto quello che c'è è originale, inaspettato, rischioso, provocatorio, raffinato, volgare, cialtronesco, elegante, repellente, affascinante. Come ho detto, Tarantino al 100%

Parlare seriamente di questo film richiede un'analisi articolata e faticosa e quindi non lo farò. Non adesso almeno. Vi basti sapere che per me, di film così belli e consapevoli come questo, non se ne vedevano da anni e anni... anzi, facciamola rapida, non se ne vedevano dai tempi di Kill Bill. Tarantino è uno dei pochi autori sulla piazza che, in questo momento, incarna l'essenza stessa di quello che dovrebbe essere sempre il cinema (insieme con lui, solo Michael Mann).

Prima di chiudere non posso proprio evitare di estendere il mio entusiasmo alle incredibili prove d'attore offerte da tutto il cast e alla magnifica colonna sonora (ma quando mai è capitato che l'OST di un film di Tarantino non fosse eccezionale?).

Nota 1:
non andate a vederlo doppiato.
Il film è recitato in quattro lingue con un miliardo di accenti e inflessioni diverse. La lingua e il linguaggio di questa pellicola sono importanti al pari della storia e della regia. Vederlo in lingua originale è un obbligo.

Nota 2:
Ma che culo ha avuto Castellari? Inglorious Basterds non ha nessun elemento in comune con Quel Maledetto Treno Blindato. A Tarantino piaceva il titolo in inglese del film di Castellari (Inglourious BastArds) e lo ha usato, storpiandolo un pochettino. Grazie a questa cosa adesso Castellari rilascia interviste come fosse un maestro quando, al massimo, è sempre stato un mediocre artigiano.

Nota 3:
pretendo che sul Blu-ray del film sia ospitata anche la versione integrale di Nation's Pride (che, tra l'altro, è stato diretto da Eli Roth). Cliccando QUI potete vedere il trailer.


Nota 4:
Goebbels, in questo film, è decisamente etero... ma questa la capiranno solo quelli che seguono questo blog con continuità

54 commenti:

Endriu ha detto...

Eh, cazzo! Vederlo in lingua originale è un pò un casino dalle mie parti...

Lowfi ha detto...

io so solo che ancora non l'ho visto, che mi toccherà vederlo prima in italiano per colpa della rossa e che mi piacerà così tanto che non riuscirò mai a scriverci un pezzo come si deve.

RRobe ha detto...

No, Lowfi: costringila.
Alla fine ti dirà grazie.
Doppiato è inaccettabile.

Faust VIII ha detto...

Sono curioso di vederlo...Dicono che il finale sia imprevedibile...

Bapho aka Davide Costa ha detto...

Ma sai che sarà che tutte le parti in tedesco sono lasciate in originale, per fortuna, ma il doppiaggio non l'ho trovato atroce come temevo?

Non l'ho ancora visto in originale, sia chiaro, ma m'aspettavo una roba tipo i niggaz di district 9, e li davvero è da piallare il direttore del doppiaggio.

RRobe ha detto...

Sì ma ti perdi l'inglese dei tedeschi e, soprattutto, la fantastica scena in italiano.

RRobe ha detto...

La scena iniziale, per esempio, che inizia in francese e poi continua in inglese (per ragioni narative), come l'hanno tradotta?

Luigi Siviero ha detto...

In originale non dicono quelle cose tipo minchia, scusassero e Posillipo bassa?

Lowfi ha detto...

ecco mi son visto ora la scena in italiano e so già che verserò calde lacrime...

problemi della rossa, io torno a vedermelo in inglese

Spugna ha detto...

visto la sera di uscita ahimè in italiano, il doppiaggio (quel poco che c'è) purtroppo pur essendo ben fatto cambia completamente la recitazione di certi personaggi...
io l'ho trovato splendido...

...ma sono l'unico stronzo che si è letto il super spoiler di stò cazzo di capolavoro su un fottuto iodonna o simile tipo quattro mesi fà?
in sala avrei voluto uccidere qualcuno...

Luigi Siviero ha detto...

Cazzo, per fortuna non sapevo niente del superspoiler.

neikos ha detto...

E' Inglourious però.

Sì, sono un puntiglioso rompicoglioni.

Spugna ha detto...

all'epoca credo di aver urlato bestemmie per una mezzora...

RRobe ha detto...

Per Neikos: grazie. Sistemato ovunque (mi pare).

