11.7.10

Ma mica se la sono presa, uh?

In questo pezzo, Messina dimostra che quanto ho scritto pochi giorni fa a proposito della qualità dei loro articoli è inconfutabilmente vero.

Nel mio pezzo affermo che Messina e Bottero scrivono editoriali stupidi?
Messina, nella sua risposta, riporta che ho detto che tutto il loro sito (che, grazie al cielo, non è realizzato solo da loro due), dice stupidaggini.

Io dico che LORO due, dovrebbero fare un passo indietro e non sprecare il buon lavoro che fa la loro redazione, offuscandolo con editoriali deliranti?
Messina riporta che li ho invitati a tacere.
E via discorrendo.
La chiusura del pezzo poi, è da antologia, con un delirante parallelismo tra il mio invito a migliorarsi e la legge bavaglio.

Come vi ho già detto, Alessandro, Giorgio: il problema non è che quello che scrivete è fazioso (perché lo è), il problema è che è stupido.

38 commenti:

maurizio battista ha detto...

Ho trovato la tua analisi su fda perfettamente condivisibile: effettivamente gli editoriali sono il punto debole di un portale potenzialmente ottimo.

In ogni caso, caro "oracolo", me li dai sei numeri vincenti? Se divento milionario ti regalo quello che vuoi. :-)

Mauro Padovani ha detto...

Concordo con le tue analisi.

zio-p ha detto...

come me la rido...

Riccardo Torti ha detto...

al fine una buona pubblicità a costi zero...

Daniele Di Nicuolo ha detto...

La situazione è così surreale da risultare quasi divertente, piuttosto e anzichenò.

flaviano ha detto...

niente sulla bellissima urguay - germania?

RRobe ha detto...

Purtroppo, ho visto solo il primo tempo.

peter79 ha detto...

Forza Olanda!!!

Tyler Namakawa ha detto...

hai provato ad appuntire un wurstel per usarlo come matita per brushes? Gli usavano con gli iphone quando si congelava e non ci si poteva togliere i guanti XD

3Deimos ha detto...

Queste cagate fra sceneggiatori scrittori critici e chi più ne ha più ne metta mi fanno sbellicare dalle risate. Manco i bambini col pannollone si punzecchiano in questo modo. Quando si crescerà mentalmente qui in Italia, le rane cadranno dal cielo.

RRobe ha detto...

Vale anche per te, eh? Che mi ricordo certi tuoi commenti che levati...

3Deimos ha detto...

"Vale anche per te, eh? Che mi ricordo certi tuoi commenti che levati..."

Ah ah ah...il punto è che io sono un mister nessuno mentre alre persone si credono Dio in terra. Come dice il detto: chi ha orecchie per intendere intenda. Oh, poi, anche la libertà di opinione è sacra ma le persone intelligenti di solito capiscono quando uno sa fare bene o meno il pagliaccio. Comunque c'è da ridersela davvero sotto i baffi.

Skull ha detto...

Sarò io, sarà la mia mancanza di malizia o di esperienza nel settore, ma sinceramente non ho mai letto niente di stupido negli editoriali di FDA: nè in quelli di Bottero nè in quelli di Messina.
Sono editoriali polemici, senz'altro: ma a volte serve anche la polemica per avere una visione quanto più completa di un fenomeno (il fumetto in Italia, per esempio).
Sono editoriali faziosi, senz'altro anche qui: sono decisamente dalla parte dell'editore, il che mi sembra anche giusto per i motivi di cui sopra.
Ma stupidi? Stupidi no.
Ce n'è di gente stupida sul web, e tu RRobe ne hai un'esperienza quasi martirizzante: ma non è assolutamente il caso di FDA e dei suoi editoriali, che invece ci mostrano spesso l'altro lato della medaglia arricchendoci, come tutti i punti di vista diversi dal nostro (di lettore, di sceneggiatore, di disegnatore).

RRobe ha detto...

