27.1.10

iPad: parliamone subito e leviamoci il dente.


Per quelli di voi che vivono su Marte (ciao, Betta!), sappiate che oggi la Apple ha presentato al mondo un device elettronico che Steve Jobs definisce come la più grande impresa della sua vita. Detto dall'uomo che ha creato il Mac, non è una affermazione da prendere alla leggera.

Comunque sia, per maggiori informazioni sul dispositivo, andate QUI e guardatevi il filmato.

I blog e i forum italiani sono pieni di gente indignata che trova l'iPad, semplicemente inutile.
E non me ne stupisco.
Non perché l'iPad sia effettivamente privo di utilità, quanto perché la cultura di cui questo aggeggio è portatore sano, in Italia non è ancora arrivata.
Questo non è un prodotto per gente appassionata di computer.
Questo è un prodotto per la gente, punto.
Gente che si sta abituando a vivere l'esperienza digitale come una parte naturale della sua vita, senza dover interfacciarsi necessariamente con tutte le competenze tecniche che sistema operativo di un computer (anche uno user friendly come quello dei Mac) richiede. Senza farsi domande. Senza cercare di aggirare il sistema. E pronta a consumare in punta di click.

Facciamo un esempio limite:
mia madre ha un computer a casa.
Lo usa per Facebook, per fare qualche ricerca, per guardare qualche filmato, sentire la musica e mandare le mail. Per giocare usa un Nintendo Ds.
Ogni volta che il computer le richiede qualcosa che esuli da queste attività, mi chiama e io devo risolvere il problema. E capita con una certa frequenza.
Mia madre sarebbe l'utenza perfetta per l'iPad. Anche perché ci potrebbe pure giocare e leggerci i libri e le riviste.
E come mia madre ci sono un mucchio di altre persone.
Quanta gente conoscete che è spaventata dai computer ma che non ha problemi a usare un cellulari? Io un mucchio.

E voi direte: ok, ma io che non ho problemi, perché dovrei comprarmi questo coso e non un computer portatile?
Non dovreste.
L'iPad non è pensato per sostituire i laptop.
Se avete bisogno delle capacità di un laptop, è un laptop quello che vi dovete comprare.
Il problema è capire bene quali sono queste capacità imprescindibili.

Prendiamo il mio caso, per esempio.
Cosa mi offre il mio Macbook o il mio Mac Mini o il mio iPhone che questo device non mi offre e di cui ho strettamente bisogno?

- Una tastiera fisica.
Ma a questo la Apple ha già pensato.

- Una webcam.
L'iPad la offre come periferica esterna (e questa è una stupidata, doveva essere integrata)


- Un word processor.
Ma l'iPad ha Works e sono convinto che, a breve, arriverà anche Office.


- Photoshop.
E qui la vedo dura.

- Alcuni programmini di terze parti, tra cui quelli (fondamentali) per il file sharing.
E questi non credo che ci saranno mai.

- La possibilità di poter gestire liberamente i miei file e documenti.
E anche sotto questo punto di vista, tenendo conto del sistema blindato dell'iPad (derivato da quello dell'iPhone), mi sembra difficile poterla ottenere.

- La possibilità di eseguire più operazioni in contemporanea.
E qui l'iPad fallisce miseramente.

A conti fatti, tenendo conto dei pro e dei contro, posso dire di non essere l'utente ideale per un uso esclusivo dell'iPad.
Forse, però, potrebbe essermi utile se affiancato alle altre macchine in mio possesso.
Esaminiamo quindi le cose che l'iPad sarebbe in grado di darmi in maniera esclusiva.

- E' un ebook reader a colori.
L'iPhone è troppo piccolo per garantire una lettura piacevole, il MacBook ha uno sviluppo in orizzontale, è grosso, spesso e pesante, Kindle è in bianco e nero (e costa uno stonfo per quello che offre).