DIFFORME ha detto...

mah, Tarantino è irrimediabilmente fermo agli anni 90, nessuna evoluzione, ergo non "serve" più, il film in sè è piccolissimo, storia loffia invero, riscattata qua e là da qualche guizzo nei daloghi, i besterds sono patetici, Pitt e Roth in primis, grandi Welz e le due donne, regia a tratti grezza e autocitazionista, se si toglie l'inizio e la sequenza nella taverna rimane davvero poco, grandi sbadigli ma è anche vero che l'intero progetto è lontano dalle mie corde

werther Dell'Edera ha detto...

Approvo concordo e sottoscrivo!
Cinema come poche altre cose!
Amore sperticato!
Bellobello!

werther Dell'Edera ha detto...

Ovviamente mi riferivo al post, non alle cazzate di Santucci.


Non volermene Giorgio :D

peter79 ha detto...

A Bologna l'hanno proiettato in lingua originale con i sottotitoli. Stupendo!!!

La versione italiana non l'ho vista.

Dario ha detto...

Concordo con il post, però RRobe vorrei sapere da te che ne pensi del modo in cui si conclude il film, ovvero con il doppiogioco di Aldo verso Landa. Cioè, Landa per tutto il film fa venire i brividi ed è uno dei migliori personaggi "negativi" di sempre... e si fa fare fesso a quel modo?

A parte questo il film è magnifico, con delle prove d'attore e dei dialoghi da antologia. Inoltre concordo sul vederlo in lingua originale: è completamente un altro mondo!

DIFFORME ha detto...

werther: ho ucciso per molto meno


riguardo a nocturno che intendi? sulla rivista Rea ne ha parlato bene e sul forum il topic è arrivato al record di 120 paginate...

DIFFORME ha detto...

ah, finale orrendo!

RRobe ha detto...

Per Difforme: non Nocturno nei confronti di questo film nello specifico ma Nocturno nei confronti del cinema di serie B in generale. Non tutta la vecchia merda merita un recupero. Certe volte è solo merda

RRobe ha detto...

Per Dario: per me non si fa fare fesso.
Alla fine, quello che Aldo gli infligge e nulla in confronto a quello che Landa guadagna.

Uomo del monte ha detto...

e se lo dice quentin che è etero... grande rrobe! :D

DIFFORME ha detto...

su questo concordo in toto

Dario ha detto...

Non mi riferisco alla "punizione fisica", ma proprio al fatto che Landa non si aspettasse che Aldo avrebbe potuto gabbarlo a quel modo. Almeno, da quando lo spettatore (cioè io) viene a sapere quali sono i termini del patto e il modo in cui si sarebbe svolto lo scambio sulle linee di confine americane... insomma, sembra tutto troppo semplice e ingenuo. Difficile che uno come Landa non avesse pensato a prendere precauzioni in merito. Era questo che intendevo con l'intervento precedente.

A me ha dato l'idea di un modo forse sbrigativo per concludere il film, appunto, "in gloria". Il personaggio di Landa, altrimenti perfetto, ne viene un po' sminuito. Però ci può stare anche questo.

Bapho aka Davide Costa ha detto...

"La scena iniziale, per esempio, che inizia in francese e poi continua in inglese (per ragioni narative), come l'hanno tradotta?"

partono in francese sottotitolato, passano all'italiano e poi ripassando al francese sottotitalto quando Herr Stronzen chiama i soldati.


poi sicuramente si perde molto come al solito, soprattutto imamgino la parlata di Pitt che in italiano è anonima, però davvero per come è ridotto il doppiaggio ultimamente mi pare che il lavoro non sia male.



poi mi riservo di rimangiarmi tutto una volta sentito in originale :asd:

perissi ha detto...

Sono d'accordo con Santucci, Tarantino è rimasto agli anni 90, ma il problema è un altro: qual'è il cinema degli anni 2000?
Ah, io adoro Tarantino.

Eddie ha detto...

stupendo spero di andarci domani a vederlo *_*

215 ha detto...

Tarantino al 100% ok. ma non il migliore Trantino. il doppiaggio effettivamente rovina il film. il primo capitolo è perfetto...

perissi ha detto...

Però Castellari merita anche senza Tarantino.
Il cittadino si ribella, Keoma, Jonathan degli orsi... sono dei capolavori del cinema di genere!

krapula ha detto...

E Porco XXX gli spoiler ragazzi!!!!!!!!!!!!!!!!! avvertite!!!c'è chi legge veloce e non fa in tempo a fermarsi!

St3! ha detto...

