10.6.10

Luttazzi è così abituato a copiare Lenny Bruce...

...che gli ha rubato pure la linea difensiva.

Detto tra noi...

A) la storia dei monologhi citati-rubati di Luttazzi è vecchia come il cucco e bastava aver visto un paio di monologhi di Lenny Bruce o di Bill Hicks per rendersene conto.

B) quello che fa Luttazzi non sarebbe così scandaloso in primo luogo perché è bravo a integrare, adattare e mettere in scena il materiale "rubato" e, in secondo luogo, perché permette a molti italiani di conoscere il lavoro di alcuni comici stranieri che altrimenti sarebbe rimasto per sempre oscuro, da noi... ma dovrebbe farlo alla luce del sole, in maniera dichiarata, senza dire cose come quella che dice in questo filmato (dal minuto 4:40) e senza mettersi a piagnucolare quando un Bonolis qualsiasi fa la stessa cosa con lui (con una battuta che, oltretutto, non è nemmeno sua).

p.s.
la giustificazione che è apparsa oggi sul suo blog è ridicola.

56 commenti:

Vaz ha detto...

Sinceramente mi sarei aspettato un commento con un po' più di cognizione di causa. Che Luttazzi permetta agli spettatori italiani di conoscere grandi comici americani è una cazzata colossale, perché a parte quei 2-3 nomi fatti ogni tanto, ovvero i mostri sacri dello stand-up comedy, DL si è sempre ben guardato dal nominare le fonti cui ha attinto a piene mani, e ha tirato fuori la storia della caccia al tesoro solo dopo essere stato beccato con le mani nella marmellata.

Luttazzi per me come attore è un cane e nel confronto con gli autori originali del materiale esce con le ossa rotte, ma c'è il blog di Ntoskrnl per tutti i particolari, se non l'hai fatto facci un giro perché il furto, perché di questo si tratta, è di dimensioni enormi.

RRobe ha detto...

Dove ho detto che non si tratta di un furto?

RRobe ha detto...

Certe volte ho davvero l'impressione che leggiate una parola sì e venti no.
Il titolo del pezzo è una presa per il culo a Luttazzi e tu mi stai dicendo che lo difendo?

Fabio ha detto...

RRobe, io ti ho letto tutto. :)
Ti faccio una domanda più fica.

Non credi che una cosa come copiare una porzione enorme di repertorio sia impossibile da fare "alla luce del sole" come dici tu?
Questa cosa non si può fare, a meno di non cambiare mestiere a fare l'antologista o il traduttore.
Hai visto sul famoso blog quanto occupa l'elenco dei pezzi copiati? Ci si mette cinque minuti solo a scrollarlo.

Emi ha detto...

La cosa positiva è che non ci sono tonnellate di colleghi che si sperticano per difendere il diritto al plagio, come è successo con i fumettari.

RRobe ha detto...

Yep. L'ho visto.
La lista verrebbe più lunga se la si facesse sui testi di Sclavi.
O su di un singolo film di Tarantino (Kill Bill non ha nemmeno una singola scena che non sia stata rubata da qualche altro film).
E pure i film di DePalma hanno intere porzioni del tutto "rubate" alla filmografia di altri autori.
Smontare e rimontare in forme nuove è uno dei principi base del post-modernismo.

Il punto è solo la purezza di intenti e l'onestà intellettuale.
Luttazzi ne ha poca, a quanto pare.

latte e sangue ha detto...

O_O! ... ma la scenografia nel pezzo finale di George Carlin l'ho vista recentemente utilizzata da qualche altra parte o ho la febbre ansiogena da scopiazzamento dopo aver visto la youtubata ??!

Kekko ha detto...

l'unico punto che davvero rompe le palle è che luttazzi non lascerebbe MAI passare se un comico rubasse come ruba lui, anche se non rubasse da lui in prima persona. poi luttazzi rimane un grande, per carità.

che palle. è molto meglio quando ti trovi davanti a uno schermo e guardi una cosa che fa ridere senza conoscere i retroscena.

Fabio ha detto...

Mi sembra che si nobiliti troppo una mera traduzione di colleghi d'oltreoceano (spesso opaca e depotenziata rispetto all'originale).
Non è che siccome esiste il post-modernismo, allora non esiste più il plagio.

Ma non hai risposto alla mia domanda: Luttazzi poteva fare tutto questo alla luce del sole, come tu dici che sarebbe stato giusto fare? Quali sarebbero state le conseguenze se fin dall'inizio della carriera lui avesse optato per questa trasparenza?