Skull, guarda questo caso: aldilà della scorrettezza nello stravolgere quanto ho scritto, trasformando la critica a loro due in una critica generalizzate a tutto il sito (che invece apprezzo), nota il parallelismo che tentano tra quello che gli ho detto e la legge bavaglio. Quella non è polemica o provocazione, quella è stupidità. Perché se vuoi fare il polemico o il provocatore a me sta bene, anzi, ti apprezzo... ma se lo fai in maniera così ridicola , no.

Davide ha detto...

mi sfugge una cosa...
laddove sono "snocciolati" i numeri del sito...

mi sembra ovvio che "l'indirizzo" della "rivista" (?) non può essere certo dato dalle (1200? come si fa a capire quante sono? se potete aiutatemi....)

ma invece dagli editoriali (90?) e dalle recensioni/articoli

se non fosse che, se ho capito bene (vittorio mi aiuti? gli editoriali sono ben più degli articoli!

(ma dove mai si è vista na rivista con più editoriali che articoli? in pratica un editoriale ogni 3 giorni...)

è chiaro che fumetto d'autore (al netto delle news...) esprime più "commenti" (editoriali) ai fatti ed alle piccole grandi vicende del mondo del fumetto che ai fumetti...
e quindi questo resta

questa è la mia percezione
mi sbaglio?

sbaglio o vi sono 4 recensioni nuove da inizio giugno contro 8/10 (aiutatemi ma non riesco bene a districarmi nei menu) editoriali nello stesso periodo?

Davide ha detto...

(manca news qui)

mi sembra ovvio che "l'indirizzo" della "rivista" (?) non può essere certo dato dalle "NEWS" (1200? come si fa a capire quante sono? se potete aiutatemi....)

Skull ha detto...

"è chiaro che fumetto d'autore (al netto delle news...) esprime più "commenti" (editoriali) ai fatti ed alle piccole grandi vicende del mondo del fumetto che ai fumetti...
e quindi questo resta

questa è la mia percezione
mi sbaglio?"

Beh Davide, a parte che secondo me FDA è più equilibrato di quanto lo dipingi (90 editoriali contro 1300 articoli vari più o meno lunghi non mi sembra questa gran sproporzione), il discorso per il sottoscritto è proprio incentrato sul fatto che è questa presenza importante del punto di vista editoriale il fattore di eccellenza, il valore aggiunto del sito.
Su FDA di parla, in maniera scomoda senz'altro, politicamente scorretta spesso e volentieri, ma sempre nei limiti di una discussione civile e abbastanza pacata, di temi e argomenti che per altri siti (non blog) d'informazione sono tabù per vari motivi: primo fra tutti il conflitto d'interessi.
E se questa per noi lettori non è una ricchezza, un modo unico per capire appieno cosa si muove nell'italico mondo delle nuvolette stampate, cosa c'è dietro quella decisione editoriale che detestiamo o adoriamo per esempio, allora ci meritiamo un'informazione standardizzata su alcuni paletti intoccabili, o copiata direttamente dai siti esteri.

Davide ha detto...

scusa, c'era un buco e ho saltato news
puoi rifare il ragionamento su... 90 editoriali contro 90 recensioni?

così non è una sproporzione?

apprezzo l'idea di parlare di quel che ruota attorno al fumetto (editoria, traduzioni, etc)
ma il fumetto?

se il rapporto è quello che dico io non ti sembra sbilanciato troppo verso la discussione (non sempre necessaria e centrata - ma questo è il mio pensiero-) che sul fumetto?

PS aggiungo alla tua: non se ne parla magari anche perchè di alcune cose sembra non valga la pena parlarne (questo è un altro dei motivi, credimi, molto valido... senza stare a spiegare pezzo per pezzo)

Skull ha detto...

