3.12.09

Supplenza



Ciao, io sono Lowfi, mi piacciono i tramonti romantici, tenersi per mano senza dire niente e gli headshot, qualcuno di voi mi conosce per la militanza nel medesimo agone forummistico e magari scrive pure commenti acidissimi sul mio blog per difendere il suo capolavoro/persona famosa dal mio impietoso giudizio, qualcuno sa una sega e risponderà "sticazzi", qualcun'altro probabilmente starà già guardando altrove pensando "Peccato oggi niente pareri da rivendere agli amici".

Si lo so, ho detto una cattiveria gratuita, vi ci abituerete.

Si perché fondamentalmente sono uno stronzo, sono permaloso, non penso che tutte le opinioni abbiano lo stesso valore, che tutte le persone abbiano lo stesso valore e metterei sui treni chi spara frasi tipo "va beh è un film per spegnere il cervello" e chi non venera William Adama.
Non ho la stessa passione e competenza di Rrobe in campo fumettistico (e probabilmente anche in altri campi, non si può battere il sapere enciclopedico di chi ha molto tempo a disposizione), condivido però la sua passione per i videogiochi (scrivo ogni tanto per Eurogamer.it), per le serie televisive, il porno (anche se sasha grey mi ha cacato il cazzo),per un certo tipo di cinema e sopratutto per la scrittura.

Ed è inutile che mi caghiate il cazzo per leggere la vostra roba, perché conto come il due di bastoni se a briscola c'è coppe.

Che ci faccio qua? Non lo so neppure io a dire il vero, Roberto m'ha detto "te, bapho e nebo dovreste gestirmi il blog" ed eccomi sul palco con gli occhi del cerbiatto che guarda un tir.
Il primo pensiero, lo ammetto, è stato cancellare tutto, lasciare un indirizzo email e poi usarlo per godermi i vostri lamenti e raccogliere gli indirizzi di qualche zozzetta goth che disegna angeli che piangono. Però alla fine io sono una persona gentile e al sacco d'ossa gli voglio bene come se ne può volere ad uno spirito affine conosciuto su internet, quindi niente supernova di Asso Merril.

Faremo un po' di animazione io e i miei compari, mentre il Big Boss prende fiato, voi state li seduti come sempre e non smettete di mangiare pop-corn, però se li tirate sul palco sappiate che poi ve li faccio pulire.
Però, se volete, potete chiamarmi Loffio.