RRobe ha detto...

Boh. Io ho optato per la trasparenza.
Quando pesco qualcosa lo dico chiaramente e non mi pare di aver avuto grossi problemi.

Fabio ha detto...

Però non sei diventato ricco e famoso...

RRobe ha detto...

Sono all'apice del mio settore.

latte e sangue ha detto...

Ecco dove avevo visto l'idea delle sedie impilate... ma credo che in questo caso sia proprio un caso !
ah la linea sottile...

http://www.youtube.com/watch?v=ckiHasf_YSo

@Rrobe

apice del settore ?

francesco ha detto...

probabilmente sono gli ultimi degli ingenui... ma ho appena letto il post di difesa di Daniele... e non mi sembra così tanto debole...

Magari il tipo del blog che lo attacca è solo uno rancoroso, uno che quando muore, accanto alla foto della lapide farà scrivere: 'azzo guardi?

RRobe ha detto...

Per Late e Sangue: segui lo scambio tra me e Fabio.
Di fatto, mantenendo sempre un'estrema chiarezza nel dire quando ho pescato in giro, non ho avuto alcun problema e oggi, non sarò ricco, ma sì, sono all'apice del mio settore: lavoro per la prima casa editrice italiana di fumetti, posso scrivere praticamente qualsiasi dei loro personaggi, mi stanno producendo un progetto mio molto ambizioso e impegnativo, pubblico cose mie più autoriali e vengo stampato in altre nazioni.'

L'onestà intellettuale non mi ha creato problemi, anzi, mi ha premiato.

latte e sangue ha detto...

Sì ho riletto bene tra te e Fabio.
E per quanto io mi inchini di fronte a Tarantino ne faccio una differenza abissale con Kubrick. Capisci cosa intendo ?
A parte il discorso di chiarezza nel dichiarare forti ispirazioni che è alla base di un'onestà intelletuale ... il curriculum che hai appena srotolato è l'apice del settore ?

RRobe ha detto...

Bho.
Dimmi tu i parametri di "settore" e "apice".

Fabio ha detto...

Naturalmente io non mi sto mettendo a questionare il tuo curriculum o il tuo successo personale, o ancora il tuo conto in banca.
Quello che voglio dire è che il costo dell'onestà è che devi essere bravo e originale, che devi lavorare e che probabilmente non diventerai ricco.

Sottolineo questa banalità per dire che se Luttazzi non avesse spacciato per suo il più brillante materiale della scena comica internazionale forse ora non starebbe dove sta.
Non si può invitare a fare la "tara" a fine corsa.

latte e sangue ha detto...

beh non mi rilanciare con una domanda sulla mia teoria (sicuramente personale a meno che non interessi)
la mia era una domanda diretta:

il curriculum che hai appena srotolato è l'apice del settore per te ?

sì o no

gianluca ha detto...

Non capisco l'onestà intellettuale dei film di tarantino: non è che lui cita le fonti, se quelle fonti non le conosci (magari perchè sei giovane), potresti credere che siano farina del suo sacco.
Stessa cosa sarebbe con te, Rrobe, tranne per il fatto che spesso le citazioni vengono "svelate" qui o su altri forum. Io tante volte non ho riconosciuto una citazione. Ignoranza mia, lo ammetto... ma allora tono all'inizio: che significa onestà intellettuale?

RRobe ha detto...

Per Latte: e io ti replico di nuovo, dipende dai parametri.
Secondo i miei, sì.
Poi io i tuoi non li conosco ma immagino di no, visto il tono.

RRobe ha detto...

Per Gianluca: oltre che qui sul forum, si JD, per esempio, erano tutte segnalate in quarta di copertina, sin dal primo numero.

cristiano ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
cristiano ha detto...

@Emi:
fai conto che mi stia sperticando, dai!

latte e sangue ha detto...

No infatti, ma non vederci un tono per forza.

@ Gianluca
il bello di Tarantino è proprio il citazionismo violento, poi a un certo punto può anche rompere le balle e dar fastidio... anzi io preferisco che le citazioni non vengano appunto citate ma riconosciute
Per esempio Luttazzi avrebbe potuto impostare così: "In uno spettacolo di Caio diceva così - battuta -" e se fatto bene secondo me fà ridere lo stesso...

latte e sangue ha detto...

aaaaaa e Bergonzoni ! Usa tutto !! Testi, poesie, aforismi e li fà suoi, ma proprio suoi. Con una grande ed inimitabile reinterpretazione ti richiama a ciò che conosci, lo riconosci e ne diventa altra cosa... nuova

gianluca ha detto...