Fine.
Tutte le sue altre funzioni le posso sopperire con il mio MacBook e l'Iphone.
Mi sembra pochino per il suo prezzo. Piuttosto aspetto un Kindle a colori.
In conclusionei, io (utilizzatore "forte" di tecnologia) trarrei pochissimi vantaggi da possedere questo splendido aggeggio. Mia madre, (utente tecnologicamente "debole") ne avrebbe molti.

E torniamo al mio punto: geek di tutto il mondo, che cosa vi state lamentando a fare? L'iPad non è un prodotto per voi. E' un prodotto consumer rivolto al pubblico più generalista possibile. E' il sogno di Steve Jobs di un device elettronico senza nessun tasto che tutti possono usare con facilità. E' un prodotto che, se dovesse diventare di largo consumo, potrebbe realmente salvare l'industria dell'intrattenimento, stroncando la pirateria, diffondendo in maniera massiccia (e obbligata) il digital delivering.
Incidentalmente, è anche una distorta interpretazione della cultura digitale, una bestemmia nei confronti del Think Different che caratterizzava la Apple di tanti anni fa e un ulteriore passo in avanti verso il futuro immaginato da Wall-E.

La cosa divertente (per modo di dire) è che Wall-E è un prodotto Apple (Apple>Pixar>Disney).
Questo significa che anche la scusa della buona fede viene meno: Steve Jobs non solo ci sta riducendo a consumatori non-pensanti ma lo sta facendo in maniera cosciente.

p.s.
se ve lo state chiedendo: non sto dicendo che NON lo comprerò. Il potere che la Apple esercita su di me è enorme, anche adesso che è passata al Lato Oscuro della forza. Dico che cercherò di non comprarlo.

p.p.s.
Mi fanno notare una cosa: ma da quand'è che la Apple si costruisce i suoi processori da sola?

61 commenti:

Lowfi ha detto...

hai colto il segno, non fa niente di cui io abbia bisogno, apparte le funzioni di reader, e probabimente entro breve finirebbe a prendere polvere

ma ne ho bisogno

alessandro ha detto...

peccato per la web.. ero fortemente intenzionato a comprarlo..

aspetto l'ipad 2.0.. :D

dio ha detto...

ottima analisi, credo, una volta "sblindato", che il suo potenziale possa decisamente crescere però

Mude ha detto...

Ormai le persone che non riescono a usare un pc sono sempre di meno.
Non tieni di conto di quante cose uno non potrà fare su ipad rispetto al pc o al mac. Non riuscirà a sostituire il pc di casa.e non potrà sostituire nè iphone nè kindle (sarà dura leggere the dome con uno schermo retroilluminato).

Si inserisce nel mercato degli eepc con un prezzo più alto e meno funzionalità.

E si non è un iphone 2x ma un iphone 2x -(gps,telefonate etc..)
tante applicazioni perderanno parte della loro utilità.

dario dp ha detto...

la funzione di e-bbok reader con una batteria che dura max 10 ore?

il kindle dura 4 giorni con la connettività e 2 settimane senza.

e la lettura su uno schermo retroilluminato è faticosa, sul kindle no.

Da quello che leggo mi pare davvero inutile.

mendo ha detto...

Mi sa che anche per tua mamma non sarebbe il massimo: non supporta il flash e quindi niente video fino a quando tutta la rete non si convertirà all'HTML 5.

Onestamente anche a me ha lasciato freddino. Speravo avrebbero poi annunciato un aggiornamento dell'OS dell'iPhone e i MacBook Pro con i5 ma cicca. Keynote deludente per quanto riguarda i miei gusti/interessi :/

flaviano ha detto...

in che modo "stroncare la pirateria"?

Achille ha detto...

Da utente PC semi-serio (nel senso che so usare bene un personal computer, ma non, ad esempio, smanetto con il registro e riesco a far funzionare in maniera egregia il mio Windows) non posso che essere d'accordo... E' un oggetto chiccoso come lo è l'I-phone per la metà dei suoi acquirenti...

RRobe ha detto...

@ Flaviano: se sei un utente "sgamato" e lo cracchi, non fai parte di quel pubblico di massa che lo userà. L'utente medio i contenuti (film, musica, videogiochi, applicazioni) li comprerà dall'App Store.

