30.1.10

[RECE] Paranormal Activity


Ho visto questo film qualche mese fa, spinto dalla curiosità suscitata dal grosso successo che ha riscosso in patria. E l'ho subito dimenticato. L'uscita nelle sale italiane me lo ha riportato in mente.

Avete presente quando vi capita di fare qualcosa di così imbarazzante che il vostro cervello tende a cancellarla?
Una roba del tipo:
"Roberto, ti ricordi di quella volta che hai vomitato sui piedi del proprietario di un locale di biker?"
"No".
"E di quando uscivi con quel mostro Aniba che abbracciava gli alberi?"
"Nemmeno".
"E di quando andavi vestito uguale a Spike di Buffy, capelli ossigenati compresi?"
"Non ero io".
"Ho qui le foto".
"HO DETTO CHE NON ERO IO".

Ecco, così.
La visione di "Paranormal Activity" mi ha messo nello stesso stato di negazione da imbarazzo.
Vorrei non aver visto quel film. Vorrei non essere stato così stupido da sprecare un'ora e mezzo della mia vita solo perché no so resistere a una buona campagna viral.
Vorrei non aver costretto nessun altro a vederlo.
Paranormal Activity ha le stesse qualità di un film porno amatoriale, senza le scene di sesso.
Una presa per il culo continuata e insistita, il punto zero degli handy cam horror.
Lasciatelo perdere. Fate finta che non ne abbiate mai sentito parlare o, se proprio non ce la fate, scaricatevelo. Ma vi prego, non dategli i vostri soldi.

E comunque, alla fine lei viene posseduta e uccide lui.

p.s
nella versione originale, quella del primo montaggio, anche lei muore, uccisa dalla polizia.

p.p.s.
Sì, lo so. Siete incazzati perché vi ho rovinato il film. Ma fidatevi di me: vi ho fatto un favore.