Rrobe, so benissimo che nel tuo caso vengono sempre fuori, l'ho anche detto... ma nella maggior parte dei casi dipende solo dal grado di conoscenza personale.

Ivan Vitolo ha detto...

pero' come dice "ops" lui non lo dice nessuno

Ivan Vitolo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Uriele ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Uriele ha detto...

Se a qualcuno interessa, il documentario di quaranta minuti si trova qui:

http://www.novamov.com/video/797pgh26iljwa

Nonostante il plagio, non rimpiango nessun biglietto pagato per uno spettacolo di Luttazzi: non conoscevo le battute dei comici americani e ho riso quando le ho sentite uscire dalla sua bocca. E' riuscito a intrattenermi e a farmi divertire, anche se con battute di altri: valeva il prezzo del biglietto, come lo vale Bergonzoni

Ivan Vitolo ha detto...

beh hai pagato quando bastava andare su iutub per vedere le stesse cose sottotitolate alla faccia del compiacimento

Speedwagon ha detto...

@gianluca: Tarantino non ha nessun problema a citare chi lo ispira. A volte cita tizi che conosce solo lui...

RRobe ha detto...

Sì, ok... ma il fatto che è stato il primo a portare Travaglio in tv ce lo scordiamo?

Ivan Vitolo ha detto...

il bello è che lui dice che "cita" perchè cosi' si difende meglio da chi lo accusa che la sua non è satira. Se questa non è satira...

Uriele ha detto...

@ Ivan; si chiama teatro. Alle volte le persone escono di casa con gli amici e vanno in questi luoghi esotici. C'è anche la figa e no, youporn sottotitolato non è la stessa cosa :D

Ivan Vitolo ha detto...

@Uriele che c'è da sottotitolare su youporn?

@Rrobe è un pregio o un difetto?

Uriele ha detto...

beh, dipende: "nel culo no" in tedesco non lo capisco, senza sottotitoli.

Ivan Vitolo ha detto...

@ Uriele
ahahaha usa google translate

Uriele ha detto...

Sì ok, ma tu lo sapresti scrivere in tedesco dopo averlo sentito dire in un video? I sottotitoli sono fondamentali per capire la trama

Ivan Vitolo ha detto...

andrei ad intuito, tipo vedrei come si scrive "culo" e "no" poi quando qualcuno lo pronuncia intuirei che in quel momento non vuole riceverlo nel culo, poi la mimica facciale fa il resto

Ivan Vitolo ha detto...

P.S.
hai idea della faccia che fa uno quando scopre che sta per essere inculato contro la propria volontà? penso che in tedesco sia uguale.

Vaz ha detto...

@RRobe: colpa mia, ho frainteso. È che ultimamente ho letto difese identiche alla tua (e in tono serio) da non rendermi conto del tono perculatorio. Se dai un'occhiata ai commenti all'articolo della Fornario su L'Unità (ma anche sul blog della Lipperini) da strapparsi i capelli.

Uriele ha detto...

Facciamola più difficile: come te la caveresti a tradurre gli urli e i moccoli tirati dall'attrice dopo un accidental creampie? Lo studio filologico, l'evoluzione del linguaggio e il disagio sociale.... (Bona, dai :D)

@RRobe: penso che Luttazzi abbia avuto tutto il tempo di pentirsene...

Ivan Vitolo ha detto...

ok... mi hai m esso in difficoltà... mi arrendo, qui' manco google translate se la caverebbe

Faust VIII ha detto...

Vaz e io abbiamo un'opinione diversa sull'artista Luttazzi. La questione però, è più complicata di come è venuta fuori ultimamente, e se ne parla da anni: in rete ne ha parlato Rocca, bucknasty e da due anni esiste il blog di ntvox. Discussioni su discussioni aperte sui forum. Il tuttom sarebbe potuto emergere molto prima. In realtà è stato il video che ha calamitato l'attenzione della massa("Leggere? E come faccio a leggere, non c'è neanche una figura!") Non so quanto regga la "scusa" della Caccia al Tesoro: io vorrei che lui fosse più trasparente sulla questione, ma mi dispiace che il Giornale strumentalizzi la cosa a scopi politici (grandi merde) e che in qualche sito ci sia un clima da caccia alle streghe. Cose che l'artista (e l'uomo) Luttazzi, non merita.

el mauro ha detto...