Sinceramente non vedo il problema, anche ammettendo un sostanziale equilibrio tra discussione sui fumetti e discussione sui meccanismi editoriali.
La discussione sui fumetti la fanno (e la possono fare) tutti: siti dedicati, forum, blog, ecc.
Ma la discussione sui meccanismi editoriali e sui loro "segreti" no, a parte Garamond Ciccarelli sul suo blog (che comunque è un blog, appunto, cioè una cosa diversa).

"PS aggiungo alla tua: non se ne parla magari anche perchè di alcune cose sembra non valga la pena parlarne."

Ecco, su questo perdonami ma non sono assolutamente d'accordo: vale SEMPRE la pena di parlare di certe cose.
L'autocensura è qualcosa di manipolabile (basta vedere come hanno ridotto il TG1): l'infomazione pura no.
Poi sul commento all'informazione si può essere d'accordo o dissentire, ma almeno si ha qualcosa su cui essere d'accordo o dissentire, su cui discutere.

Davide ha detto...

perdonami tu (:-D)
vale sempre parlare delle cose di cui vale la pena parlare

non è che fare un editoriale sull'acqua che oltre i 50 gradi centigradi diventa particolarmente poco fresca è sempre necessario...

:-D

e perdonami ancora, se i numeri sono questi, non c'è da meravigliarsi se (90 editoriali contro 90 recensioni di cui alcune -le tue- particolarmente corpose e interessanti ed alcune decisamente striminzite e "semplici") sembra un sito di "polemiche" e non di critica fumettistica (intesa come critica di fumetti non delle cose che girano intorno al mondo del fumetto)

poi, chiariamoci, per me sta bene che fda decida di fare più editoriali che recensioni
solo non meravigliamoci se così appare
visto che così è

questo è il mio punto di vista e penso di parecchi altri (che percepiscono ormai solo la "polemica" a tutti i costi)

è sbagliato?
può essere
io parlo di percezione
anche qui (http://www.quizzi.it/public/linksCentrali/Effetti%20ottici/effetto%20ottico%204.jpg)le linee sembrano non parallele eppure...

Davide ha detto...

(magari vediamo altri che dicono, giusto per capire se sono l'unico a vederla così... penso sia chiaro il mio punto di vista. non censorio, ma solo esplicativo)

RRobe ha detto...

Ricordate che la settimana scorsa FdA si è scagliata contro MangaForever perché, a detta loro, gli avrebbero copiato un articolo?

Ecco...

Articolo di Bad Taste del 22 giugno:
http://www.badtaste.it/index.php?option=content&task=view&id=13920&Itemid=29

Articolo vostro del 23 giugno:
http://fumettodautore.com/news/multimedia/1325-adam-mckay-in-pol-position-per-the-boys

Le stesse parole.

La faccia come...

Skull ha detto...

"sembra un sito di "polemiche" e non di critica fumettistica (intesa come critica di fumetti non delle cose che girano intorno al mondo del fumetto)"

Secondo me ci sono entrambe le componenti, anche se forse negli ultimi mesi ha preso piedi maggiormente la sezione "polemiche sulle cose che girano intorno al fumetto". ^__^
Ma, come dicevo, le recensioni le trovo anche altrove: le polemiche, mai fini a se stesse per quanto posso giudicare, purtroppo no.

X Rrobe: ouch, deve fare male! :-DD
Però è essenzialmente colpa del redattore della news, dai.

Davide ha detto...

allora divergiamo semplicemente sul giudizio (mai fini a se stesse è il tuo)

per il resto apprendo che non ti sembra anomalo un "magazine" (?) di critica (rivista, etc) che fa più editoriali che articoli di critica

Angelo ha detto...

No è che non capite
Badtaste non è una testata giornalistica professionale (profit o no profit che sia)e non ha nemmeno un ISSN.
Ne consegue che non è possibile che l'orgine di quella notizia sia badtaste perchè ne seguirebbe che la testata giornalistica FDA attinge (orrore !!!) a realtà amatoriali prive di una redazione professionale.

