24.7.10

Guerrieri... venite a giocare alla guerra?

Chissà perché gli esseri umani amano così tanto spararsi addosso.
No, fermi, sono sicuro che fior di sociologi e psicologi hanno già risposto a questa domanda e non ho assolutamente voglia di mettermi qui a intavolare un discorso pseudo-serio.
Diciamo solo che giocare alla guerra è divertente.
Era divertente da ragazzino, quando giocavo "ai cowboy", è divertente adesso, quando entro in un'arena di Halo o passeggio per le strade di Armadillo.
E così, quando quel nerd di Riccardo e la sua donna dynamo, hanno organizzato una partita al laser game, proprio non ho potuto resistere, e nemmeno questo mi ha potuto fermare.
Alla fine, siamo riusciti a coinvolgere quattrordici vittime sacrificali, tra fumettari e amici di Riccardo con soprannomi improbabili (Branda, Morbido, Vaiolo e via dicendo) e siamo andati qui, pura coattolandia (lo dico senza offesa, sono nato e cresciuto in un quartiere come, e peggio, di quello).
Erano oltre dieci anni che non entravo in un laser game e le cose non sono cambiate poi molto.
Il sistema di gioco, per me, continua ad avere le sue rogne e l'unico modo per divertirsi è applicando un minimo di fair-play... altrimenti finisce che litighi, che alzi la voce, che ti metti le mani in faccia e roba così.
Noi ci siamo divertiti. Specie Giulio, che è stato ucciso 68 volte da un suo compagno di squadra dal grilletto facile (Cirincione, da oggi conosciuto come "Mr. Fuoco Amico").

E adesso? Qual è la prossima cazzata in programma?
Ma questa, ovviamente!


NERF WAR!!!
E' già cominciata la corsa agli armamenti... questi pazzi della Hasbro fanno roba fuori di testa.