8.11.09

Che 45 milioni di euro potevano essere un inizio, eh?



Accodandomi all'idea di Massimo Mantellini mi sono divertito a confrontare le statistiche di accesso di questo blog (realizzato a costo zero, tanto per il piacere di farlo), con quelle del portale Italia.it voluto dallo stato italiano e costato 45 milioni di euro. La mia linea è quella blu, quella del sito del governo quella rossa.
Interessante, non trovate?
Qui sotto qualche confronto sempre tra Italia.It e qualche blog davvero importante.

ManteBlog


Il tutto, visto a pochi giorni dalla dichiarazione che i promessi soldi per l'adeguamento dell'Italia alla banda larga non ci stanno, fa uno strano effetto.

11 commenti:

Ivan Vitolo ha detto...

in realtà non è che non ci stanno, semplicemente pensano che non serve a un cazzo ampliare la banda e quindi li useranno per altro. Vorrei sapere per cosa.

Teb ha detto...

in Finlandia (che credo non sia uno dei 6 paesi più industrializzati del mondo, e neanche tra i primi 20, ma sicuramente più pulito, più educato e più civile) la banda larga è un diritto costituzionale dell'uomo...

:desert:

Teb ha detto...

che poi sulla home delle Marche (la ma regione) oltre a parlare del brodetto di pesce di Porto Recanati, parlassero anche di quello che è il più grande letterato italiano (insieme a Dante) di sempre, e recanatese come il brodetto, non sarebbe male, eh...

maurizio battista ha detto...

Ogni volta che penso ad italia.it mi sento male. Come si può giustificare una spesa del genere? Anche volendo ipotizzare contenuti o funzionalità particolari, NESSUNO di questi può incidere tanto. Cmq, vado OT per testimoniare da informatico la crisi del settore. Siamo nella pupù. E certi tagli e/o mancati investimenti non promettono niente di buono. :-/

Ivan Vitolo ha detto...

io sto leggendo the dome, grazie a Rrobe, e posso dire, per chi ha letto, che la città a forma di calzino ha un qualcosa di familiare, spero che l'abbia notato anche roberto, e le vicende come dire...politiche... sembrano quasi...come dire.... ispirate dalla madre del calzino.... lo stivale. Cioè + leggo e più quel calzino sembra uno stivale. No?

Teb ha detto...

XD, la mia ragazza sta leggendo La Progenie grazie al RRobe..

amal ha detto...

stranerrimo.

Greg ha detto...

qui in italia l'utilizzo del web a scopo amministrativo-istituzionale arriverà se e solo se ci sarà una diminuzione dell'iNNioranza.
cioè non è che non sappiamo la grammatica, piuttosto non abbiamo idea di cosa significhi evolvere e migliorare dal punto di vista civile.

Fabrizio ha detto...

Ma hanno messo Philippe Stark e Leonard Kleinrock insieme per far costare un portale 45 milioni di euro?

QSJesus ha detto...

Giusto per puntualizzare:
Il portale non è costato 45 milioni, il complesso si. Ovvero oltre al portale stesso, il progetto si componeva di cortometraggi a scopo pubblicitario, sia per alcune location prestigiose, che pubblicità del, e per, il portale stesso. ora sinceramente non saprei dire che fine hanno fatto i corti realizzati, o se siano stati realizzati effettivamente, ma questo è un altro paio di maniche.
Che poi il portale Italia.it sia un fiasco è un dato di fatto ...

Luciano Ardoino ha detto...

Non mi era mai capitato di entrarci ma girovagando sul web (http://magicitaly.wordpress.com/) e complimenti, gran bel blog.