Mettendo un momentino da parte l'ironia l'esempio riportato da Rrobe non è mica il solo.
Mi viene in mente una news sulla chiusura di Little Orphan Annie che mi pare sia stata oggetto di qualche discussione con un blog tematico sulle striscie quotidiane.

Sempre colpa dello stesso autore della news ?

MicGin ha detto...

Il caso di mangaforever è di scuola, si direbbe in linguaggio accademico. hanno lanciato nei loro confronti un'accusa che non stava tecnicamente in piedi. ora salta fuori che c'è addirittura un testo uguale pre esistente.
Ne hanno fatte troppe in questi mesi.

Ma la cosa per me più incredibile è come hanno reagito di fronte ai consigli costruttivi. Ho cominciato così, mesi fa, dando consigli costruttivi. L'avessi mai fatto. Me ne hanno dette dietro di tutti i colori, con modalità spesso scorrette e talvolta anche volgari (una delle ultime frasi è stata "Chi cazzo sei tu").

La cosa è veramente incredibile perché, a parte forse Skull, la disapprovazione verso questo loro modo di fare è generale.

Qui non è un discorso di voler essere scomodi. Se qualcuno vuole vedere cosa vuol dire essere scomodi si vada a rileggere cosa scriveva su Comic Art Luigi Bernardi a fine anni ottanta. O certi articoli della prima Fumo di China, veramente puntigliosi rispetto a certe iniziative editoriali. Oppure certi blog, come questo per esempio.

In FdA c'è un rancore mai visto prima, che si traduce in obiettivi personali, mirati e ossessivi: Marco Rizzo, ComicUs, Lucca Comics, Afui etc.

A cosa serve tutto questo?
Soprattutto passata la polemica, cosa rimane?

Nulla se non solo rancori.
E questo è un vero peccato. Ed è precisa responsabilità di due persone.

Cmq finché c'è vita c'è speranza.

Skull ha detto...

Il rancore, se anche c'è, proprio non traspare dagli editoriali Michele: tantomeno dagli articoli o dalle recensioni.
E' sempre presente una forte vena critica e polemica, su questo non c'è dubbio, ma a parte gli scambi (che dovrebbero essere privati) tra addetti ai lavori/livori che citi tu non ho mai letto nulla di neanche lontanamente ossessivo, scorretto o volgare su FDA.
Le loro osservazioni danno fastidio, questo è evidente specie "dal di fuori" di quello che è il rutilante mondo dell'editoria a fumetti italiana, ma come dicevo al Rrobe secondo me li state dipingendo molto peggio di quello che sono in realtà.
E viene da chiedersi, sinceramente, se manchino di obiettività loro nel tirare dritti ignorando i consigli, o quelli che li dipingono come gli orchi del fumetto italiano.

Davide ha detto...

vittorio sembri una persona ragionevole

credimi, il rancore traspare
io non li ho definiti orchi
e quindi sono obiettivo o no?

traspare
e traspare la volontà di dare più spazio alla polemica (per te sempre necessaria per me molte volte pretestuosa) piuttosto che alla critica fumettistica

mi spiace tu sia coinvolto così da non rendertene conto

per intenderci, la cortina fumogena che hanno alzato con tutte queste polemiche fa passare in secondo piano i tuoi lunghi e approfonditi pezzi
ed è un peccato

per te, per loro, per il fumetto
se poi pensi che sia più importante uno qualsiasi dei 90 editoriali in 9 mesi vedi tu...
sono scelte

e stanno dando dei risultati
tutto qui

il risultato, qui, è che non si parla dei tuoi pezzi di critica

Davide ha detto...

mi spiego ancora meglio
la tattica dell'uno contro tutti (o del ribadire che degli altri poco ve ne cale) può funzionare se sei berlusconi
e se non funziona resta solo il retrogusto cattivo della litigiosità

anche la critica, come dici tu, quella necessaria, può essere fatta senza dover per forza dare addosso

qui sembra (vedi se altri ti dicono il contrario... ps non gli autori che ti concedono interviste, non credo che gliene freghi molto....) che sia obbligatorio ogni 3 giorni dare addosso a qualcuno

ripeto, sempre questione di percezione e di "pesi"

il peso di fda, per un utente (anche se "forzato" come me), è terribilmente spostato verso la polemica

Skull ha detto...

