19.4.10

[La Vita è n'Mozzico] V (Visitors)

Così poco tempo, così tante serie televisive da vedere.
Questa nuova rubrica ha lo scopo di segnalarvi tutte quelle serie televisive da cui stare lontani per non sprecare inutilmente il vostro tempo.
In sostanza: non sareste stati felici se qualcuno vi avesse avvertito per tempo, prima di iniziare a guardare Lost?

Oggi parliamo di Visitors, il remake della "gloriosa" serie televisiva del 1983.
Ricordate le divise rosse?
Non ci sono.
Le spalline stratosferiche?
Nemmeno.
Gli occhiali a fascia, le voce gracchianti, le cotonature?
No, no e ancora no.
E tutto sommato, queste cose possiamo anche accettarle: in fondo (e purtroppo), non siamo più negli anni '80, giusto?
Ma che non ci siano nemmeno i topi usati come snack, ecco, quello è inaccettabile.
Così come è difficilmente digeribile che al posto della metafora sul nazismo, i collaborazionisti e la resistenza, si sia optato per un blando parallelismo con le nuove religioni che lavano in cervello alla gente.
Aggiungiamoci un gruppo di personaggi poco ispirati, una trama senza guizzi, brutti effetti speciali, la mancanza di un qualsiasi tema musicale, e un design delle navicelle aliene che fa rimpiangere quello originale, e il quadro è completo.
In poche parole, piuttosto che vedere questo remake, riguardatevi la serie originale, almeno ci sono Michael Ironside, Robert Englund e Jane Badler che mangia i topi.
Unica nota positiva in tanta noia è il replicante di Michael J. Fox.


Episodio in cui ho capito che questa serie NVIMPT (Non Vale Il Mio Preziosissimo Tempo): la 6°
Se siete andati oltre, sappiate che state sprecando la vostra vita.


L'originale.


Il remake