7.2.10

Post-Post-SuperEroismo.


Capolavoro di Josh Whedon.
Sottotitolato interamente in italiano su YouTube.

Riflessione a margine: il concetto di super eroe o torna alle sue origini o è finito.

27 commenti:

Riccardo Torti ha detto...

ma poi la fanno la seconda?

RRobe ha detto...

Pare di sì.

Dario ha detto...

Ma è meraviglioso!
E poi l'interpretazione di Neil Patrick Harris mi ha mandato ai matti. :D

KoTa ha detto...

Con tornare all'inizio intendi le atmosfere naif di una volta?

RRobe ha detto...

Dico che ormai è talmente decostruito che non si può più andare avanti.
L'unica è tornare indietro, come ha fatto Morrison con All Star Superman.

KoTa ha detto...

Ok, quindi proprio all'idea di un vero e proprio eroe, senza troppe menate e "realismi", a spingendo sul fatto che è qualcosa di irreale e prendendo il più possibile da questo?

RRobe ha detto...

Riprendendo il mito.
Questa roba di Whedon sembra a parola definitiva dopo tutto il post-supereroismo.
Alla fine, da Watchmen in poi, fino ad arrivare a Kick-Ass passando per Authority, Ultimates e soci, il superumano realistico lo abbiamo veramente esplorato in tutte le salse.

keison ha detto...

tsk

RRobe ha detto...

Cosa?

Planetary ha detto...

Io Authority (quello di Ellis) l'ho sempre visto come un ritorno al mito e al sense of wonder, in fondo si basavano tutti su archetipi già esistenti e ben riconoscibili.
Discorso a parte Planetary che mi sembra più una tesi sul linguaggio.

Planetary ha detto...

Ah, sta roba di Whedon è fantastica (e lui è un gran compositore di musical) :)

Marco ha detto...

Beh, gli stessi Moore e Morrison l'hanno capito più o meno dalla fine di Watchmen. Lo dimostrano gli ultimi episodi di Animal Man e il Supreme di Moore degli anni novanta che anticipa alcuni temi dell'All Star di Morrison. La linea 1963 e quella ABC erano un tentativo di recuperare certi archetipi narrativi.
Ma ciononostante il post-Watchmen è scarsamente ricordato. Millar e Miller campano ancora da dio, riproponendo in salsa goliardico-demenziale gli stessi decostruzionismi che una volta erano elementi per storie serie.
Vedi ad esempio All Star Batman e Kick Ass, che in fondo sono goliardate, e non potranno mai essere il futuro dei supereroi, al massimo è un gioioso chiodo nella bara.

Mattia ha detto...

Semplicemente meraviglioso.

:A: ha detto...

"Dico che ormai è talmente decostruito che non si può più andare avanti.
L'unica è tornare indietro."



Nel 2000 Kurt Busiek, in un'intervista apparsa negli extra del DVD di Unbreakable, diceva la medesima cosa.

Personalmente trovo che sia l'archetipo ad essersi esaurito, dopo quasi un secolo in cui è stato decostruito, sviscerato e condito in tutte le salse. Chiaramente IMO.

Adriano ha detto...

Sono andato in fissa!!!!!!
DA PAURA!
Un Bat-Man con Adam West senza POW e SBAM sullo schermo, musicato degno del miglior Rocky Horror Pitcures Shoe o La piccola bottega degli orrori....

Giangidoe ha detto...

Io ho adorato quest'operazione, e aspetto trepidante il secondo episodio.
Mitico Neil. Che io già l'adoravo quando faceva DOOGIE HOWSER (antesignano storico di Dawson's Creek e dei vari dramedy ospedalieri contemporanei).

Speriamo bene.

nightwing ha detto...

Io adoro Harris
in pratica seguivo "E alla fine arriva mamma!" solo per lui !!!
Bella scoperta questo Dr Orrible

come al solito solo qui potevo scovare certe chicche

werther Dell'Edera ha detto...

A me i supereroi mi divertono comunque, revisionisti e non. Sono le brutte storie che mi fanno cagare!

Fabrizio ha detto...

Neil Patrick Harris è un grande ^___^

Per altro, la direzione di Morrison in All Star Superman è si vede a tratti nel suo Batman e nell'ultimo Batman di Miller

KoTa ha detto...

Beh, ora stanno andando i cattivi che diventano "eroi", come Thunderbolts e Dark Reign...

Mude ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=6dSryyiVnx8


how i met your mother è un capolavoro lol anche dr horrible non scherza

brainmover ha detto...

OT (dipende, però):
Jack Bauer è dio e noi tutti lo amiamo.

http://www.youtube.com/watch?v=AuzPN_8GwYA

adrien chrome ha detto...

bello dr horrible!
e molto interessante il discorso sul futuro dei supereroi.
a qusto proposito consiglio una visione immediata delle sei puntate di the misfits, serie inglese che da un'interpretazione sorprendente del tema, ricordano un po' i runaways ma questi sono brutti sporchi e fottutamente inglesi

McClod ha detto...

Invece secondo me c'è ancora strada per la decostruzione.
Hai letto Black Summer e No hero di Ellis?

Antonio ha detto...

"1963 di Moore mi piaceva di più quando si chiamava Doom Patrol 53"
Mark Millar, nel 1994.

keison ha detto...

niente

"SIMO' PAGI" ha detto...

Dr horrible è splendido, è proprio vero,e a chi non li conosca già straconsiglio anche dollhouse e firefly (sempre di whedon)...non ve ne pentirete!