7.7.10

C'è vita su Marte!


Torniamo a parlare di siti e blog che si occupano di fumetto.
Strano a dirsi ma le cose si sono mosse da quando ho scritto QUESTO pezzo di qualche mesa fa.
E' quindi necessario fare un nuovo punto della situazione.

Stato:
cristiano rinato.

Si è rinnovato nella grafica e, pare, nei contenuti.
Meno recensioni, meno news, più approfondimenti e riflessioni.
L'atteggiamento di fondo però, sembra essere rimasto lo stesso, quindi l'atmosfera che si respira sul sito è quella di "vorrei tanto essere il Newyorker". Nulla di male, comunque: l'aspirazione è nobile, per quanto un poco snob-fighetta. Quello che conta davvero è ci sia l'entusiasmo, la voglia di fare e i mezzi per farlo.

Terapia Suggerita:
prendersi un pizzico meno sul serio, buttare nel cestino le brevisioni e concentrarsi sui contenuti più articolati, per il resto, la strada intrapresa è quella giusta. Ora bisogna tener fede ai buoni propositi.

Stato:
rock'n'roll

Sono stati i primi a rinnovarsi e lo hanno fatto meglio e più di tutti.
Bella la nuova veste grafica che forse non è il massimo dell'eleganza ma è divertente e d'impatto. Funzionale e semplice, la fruizione.
Aggiornamenti costanti, news, recensioni, una vivace area di discussione comune e, a dispetto del nome, una visione sul fumetto davvero a 360°. Sono migliorati sotto tutti gli aspetti carenti della vecchia versione.

Terapia Suggerita:
E' un sito fatto di giovani e di appassionati, e si vede. Forse i suoi contenuti sono meno strutturati rispetto ad altre realtà ma va bene così perché l'entusiasmo che c'è dietro si avverte chiaramente e, con l'esperienza, verrà anche il resto. L'unico consiglio che mi sento di dargli è quello di rimanere così.

Stato: si tocca

Rinnovato anche questo. Si nota un miglioramento nella quantità dei contenuti e una nuova voglia di fare. Continua a essere carente la voglia di proporsi fuori e una certa chiusura al suo interno ma è un buon sito.

Terapia Suggerita:
uscire di più, invitare più gente a casa.

Stato:
odora come una vecchia zia.

Il giudizio rimane lo stesso dell'altra volta, con l'aggravante che sono passati mesi e la grafica e l'impostazione del sito è sempre più vecchia. A navigare tra le sue pagine sembra di fare un salto nel passato di 10-15 anni. Un'esperienza di archeologia del web interessante, ma che non credo che sia nelle intenzioni dei suoi curatori.

Terapia Suggerita:
un lifting per far sparire tutte quelle brutte rughe.

Stato:
guadagna sulle spalle degli altri

Non ho nulla contro quelli che ci scrivono sopra, anzi, alcuni li apprezzo. In compenso, ho parecchio contro la linea di condotta del gruppo che lo gestisce, sotto ogni punto di vista. Non mi piace le condizioni in cui lavorano quelli che scrivono per loro, non mi piace la condotta professionale che gli viene imposta, non mi piace la linea editoriale, non mi piace che sia così popolare a fronte della sua povertà di contenuti (anche se la sua popolarità è pure il suo merito maggiore). E' un oggetto estraneo per il nostro settore e per questa ragione che non me la sento più di esprimere un giudizio su questo spazio.

Terapia Suggerita:
Nessuna. Non mi riguarda.

Stato:
innocuo

Anche qui, un piccolo rinnovamento nella grafica e nella struttura, ma i contenuti, fatti di news, puntuali e frequenti, restano gli stessi. Il problema è che spesso sono poco interessanti (oppure, sono raccontate in maniera noiosa, decidete voi).

Terapia Suggerita:
andare a qualche festa.

Stato:
nel pozzo.

Dal ghetto al pozzo.
Un sito che avrebbe tutto per essere interessante e meritevole che viene affossato, ogni giorno di più, dagli ingombranti editoriali dei suoi due gestori, Alessandro Bottero e Giorgio Messina.
E non lo dico perché i loro pezzi sono faziosi (e lo sono), o perché continuano a portare avanti una retorica del perseguitato davvero stucchevole, e nemmeno perché inseguono (o cercano di creare) le polemiche solo per alzare i contatti... il problema è che quegli editoriali sono stupidi.
Non scomodi, o volgari, o scorretti... solamente stupidi. Ci vuole intelligenza, capacità di analisi, abilità dialettica e profondità, anche nella provocazione. Specie, nella provocazione. E voi, Alessandro e Giorgio, queste qualità non le avete. Poi forse sarete delle brave persone (e nel caso di Alessandro lo so per certo), ma il ruolo che vi siete scelti è aldilà delle vostre capacità. Prima ve ne renderete conto e vi tirerete indietro, prima il vostro sito crescerà davvero.

Terapia Suggerita:
un passo indietro per farne dieci avanti.

Stato:
eppur si muove

La sua (bella) vesta grafica ha, purtroppo, il demerito di non mettere bene in evidenza lo sforzo che quelli che gestiscono questo sito stanno facendo per renderlo più ricco e puntuale. Di recente hanno anche ampliato la loro offerta, dando vita a un blog molto interessante. Continuo però a non capire perché facciano così poco per promuoversi. Tra i miei preferiti.

Terapia Suggerita:
farsi un profilo su Twitter e Facebook.

Stato:

Grafica vecchia. Contenuti prossimi allo zero. Speciali di approfondimenti che suscitano ilarità più che interesse tanta è la loro povertà (vedere lo speciale su Canemucco, arrivato buon ultimo e composto da un'intervistina e una recensione striminzita).
Il sito di CUS è morto e da un pezzo. Il suo forum, invece, continua a rimanere un posto divertente in cui parlare di fumetti.