@ Latte
Mica ho capito cosa ci trovi di strano nella frase di roberto. Afferma "sono all'apice del mio settore", il suo settore è fare-fumetti-in-italia. Lavora per tutti gli editori possibili facendo più o meno quello che vuole. Ci campa. Ci dà lavoro ad altri.
Però secondo te questo non è l'apice del suo settore. E allora quale sarebbe?

Faust VIII ha detto...

Un commento di Licia Troisi, che parla anche delle enormi aspettative dei fan che gli artisti, essendo umani, deluderanno sempre=>http://www.liciatroisi.it/2010/06/11/artisti-e-fan/

luttazzi4ever ha detto...

"caccia alle streghe", è quello che ha detto Faust e ne sono ben d'accordo. Si parlava già di codesta situazione anni fa, e Luttazzi già ne parlò sia con l'autore del blog, sia sul sito. Mi accodo con Francesco, essendo anche io uno degli ultimi degli ingenui.

Ivan Vitolo ha detto...

qui il filmato completo http://www.novamov.com/video/797pgh26iljwa

Eddie ha detto...

Non è la prima volta che leggo o vedo qualcosa del genere su Luttazzi e questo mi dispiace.
Ciò nonostante penso che Luttazzi sia comunque un grande personaggio "completo", visto che oltre che un comico anche è presentatore,scrittore se non ricordo male ha registrato un cd musicale.
Io non voglio schierarmi con nessuno non voglio accusarlo tanto meno elogiarlo, ma ci tenevo a precisare questi accorgimenti (non da poco)di un personaggio che a mio avviso può dare molto al mondo televisivo da cui ingiustamente è stato allontanato(come molti altri grandi) per una porcata chiamata "Editto Bulgaro".

luttazzi4ever ha detto...

Questa è la difesa di Luttazzi fatta da un blogger di questo pazzo web. Vatti a fidare dei siti che "controllano internet e registrano tutto". http://puntofisso.net/techblog/?p=168

Ora la difesa del Daniele dovrebbe essere più forte, direi.

Uriele ha detto...

@ Luttazzi4Ever: cito le fonti. Questo cosa mi mancava e me l'ha fatta scoprire il bellissimo post di Nipresa (BuoniPresagi). Luttazzi non è mai stato particolarmente a favore della circolazione libera dei testi e ha fatto anche pressioni a Wikipedia:

"Ciao. Sono Daniele Luttazzi. Qualcuno degli autori Wikiquote mi ha chiesto se ero d'accordo sulla pubblicazione di alcune mie battute. Ok, ma solo una decina. Di più è approfittarsene. Non costringetemi a ricorrere all'avvocato."

http://it.wikiquote.org/wiki/Discussione:Daniele_Luttazzi

Tu non puoi citare più di 10 pezzi suoi (anche citandolo come fonte), altrimenti sguinzaglia gli avvocati e poi lui fa il gioco della Caccia al Tesoro? Dubito!

luttazzi4ever ha detto...

Luttazzi ha sempre detto che non vuole che si filmino senza autorizzazione i suoi spettacoli, ci tiene a preservare la paternità delle sue opere. Se gli eredi, o gli autori stessi (per quelli vivi), di coloro che lui ha "copiato" ponessero una diffida lo si potrebbe ovviamente fare, e così finirebbe la storia.

luttazzi4ever ha detto...

E pure io, come te, non rimpiango alcun spettacolo visto a teatro. Due ore di risate consecutive, direi.

senility ha detto...

signori, la difesa strenua che fa riguardo alla partenità di una battuta non sua, mi fa pensare che ci sia del patologico.
qui non si parla di qualche idea, di qualche tecnica, di qualche barzeletta aggiornata.

Io ho letto il blog di Ntoskrnl, in questi giorni, e la mia idea è che tutta la carriera sia stata costruita sulla traduzione di materiale anglofono.

Solo che non sono più gli anni 60, non puoi fare album interi traducendo canzoni degli animals, e poi registrarla alla siae come tue.

A me piaceva Luttazzi, e ora so perchè, ha preso il meglio dai migliori comici del mondo, è difficile sbagliare con un repertorio così.

Cazzo il furto a Schimmel è inquietante... veramente penso che ci sia del patologico, dalla difesa che fa contro bonolis, viene il dubbio che lui pensi davvero di aver inventato tutta quella roba, si è convinto di essere un genio... mi aspetto un ricovero per esaurimento nervoso... "hanno copiato tutti da me! Anche Aristofane!!!"