10.12.09

Sesso con Recchioni e pubblicare a pagamento.

Se leggete questo blog ci sono buone probabilità che vogliate pubblicare, fumetti o narrativa poco importa, e/o dare due colpi a RRobe.

Pubblicare, per un esordiente, è tutt'altro che facile. Tralasciando aspetti come talento e voglia di fare che servono (in particolare la seconda) è necessario anche sapere dove sbattere la testa quando si vuole proporre i propri lavori, giusto per evitare perdite di tempo, inculate con la ghiaia e finire in mano a "editori" di bassa lega.

Ora, il sottoscritto non ha il curriculum per dare consigli a chicchessia, tanto meno se si parla di narrativa. Però mi pare interessante lasciarvi un paio di link dedicati all'argomento editoria a pagamento, ovvero editori che oltre a non pagarvi per i vostri scritti geniali, si fanno pagare per stamparli e, forse, distribuirli.

Il primo link è a un gruppo di facebook: Lettori contro l'editoria a pagamento. Non mi sono letto tutte le discussioni ma per ora mi pare che più che sottolineare il fenomeno dell'editoria a pagamento e dare voce a qualche brutta esperienza, non faccia. Non pretendo la soluzione al problema, anzi, ma per ora mi pare un po' fumoso.

Però a partire da una loro discussione sono incappato in Writersdream, sito dedicato agli scrittori di narrativa esordienti che raccoglie recensioni, consigli ma soprattutto link utili. E il più utile e interessante mi pare la Lista, un indice che raccoglie gli editori in tre categorie: Free, A doppio binario, A pagamento. Qui trovate una spiegazione dei criteri usati per creare la lista.

Penso possa tornarvi utile per decidere a chi spedire i vostri scritti, se non altro vi farà risparmiare tempo a seconda che decidiate di pubblicare a pagamento o meno.

Se avete esperienze con alcuni di questi editori penso che i curatori di Writersdream siano più che felici di ospitarvi per condividerle.

Per quanto riguarda trombarsi RRobe vi rimando a chi ha un curriculum migliore del mio.

5 commenti:

lula ha detto...

però devo dire a mia discolpa che io manco sapevo chi fosse, che quando mi ha detto di segnarlo "con due R tutt'e due maiuscole" sul cellulare gli ho pure riso in faccia

(cosa non si fa per tre commenti in più, eh bapho?)

Simone ha detto...

l'editoria a pagamento al momento non ha ancora contaminato il fumetto. Li al massimo si lavora gratis.

Jem7 ha detto...

Io non voglio nè pubblicare nè trombarmi rrobe :(

Cambierò blog....

Andrea Del Campo ha detto...

il titolo del post gode della proprieta commutativa...anche "sesso a pagamento e pubblicare con recchioni" ha senso...

Fabio... ha detto...

E sesso per pubblicare con Recchioni a pagamento?