Io stesso ho dato svariati euro a ITunes e all'App Store. E' comodo, è legale, i prezzi sono quasi "moralmente" giusti.

Il problema è che a gestire questi servizi c'è la Apple stessa, che sceglie quali prodotti puoi fruire e quali, invece, non sono adatti per la sua piattaforma.

Hyoga ha detto...

E' una cosa inutile.

Carina, costosa, inutile.

Endriu ha detto...

Tanto lo comprerai, perché sei un fanboy Apple ;D
E comunque, riguardo al Think Different di cui parli, Jobs sta facendo la stessa cosa che hanno fatto in Nintendo con la Wii.

Francesco Gastaldo ha detto...

Ci fosse la possibilità di usare un simil photoshop (e sull'app store mi pare che qualcosina di simile ci sia) e un sensore di pressione come una tavoletta grafica lo prenderei filato. Una tavoletta grafica con schermo seria costa sui 1200/2000 euro a seconda del formato. Purtroppo credo che sia una feature troppo orientata per essere inclusa in un prodotto generalista come questo Ipad

flaviano ha detto...

per quello c'è il Modbook che dovrebbe essere sceso sui 6-700 dollari (credo)

Francesco Gastaldo ha detto...

oddio Flaviano mi hai appena aperto un mondo! Lo bramo!

MARGIO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
MARGIO ha detto...

RRobe ma tua madre scarica? si destreggia coi torrent? dubito che un oggetto del genere possa combattere in qualche modo la pirateria non avendo collocazione tra i fruitori diretti di questo mercato.

Dubito anche che ad una persona priva di passione tecnologica o addirittura spaventata da essa possa anche solo saltare in mente di spendere 500 dollari per un oggetto che ha meno funzionalita' di un eeepc.

mario ha detto...

Bella analisi, concordo praticamente con tutto.

In rete si leggono molti commenti delusi soprattutto perche' per un pubblico gia' in possesso di un iPhone le novita' sono praticamente inesistenti.

Gli utenti che invece usano il PC solo per internet e la posta elettronica potrebbero trarre molti benefici dall'uso di un dispositivo semplice come iPad.
Certo non sfrutteranno se non minimamente le caratteristiche mobile, ma per le dimensioni penso che sia difficile prevedere un uso di iPad mentre si e' 'in giro'.

Piu' inquietanti le considerazioni sul controllo totale che Apple e' in grado di avere sui contentuti. In effetti l'uso di iPad come unico dispositivo informatico eliminerebbe in un solo colpo ogni possibilita' di fare file sharing ponendo di fatto come unica alternativa al download tramite itunes l'utilizzo di servizi (Meno comodi e intuitivi) completamente basati sul web.

ramjac ha detto...

Complimenti. E' uno dei commenti più intelligenti e completi che ho letto su un prodotto Apple.

Io sono un fan del software del libero, faccio il programmatore e mi piace conoscere il sistema che uso, quindi questo non è decisamente un oggetto per me. La cosa che prevedo io, in linea con il tuo ragionamento, è che un prodotto del genere non sfonderà in Italia, nemmeno tra quelli che, come tua madre o mio padre, avrebbero bisogno proprio di un oggetto del genere. E' troppo avanti per noi.

Quanto alla webcam, è un peccato che non ci sia, me se rifletti un attimo su come è fatto il prodotto e su come va tenuto in mano concluderai che una webcam non orientabile non sarebbe stata molto utile, e una webcam orientabile avrebbe fatto cacare.

Animanera ha detto...

Beh tua madre è già avanti posso dire.
In effetti l'unica feature che mi stuzzica davvero è la lettura di ebook... ed il prezzo non è neanche carissimo. Ho comprato un iLiad DR1000S con uno schermo di dimensioni simili ed è costato in torno ai 700 euro.
Poi mi stuzzica anche come riproduttore video, se permette di importare i propri filmati come l'iPod/iPhone.