"La beffa più grande che il diavolo abbia mai fatto è stato convincere il mondo che lui non esiste"..purtroppo Tarantino esiste eccome...
Caselli-Santucci VS Dell'Edera-Recchioni. Quando volete un face to face.

Final Solution ha detto...

In inglese è "Inglorius", Tarantino oltre a cambiare la a con una e ha anche aggiunto una U
quindi il film di Castellari (che non c'entra una mazza) in inglese si chiama Inglorious Bastards quello di Tarantino IngloUrius BastErds.

Proverò ad andarlo a vederlo in lingua originale anche se Tarantino da tempo non è più in alto nei miei gusti

Thomas Magnum ha detto...

Concordo in pieno RRobe. E non ci sono cazzi, per farla breve.

E parla uno che non ha amato più di tanto Kill Bill.

Vederlo in lingua originale è una delizia totale. L'ho rivisto doppiato ed è un'agonia, con il colpo di grazia della scena in italiano.

Continuerò a ripeterlo fino alla nausea: Christoph Waltz è un genio. Punto.

amal ha detto...

vaffanculo a me che mi leggo pure i commenti ai tuoi post.

mi avete rovinato il finale.

siete tutti sul mio libro nero.
ve scateno il babau! @#!!AJDH#@!

Lowfi ha detto...

con una accorata arringa basata sull'amore, il rispetto e le minacce fisiche ho convinto la rossa a vederlo in lingua originale

sono un uomo felice

fabio costante ha detto...

film sublime, concordo con la tua recensione Rrobe.

Andrea Cavaletto ha detto...

Ahhhh Mr. Tarantino....
"ormai è più bravo di me."
:)

Avion ha detto...

Ma che cazzo, in lingua originale non lo trovo, qui attorno (dove per "qui attorno" intendo un raggio di 30km).
Mi tocca attendere l'home video.

Greg ha detto...

i personaggi, per quanto non siano sempre approfonditi a dovere in quei 160 minuti, sono ottimi.

Landa è uno dei miei idoli personali, l'orso ebreo impressiona solo le bambine dai 2 ai 5 anni, Pitt poteva almeno spiegarci il perchè della cicatrice sul collo.

shoshanna è la donna della mia vita. l'attrice mi accontenterei di trombarla a sangue anche una sola volta.

svolgendosi la pellicola in "situazioni", bisogna riconoscere che sono tutte bellissime anche se al limte della mega-cazzata. ma è tutto troppo annacquato perchè il risultato sia il GRANDE film che tutti millantano di aver visto.

tarantino è autarchico e lavora in un ambiente autoreferenziato. i suoi film ormai accontentano SOLO I SUOI FAN, se va bene divertono qualcuno in più.

felicissimo di essere nella schiera dei contenti ma consapevole che ormai siamo all'assuefazione.

3Deimos ha detto...

Bah, per me Tarantino è nato con Reservoir Dogs e Pulp Fiction ed è morto dopo Jackie Brown (ma anche death proof non mi era dispiaciuto) il resto è fuffa ricolma di merda.

RRobe ha detto...

Il resto è solo Kill Bill, eh?

Uomo del monte ha detto...

no dai c'è anche una puntata di csi e un quarto di four rooms :asd:

sraule ha detto...

oh, ragazzi. quando c'è quella scena con la voce fuori campo completamente a cazzo e completamente inutile ho sentito di amare tarantino carnalmente.

MC ha detto...

Su questa finestra si meditano sempre vendette...

http://www.tveffe.net/crow-cast.jpg
http://www.fanboy.com/wp-content/uploads/2009/08/00-shosanna.jpg

Paolo Bassotti ha detto...

Grandissimo film, uno di quelli che si rivede scena per scena nella propria memoria, prima ancora di avere la possibilità di una nuova vera visione. Cinema nato per saziare la voglia di cinema.
Alcune considerazioni:

(SPOILER
SPOILER
SPOILER)

1-l'inquadratura di Shosanna che fugge - nella sequenza iniziale - è chiaramente un ennesimo riferimento a Sentieri Selvaggi (ogni porta che si apre su un panorama vasto non può evitare di esserlo). La prima immagine, col francese che spacca la legna, rimanda invece a Gli spietati. Citazione volontaria o involontaria?

2-due dettagli, nell'incontro con strudel di Landa e Shosanna, lasciano intuire che lui l'abbia riconosciuta: le ordina il latte (che memoria!) e la tiene sulle spine con quella cosa importante che sta quasi per dirle, ma che, ahilui, gli sfugge di mente. Possibile che già stia preparando un voltafaccia, e che non voglia perdere l'occasione di avere Hitler e le alte sfere in un unico piccolo cinema. Come si spiega allora la ferocia contro la Von Hammersmark, possibile solo per un uomo senza dubbio ancora fedele al regime? Detto più semplicemente, in che momento Landa decide il proprio piano?

