28.4.10

Guarda che è agli altri che devi tirare le frecce, eh?

Avete presente quando in una sit-com un particolare personaggio è così dirompente da fagocitarsi tutto il resto?
Ecco, è quello che sta succedendo alla nostra campagna di Pathfinder.
Il fatto è che Ràzzia, il coboldo che sto ammaestrando come futuro servitore di genio del male, è un personaggio non giocante fantastico.
Il vero, solo, unico, protagonista del nostro gruppo.
Riccardo dovrebbe interpretare Ràzzia per tutto il resto della sua miserevole vita.

Giusto per farvi capire: nessuno sente l'assenza di Giacomo da quando c'è Ràzzia.
Sia chiaro, non l'avremmo sentita comunque, ma Ràzzia è un gradito bonus a qualcosa di già positivo.
Comunque sia, abbiamo perso un sacco di tempo a disegnare questo coboldo.

Questa è l'azzecatissima interpretazione di Werther.


Questa è l'altrettanto buona versione di Emiliano.

A proposito di Emiliano, il suo mezz'orco ranger continua a destare forti perplessità...
Ok che è un bel tomo...

...ma il fatto che continui a declamare poemetti all'interno del dungeon crea dei dissapori all'interno del gruppo.

Sarà per questo che suo fratello, interpretato da Giulio, gli ha scagliato una freccia nel sedere. Ok, lui dice che è stato un lancio di dadi avverso ma io penso che quella freccia sia volata sulle ali del nostro sentire comune.
Comunque, a causa di questa svista e della sua cronica incapacità di disegnare, Giulio è stato incaricato di realizzare la mappa delle segrete in cui ci stavamo inoltrando.

Adesso... questa è la versione reale della mappa del dungeon:
Questo, invece, è un dettaglio della mappa disegnata da Giulio......capirete che abbiamo avuto qualche problema a orizzontarci.

Per il resto, la partita di ieri si è segnalata per la mia splendida condotta, per l'assenza di Giacomo, per le millantate uccisioni di Emiliano, per la gradita assenza di Giacomo, per una litigata da checche isteriche tra il personaggio di Werther e quello di Emiliano, per Werther che ballava il moonwalker davanti a un paio di orchi affranti, per la sorprendente ma non sgradevole assenza di Giacomo, e per la sottile arte della seduzione applicata da Giulio ai danni di una orchessa che ci aveva chiesto di liberare la sua tana da degli uccellacci che la infestavano.

La sessione di gioco, in poche parole, è stata piuttosto divertente, come al solito, anche se alla fine c'è stato un tentativo di colpo di stato da parte di Werther che voleva portarsi via i suoi disegni per postarli sul suo blog.
Egoista.

Si gioca anche la settimana prossima.
purtroppo, torna Giacomo.



p.s.
QUI trovate la prima sessione di gioco.

7 commenti:

Avion ha detto...

Il penultimo disegno m'ha steso.

werther Dell'Edera ha detto...

La litigata da checche isteriche non me la ricordo, sarà un'altra delle tue solite mistificazioni che amiamo tanto (un po' come la storia di sto Giacomo, ma poi chi è Giacomo?). In compenso mi ricordo benissimo di aver fatto un moonwalker che levete! Quegli orchi sono tuttora basiti, morti, ma con u espressione basita sul volto.

Riccardo Torti ha detto...

orco f4, una nuova razza.

E comunque il vostro coboldo di fiducia tra un paio di livelli sarà il vostro capo indiscusso!

amal ha detto...

werther tutta la mia solidarietà per il tuo mancato colpo di stato.

solid.

keison ha detto...

a cavallo biastimato j'ariluce er pelo.
E comunque ti querelo.
:D:D

Emi ha detto...

Mi sfuggono le motivazioni di cotanta acredine nei confronti della poesia mezzorca.

keison ha detto...

...e nei confronti di Giacomo...anche nei confronti di Giacomo