Quoto rrobe, assolutamente NON sostituisce un portatile.

Omero ha detto...

a me non piace la Apple.
Think Different come i potevano pensare differente i nazisti prima del '33.
è una grande impresa di marketing, perché non produce nulla che non sia buona pubblicità e un po' di mele.
Ed io credo che un utilizzatore poco pratico di pc quei millanta euri li spenda al poker che è meglio.
E qualcuno mi deve ancora spiegare come un computer portatile con le stesse identiche caratteristiche di un Fottuto Toshiba mi costi 200€ in più.
Il Mac OS base linux.
La Apple te la mette in culo col sorriso. Yo
E comunque i Simpson hanno sempre ragione-->http://bit.ly/c0Xh

Final Solution ha detto...

io me lo ricordo quando dicevano che il male fosse bill gates. sembra secoli fa' ma invece era l'altro ieri..

La apple sta diventando il corrispettivo elettronico dei Gotan Project: la colonna sonora d'accompagnamento del rissucchio della cannuccia della capirina nel locale neofighetto

jac ha detto...

Ero in attesa di questo annuncio per decidere se prendere il MacBook Bianco o l'iPad proprio per questioni di utilità.

Condivido tutti i punti da te citati tant'è che penso che l'iPad lo acquisterò in una seconda o terza versione...insomma...quando integreranno Cam e ci sarà un Photoshop alleggerito per poter disegnare in digitale seriamente...e altri perfezionamenti.

Attualmente rimane un gioiello dalle potenzialità enormi ma diretto a un pubblico più Casual.

Sta di fatto che a livello Hardware siamo su altissimi livelli (a parte qualcosa)...quindi molto faranno le applicazioni e i futuri aggiornamenti.

Per ora vado di MacBook Bianco.


Ah e non hai sottolineato il costo...prezzo stupefacente!!!
499 dollari.

Lu ha detto...

Sono d'accordo con la tua analisi, tanto sui pregi quanto sui difetti. Il giochino mi sembra ancora quello dell'iphone, per il momento facciamo uscire una versione "semplice" per farlo assaggiare al mercato, così tra un anno possiamo aggiungerci qualche potenziamento (le webcam, almeno, dai!) e venderne un'altra camionata. Diciamo che per il momento non lo comprerei, ma se qualcuno me lo regala non lo butto via. ;-)

Sarebbe anche ora che la Apple riesca a trovare un accordo per vendere i contenuti video anche in Italia, altrimenti una delle funzioni principali dell'iPad diventa difficoltosa come lo è adesso con l'iphone.

Comunque, anche secondo me l'aspetto più interessante è quello che è passato più in sordina, ovvero Apple che si fa i processori da sola (se ho capito bene).

Crumb ha detto...

Da utilizzatore ritardatario di smartphone quale sono, nonostante la malattia autoimmune della tecnologia colpisca anche me, mi viene da pensare che il possibile successo di questo aggeggio stia tutto e solamente nella comodità.
Accendere un device in 30 secondi, stare seduti dove si vuole, magari a letto, con uno schermo più grande del cellulare. Anche se questa comodità viene per me a scontrarsi con la praticità di reggere in mano sto' coso, senza supporti, senza poterselo tenere sulle gambe o costringendoti a stare gobbo sul tavolo. Mi dicono poi che il kindle in america tira molto e le potenzialità di un buon mercato quindi ci sono.

Ritardataria Cronica ha detto...

so che non ti riferivi a me, ma grazie lo stesso per la disamina :)

(un'altra) Betta

Luigi Bernardi ha detto...

be', quando ci troverete i fumetti marvel, dc e bonelli forse cambierete idea...

sraule ha detto...

il fatto è che, dopo molti anni di fedeltà, sto abbandonando la apple. come, credo, molti "vecchi" utenti, che erano interessati al loro eccellente software e hardware(che sono ancora se non eccellenti, almeno molto buoni).
no all'iphone.
no all'ipod.
no all'ipad.
no all'ifuck o la prossima stronzata fighetta che faranno.
ma, ovviamente, io non sono i milioni di nerd che si catapulteranno su un MONITOR a led con un sistema operativo mediocre - e non perché sono dei computer dummies e l'ipad è facile da usare, ma perché l'ipad è semplicemente il prossimo iphone, così come la 38 è la prossima 40.

almeno quelli di kinle stanno provando a sviluppare qualcosa di nuovo (l'e-paper).