Ma quello è solo un bene, Davide. ^___^

Al di la di tutto, sicuramente il fatto di conoscerli un minimo mi porta a farmi una certa opinione sul loro sito e sui loro editoriali, opinione che beninteso non ha la minima velleità di essere altro.
E il fatto di conoscerne i trascorsi su CUS forse mi fa essere più comprensivo nei riguardi di certe prese di posizione anche intransigenti (la querelle sul Comicus Prize, per dire).
Ciò detto, le polemiche sono il sale della vita (e di internet!) e quindi sono convinto che un sito fuori dal coro (così come un giornale, o una trasmissione televisiva...) sia non solo auspicabile ma addirittura indispensabile per una comprensione quanto più completa dell'argomento in questione.
Solo, non dimentichiamo di essere tutti sulla stessa, traballante e sforacchiata barca: editori, autori e lettori! ;-)

Skull ha detto...

"Ma quello è solo un bene, Davide. ^___^ "

era in risposta a:

"il risultato, qui, è che non si parla dei tuoi pezzi di critica"

beninteso! :-P

Davide ha detto...

contento tu...

non mettevo in discussione la loro moralità
solo il risultato

e qui, per me, siamo troppo sulla polemica e troppo poco sulla critica (checchè ne dicano gli altri :-D)
tutto qui
vedi che non sono il solo a percepire questo

pensateci, tutto qui

peter79 ha detto...

"Mi viene in mente una news sulla chiusura di Little Orphan Annie che mi pare sia stata oggetto di qualche discussione con un blog tematico sulle striscie quotidiane".

Il mio blog. E lì hanno avuto una faccia tosta di superbronzo.

Angelo ha detto...

anche questa straordinaria somiglianza è colpa dell'autore della news ?

http://www.comicus.it/view.php?section=news&id=7050 (16-02)

http://www.fumettodautore.com/news/comics/695-sempre-di-piu-spider-man
(21-02)

Probabilemnte anche qui c'entra la fonte primaria e magari anche Alto Padre e Darkseid

Angelo ha detto...

A dimenticavo quella che mi colpì di più

http://www.planetadeagostinicomics.it/Vistas/detalle_comic.aspx?Tipo=Nov&id=1460

a cui seguì

http://www.fumettodautore.com/news/comics/1020-unknown-soldier-n-01-la-casa-infestata

Cioè scrivetelo che quello è il comunicato stampa !

Davide ha detto...

...a me la question "news" sembra complicare le cose invece di semplificarle

ovvero, vedo in giro (non ho tempo per cercare esempi) fin troppi lanci pubblicitari delle case editrici impaginati e messi lì come se fossero recensioni

so che il lettore è scaltro e non si fa fregare ma... apprentemente sembrano pezzi veri e propri

poi c'è questa questione "fonti" che è un po' complicata... ;-)

Luigi ha detto...

"...a me la question "news" sembra complicare le cose invece di semplificarle

ovvero, vedo in giro (non ho tempo per cercare esempi) fin troppi lanci pubblicitari delle case editrici impaginati e messi lì come se fossero recensioni"

Però tieni presente che "recensioni" e "notizie" (che magari riguardano fumetti non ancora usciti) sono due cose completamente diverse.

Davide ha detto...

no, io la differenza ancora ancora la capisco...
è che molto spesso una buona "cartella stampa" è anche una recensione
e, ricevuta o presa dal sito dell'editore e messa senza indicare in maniera lampante che è una notizia (o meglio un comunicato stampa) può essere fuorviante

ma non erae una cosa importante, ovvero ve ne sono di più importanti