3-piedi. Sospetto: Tarantino immagina piedi, e ci costruisce i film attorno.

Francini&delPennino ha detto...

Mah... io il film l'ho guardato ieri sera, purtroppo non in lingua originale! La perla di Pitt che parla in accento siculo imitando Don Corleone non me la voglio perdere!

Per il resto, premetto che il film mi ha divertito, e le 2ore e 40 mi sono volate, ma qualche punto interrogativo c'è l'ho!

Tipo, io ho avuto l'impressione che i personaggi rimangano un pò anonimi, cioè non vengono sviluppati quasi per un cazzo! Perchè mi devi presentare con scrittona gigante (alla Tarantino) solo un bastardo? e gli altri??
Pensavo che durante il film ci fosse qualche flash back anche degli altri 7 invece nada! BOH!

Landa che si và a fidare in quel modo e arriva al patto così facilmente è sembrato strano anche a me... cmq anche se un pò frettoloso ci può stare!

Poi boh... lo dovrei riguardare... ma non mi è sembrato il capolavoro che tutti quanti esternano, per me Tarantino rimarrà LE IENE, PULP FICTION. Punto. Il restò è noia... :)

Ah la Chicca di Orgoglio Nazionale la voglio vedere anche io! Ahahahahahah!!! Un'intero film su lui che spara!!!! Ahahahaah!

X Sraule: Scusa, quale scena??? Mi sfugge...!

Fra

Dario ha detto...

@ Paolo Bassotti:
riguardo al punto 2. Landa non può riconoscere Shosanna, non avendola mai vista in faccia (prima dell'incontro al caffè), ma solo di spalle durante la fuga.

Quella del latte è una coincidenza e nel resto del film non viene per nulla suggerito che Landa abbia riconosciuto Shosanna a distanza di anni.

Gianni Barbieri ha detto...

Non guarderei alla trama, dove ad esempio in un cinema dove ci sono tutti i dirigenti del Terzo Reich non c'è uno straccio di guardia alla porta. Guarderei al fatto che ho trattenuto il fiato per la tensione, mi sono indignato, ho riso sguaiatamente, mi sono innamorato di Shosanna, ho gioito e mi sono incazzato per 2 ore e 40. Non so voi, ma era veramente da un bel pezzo che non mi succedeva al cinema, per un film.

Adriano ha detto...

in ogni caso, la tensione che monta, lei che si irrigidisce alla comanda del latte, l' altra cosa importante che gli sfugge (vuol dire che non era importante...), fanno il loro porco lavoro.
Forzato o no, il risultato è ottenuto,e l' omo campa...

Matteo ha detto...

Per chi dice che il signor Tarantino è rimasto agli anni 90', io dico "BENE COSI'"
Il cinema del 2000 non merita il suo operato.
@DIFFORME: se l'intero progetto è lontano dalle tue corde, non ha molto senso la tua analisi critica, tra l'altro scritta con sufficienza e in modo molto banale.
I Basterds ti risultano patetici? Non hai capito nulla dell'ironia del caro Quentin.
E per quanto riguarda gli sbadigli....bè, forse avevi del sonno arretrato.

Matteo

Daniele Caluri ha detto...

"Ehi, comandante, vedo che sta migliorando!"

"Se vuoi arrivare alla Carnegie Hall, devi provare".

Che altro aggiungere?

Paolo Bassotti ha detto...

SPOILER
SPOILER
SPOILER


@Dario
Ben detto, è corretto dire che non può riconoscerla in faccia e che dunque l'ordine del latte è solo una coincidenza! E' però possibile che attraverso le indagini Landa abbia potuto scoprire comunque che in realtà è un'ebrea in incognito, e che nell'interrogarla si comporti di conseguenza.
Tra l'altro, nella versione del film lunga più di tre ore (tagliata ancor prima del debutto a Cannes) c'è la scena nella quale Shosanna riceve il cinema dalla precendente proprietaria. Una scena che magari poteva rivelare di più sul personaggio di Shosanna e su eventuali debolezze della sua identità segreta.
Ma son tutti giochini ipotetici su di un personaggio, Landa, che è tanto carismatico e ricco da stare in piedi comunque. E che anche nel finale, malgrado tutto, esce in qualche modo vincitore!