Thomas Magnum ha detto...

Io sono tra quelli che ha accusato un aumento delle pulsazioni solo in merito alla questione "ebook a colori e visualizzazione libreria".
Fino alla sua versione con webcam integrata e supporto delle suite adobe non lo comprerò.
O forse lo comprerò per la questione ebook di cui sopra.

Finalmente il primo post ragionato, equilibrato, sano, sulla questione.
Ancor più rassicurante sapere che sia stato fatto "a caldo" sentendone l'urgenza.
Ancor più rassicurante se viene da un premium user ;)

Quoto in toto.

Greg ha detto...

"Questo significa che anche la scusa della buona fede viene meno: Steve Jobs non solo ci sta riducendo a consumatori non-pensanti ma lo sta facendo in maniera cosciente."

amen fratello

ma non è una novità dell'ultima ora, basta informarsi su quale posizionamento strategico sono stati gestiti il progetto Apple III e la sua progenie infernale.
la differenza con la situazione attuale è che nei remoti anni '80 non erano così bravi a farci il lavaggio del cervello.

P.S. anche a me è venuto in mente Wall-E

dyp ha detto...

come al solito mi trovo d'accordo con la tua analisi, che non e' di parte, saresti un ottimo venditore

mei ha detto...

Trovo l'ipad allo stato attuale assolutamente inutile. Certo un tablet (ma certo questo non è il primo...) multitouch con un SO appena decente e prezzo competitivo con la possibilità di effettuare nativamente chiamate e collegamenti alla rete senza bisogno di accrocchi aggiuntivi sarebbe una bella cosa. L'ipad attuale ha il SO dell'ipad-iphone che non permette nè il multitasking nè, ad esempio, supporta il flash e costa 900 euro...
Se le cose migliorassero nelle prossime versioni, l'aggeggio sarebbe sicuramente interessante ma ora è una cagata da sboroni come l'iphone

TSUNAMI ha detto...

Io nn vengo da marte, caro.
Saturno, te l'ho detto mille volte U_U
Carino i coso lì...
Verrò a provarlo da te!


XD

Thomas Magnum ha detto...

e cmq

http://9gag.com/photo/17616_full.jpg

Mude ha detto...

Trovo l'utilità di questi prodotti nell'unire un libro alle funzioni basilari di un eepc.

Ipad non riesce a soddisfare nessuna delle due in modo soddisfacente.
Ok se si hanno soldi da spendere è figo.

A questo punto tanto vale prendersi un kindle e fare a meno di un eepc (se si hanno già portatile e telefono di qualità)

Alla fine dobbiamo renderci conto che questa fissa di essere sempre online, sempre connessi non è un vero bisogno nella maggior parte dei casi.
E con questo non voglio dire che le apps disponibili siano tutte inutili anzi.

JenaPlissken ha detto...

Mi spiace contraddirti Rrobbe, ma non vedo niente di positivo in tutto ciò. Sistemi chiusi = DRM = Evil. Se uniamo questo al fatto che il prodotto è mirato appunto a un pubblico informaticamente/tecnologicamente ignorante il disastro è fatto...la tecnologia dovrebbe favorire la libera circolazione dei dati e non un flusso chiuso, controllato e completamente in mano alle aziende (anche Kindle cade in questa categoria, ricordate cos'era successo con l'ebook di 1984 di Orwell, per ironia della sorte? )

Mr.TFM ha detto...

bravo bis 7+
Complimenti all'autore, sono d'accordo al 95% con te.

Solo una cosa, office c'è già come app per iPhone. Solo che non si chiama Office e non è di microsoft....

e Photoshop, beh, c'è pure quella, e in diverse varianti, da photoshop "photoshop", a photoforge che imho è parimente eccellente.

Comunque eccellente, hai fatto centro anche col suo utilizzo. Bravo.

mixxo ha detto...

Sottoscrivo in pieno la tua analisi.
La webcam integrata, skype e il GPS (come molti telefonini a basso costo ormai offrono) lo renderebbero pefetto per i "consumers" generici.

paperoga ha detto...

o visto wall-e l'altro giorno e a me non è venuto in mente. sono un grande idiota.

paperoga ha detto...

"HO visto", ovviamente. è colpa della tastiera del mac che mi abortisce gli incipit...

Mude ha detto...

http://it.wikipedia.org/wiki/$100_laptop

nuvoleonline ha detto...

Analisi veramente condivisibile.
Secondo me il vero suicidio commerciale, ancor più della mancanza della webcam, è che non è possibile (ancora) usarlo per telefonare.
Dunque mi tengo l'iphone: con quante cose vogliono mandarci in giro quelli della apple?

c.

GuidO ha detto...

http://img193.imageshack.us/img193/7365/applepu.jpg


:DDDDDD

Joseph Blue ha detto...

COndivido in pieno l'analisi di Roberto.
Quando ho visto per bene le caratteristiche dell'Ipad mi sono chiesto a cosa servisse, ma sono giunto alla conclusione che non è un prodotto che fa per me ma... ma... vedendo il video ho avuto l'incredibile desiderio di comprarlo.
Sarà il design,sarà vedere il tizio che gira le pagine toccando lo schermo. Non lo so proprio.
Sono diventato un consumatore incosapevole, a quanto pare.

Fabio D'Auria ha detto...

28/01/10 09.20
Luigi Bernardi ha detto...

"be', quando ci troverete i fumetti marvel, dc e bonelli forse cambierete idea..."


Marvel Comics Cautious About iPad's Potential

Fabio D'Auria ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
KoTa ha detto...

Totalmente d'accordo con te, lo vedo come il futuro che incalza, un po' come in Minority Report c'erano i giornali che si aggiornavano in tepmo reale.

Purtroppo questa "cultura", come dicevi te, ancora qui non è arrivata.
Negli altri paesi avanzati è quasi routine giornaliera l'usare per esempio il cellulare per i bisogni quotidiani che vanno oltre la semplice telefonata e l'sms.

RRobe ha detto...

per Jena: ma sei sicuro di aver letto il mio intervento? Mi pare piuttosto critico, eh?

Khassad ha detto...

Essendo la mia principale occupazione lavorativa, mi sono interessato immediatamente alla questione processore.

Il processore si chiama A4, prodotto dal PA SEMI, recentemente acquisita da Apple, e con un passato abbastanza glorioso nel campo.

La mia prima domanda è stata: ok, ma che processore c'è dentro? Si perchè quasi certamente quello è un Sistem-On-a-Chip personalizzato, ovvero hanno messo insieme una CPU, una GPU e qualche periferica personalzizata.

La risposta praticamente inequivocabile proviene da una affermazione: compatibilità praticamente completa con le applicazioni esistenti per iPhone.

Per esserci compatibilità binaria completa, la CPU dentro all'A4 deve essere un ARM perfettamente compatibile con quello degli iPhone. Ciò è avvalorato da vari dettagli: frequenza operativa di 1GHz che con le tecnologie attuali è il target tipico degli ARM, adozione di un OS che è una revisione di quello di iPhone, SDK che sarà presumibilmente condiviso con iPhone.

Ivan Vitolo ha detto...

beh sicuramente sarebbe un ottimo regalo per mio fratello, ma per me è sempre inutile. Ma un acquisto inutile non è la magica rivista "Noi amiamo Silvio" in edicola al solo costo di 9,99 cent. Peruzzo editore

Questa è la copertina

il Dono di Ture ha detto...

Perchè mi sale una bestemmia a vedere quella copertina??

Mario De Roma ha detto...

E' pesantemente underpowered...

Il mio mac vecchio di 6 anni ha gli stessi gigahertz, e lo stesso hard disk, dai.

Cosa cambia per la casalinga di voghera? I giochi in flash di facebook ci gireranno malissimo.

(flash in genere ha già dei problemi con i mac)

Funzionerà solo se il prezzo è sotto i 200, meglio sui 150.

Però è noto che Apple + Low price è raro ed accidentale.

Alla sua uscita iPod dava 40 volte lo spazio disco dei lettori medi di mp3...

iPhone quando è uscito aveva 3 volte la potenza di calcolo della media dei cellulari...

Questo ha un touch screen... mah. Non è nemmeno un book reader, perchè non è e-Ink, ma un monitor.

Il nome è abbastanza buono, temevo iSlate... invece faranno cassetto sulla confusione con iPod. (ah, l'iPad? Ce l'ha la sora Gina per sentire gli mp3 lo voglio anche io!)

JenaPlissken ha detto...

Rileggendo meglio mi sono reso conto di aver trascurato il peso della parte finale dell'articolo. Abbiamo più o meno detto le stesse cose. Pardon ;)

Kappa ha detto...

[attenzione: questo intervento contiene una quantità abnorme di parentesi!]
Sono abbastanza d'accordo con la tua analisi. La cosa che mi colpisce di più è che non sei la prima persona che leggo a parlare della propria mamma come potenziale utente di iPad. Perché è così. iPad non è un prodotto per geek (che, tra parentesi, si stanno producendo ora in previsioni catastrofiche sul futuro di iPad con la stessa ridicola veemenza con la quale previdero l'imminente flop commerciale di iPod e iPhone. Anvedi.), è un oggetto pensato principalmente (ma non esclusivamente) per chi (per necessità o per non-competenza) ha bisogno di una macchina che abbia la stessa curva di apprendimento di un libro di cucina, o di un televisore, o di una macchina da scrivere.
Personalmente credo lo comprerò: sono stato un utente Newton e vedo in iPad il suo successore ideale. iPad è quello che Newton sarebbe dovuto essere, o diventare. Una macchina semplice, potente, versatile, delle giuste dimensioni, che permetta di fare cose quotidiane con semplicità.

PS: questo è il primo processore che Apple si fa in casa. L'acquisto di PA semiconductors ha portato i suoi frutti.

Final Solution ha detto...

http://img251.imageshack.us/img251/4460/1264670927335.jpg

Joel ha detto...

Sembra proprio che quando si è molto inseriti in un contesto se ne dimentichino gli altri.Almeno dai commenti.
Ka questione è che non ci siamo solo noi Nerds e nemmeno solo le nostre mamme ma anche tutta una serie di persone, di lavoratori, che con un aggieggio del genere vedono completamente rivoluzionata la loro vita lavorativa, pensate ai cataloghi aziendali, alle presentazioni dei venditori, ai menu dei ristoranti ai cataloghi dai parrucchieri, a livello commerciale è esattamente ciò che serve. Fa ciò che serve ed è semplice da usare e bello da vedere, a breve ci saranno venditori e professionisti che lavoreranno con questo gioiellino.

gianluca ha detto...

@Joes: Menù dei ristoranti? Evviva la fantasia a briglia sciolta, eh?

Gipi ha detto...

Posso tranquillamente farne a meno.
Lo compro.

RRobe ha detto...

Esatto :asd:

Gokachu ha detto...

Analisi molto soddisfacente e illuminante, se non sul fatto che, come già detto, senza e-ink non è un e-book reader. Per leggere NON va bene. O va bene come leggere su un monitor, su un iPod o su un Nokia. Insomma l'unico punto "di forza" non c'è.

Kappa ha detto...

@Gokachu: E chi mai legge su di un monitor?

Daniele - INeDiA ha detto...

Ripesco questo vetusto post per segnalarti che la tua "visione" si è realizzata..!

http://www.macitynet.it/macity/articolo/Primo-computer-a-99-anni-un-iPad-ovviamente/