7.7.10

Manganelli e terremoti.


L'Aquila è una cittadina di 70.000 abitanti.
5000 di loro (non pochi, in termini percentuali), si sono sentiti di farsi un viaggio fino a Roma, sotto il sole battente, per manifestare per le loro condizioni di disagio.
Cosa hanno ottenuto? Tante manganellate e tre feriti.
Anche il sindaco si è preso la sua dose di botte.
Silvio, te lo ricordi che hai illustri precedenti in fatto di manganelli in testa alla gente, vero?
Che fine ha fatto il tuo miracolo? E la vecchina felice a cui avevi comprato il vestito? Una manganellata pure a lei?

33 commenti:

Davide ha detto...

anche alla vecchina... non si nega a nessuno...

intanto lui va a puttane in brasile... tanto per... tanto per poter autocertificare che sta facendo il suo lavoro "per lo stato" e non può partecipare ai processi a suo carico

ma queste cose ce le scriviamo fra noi da anni
non capisco ancora chi lo vota dove trova "l'utilità" (perchè si vota sempre per utilità, ci mancherebbe
ovvero, ora come ora dal (NON) operato del suo sciagurato governo ci guadagnano in italia solo 3000/4000 persone
gli altri, indistintamente, lo prendono tutti nel culo (perdonate il francesismo)

e
perchè lo rivotano?

Davide ha detto...

e, come vedi, in parlamento seguono la stessa strada...
http://www.repubblica.it/politica/2010/07/07/news/rissa_alla_camera_seduta_sospesa-5448746/?ref=HREC1-1

Skull ha detto...

"e
perchè lo rivotano?"

Chi controlla l'informazione di massa controlla la massa.
E l'Italia è costituita al 40-50% da massa.

MrKappa ha detto...

Guardate questo video : http://www.youtube.com/watch?v=JgmpLS46Fms

Davide ha detto...

vittorio lo so che quello è importante
ma se mi trovo in difficoltà economica REALE devo essere proprio scemo forte a credere che silvio (che se ne sta in una delle sue 30 ville) ha fatto e sta facendo qualcosa per aiutarmi

Guido Lanave ha detto...

se non ho delle alternative credibili (perché un po' ce ne mettono del loro e un po' vengono ridicolizzati dalle tv) se sono un ignorante patentato voto sempre lui.
E purtroppo in italia di ignoranti ce ne sono pure troppi.
La cosa che mi preoccupa è sapere questa cosa dal blog di Roberto e non averne sentito parlare al Tg2 che ho visto mentre mangiavo

Davide ha detto...

ma dai... vuoi dire che i tg delle 5 televisioni di sivlio non ne parleranno?

Andrea ha detto...

...E la vecchina felice a cui avevi comprato il vestito? Una manganellata pure a lei?

'Na "sbachetada" de sicuro...

jac ha detto...

Vergognoso.

Drugo ha detto...

Sono i manifestanti che si sono scagliati contro i manganelli.

Avion ha detto...

Se si cerca di forzare i blocchi della Polizia, si prendono le botte. E? sempre stato così. Inutile fare le verginelle offese.

Hellpesman ha detto...

@Avion

Se si vive in una città che un tempo era casa tua ed ora è un non-luogo distrutto

Se chiami casa un tetto non tuo, e con te ci sono altre 32 mila persone nella stessa situazione

Se non autorizzato significa, ufficialmente comunicato da parte della Curia e del Comune de L'Aquila

Se essere abbigliato in t-shirt & jenas vuol dire essere abbigliato da facinoroso blackblock

Se provare a forzare un varco significa voler andare da via del Corso a Palazzo Chigi, e mettersi ad urlare contro dei poliziotti in tenuta anti-sommosa

Se manganellate, significa colpire un Sindaco eletto che manifesta non per chiedere miracoli ma per evitare un anno di tassazione disumana.

Se pensi che tutto questo sia giusto, allora per piacere, anche se non vivo a L'Aquila, per piacere chiama anche me verginella offesa.

Drugantibus ha detto...

Avion da aquilano te la farei provare una bella manganellata in testa come è successo al mio amico.
Oltre al cordone della polizia c'erano anche due camionette a sbarrare la strada, non credo che ci fosse tutta questa voglia di sfondare con la violenza.

Fabrizio Ricci ha detto...

ne arriveranno tante altre di manganellate, perchè la questione aquilana non avrà una soluzione nè rapida nè indolore, e di contrasti politici, quando non fisici, vedrete che non ne mancheranno... Francamente non sono più di tanto stupito di quello che è successo oggi.

Del perchè gli italiani votino berlusconi, mi son fatto l'idea che sia la masturbazione politica di un popolo che non vede politici che valga la pena di scopare, senza però rendersi conto del modo in cui lo si prende in culo da anni... una vergogna insomma

Sara ha detto...

Da aquilana e da amica di persone che le manganellate ce le hanno prese e, fidati, non perchè sono persone violente, mi viene solo dire che mi fa piacere che tu ne abbia parlato.

Greg ha detto...

l'attuale situazione dell'Aquila (pur non avendo visitato personalmente il sito) si trova certamente in uno stato fra il tragico ed il vergognoso.
per quanto si possa ipotizzare che la massa aquilana su roma sia stata composta con eguale probabilità da violenti e facinorosi tanto quanto da gente realmente in difficoltà dal punto di vista umano e quindi trascinata in piazza dalle proprie necessità e nient'altro (RIVOGLIONO LA PROPRIA CITTA', le proprie case, le proprie attività porco cazzo) mi sembra veramente da svantaggiati credere che i manifestanti siano stati banalmente aggrediti "perchè raccontano la verità" o "perchè si oppongono al regime di abberlusconi" o "perchè il governo fascista non dà le case" come si legge qua e là per la rete.
Come succede nel 90% di questi casi, è innanzitutto successa la stronzata che ha innescato la reazione della polizia (o l'infervoramento dei manifestanti appena prima, chi lo sa?); è un pericolo concreto e ricorrente quando ci si dirige in massa verso dei posti di blocco, questo non credo che vada spiegato. Come non va spiegato che il manganello della polizia non sta a controllare la tua carta di identità: "ah, è Aquilano, facciamolo pure passare nelle zone off limits...". Stocazzo.
E' tutto schifosamente spiacevole perchè a priori NON CI DOVREBBE ESSERE alcun bisogno di una manifestazione per situazioni come questa, lo stato dovrebbe essere in grado di provvedere con una certa efficienza (eppure, scommetto che anche nel migliore dei casi qualche corteo lo avremmo comunque visto...) senza giungere a situazioni limite di questo tipo (parlo sia delle condizioni delle città abruzzesi che della manifestazione, ecco magari teniamo conto che città come l'Aquila non possono comunque RISORGERE DALLE POLVERI nel giro di 12 mesi...).

Un evento come quello di ieri sta alla voce INCIDENTE sul vocabolario, e chi l'ha innescato lo troviamo alla voce IDIOTA, controllate pure.

Chi parla in questa sede di verginelle o regimi lo raccomando, a seconda dei casi, ad una nuova sessione di WoW o di discorsi di Travaglio su youtube, così piglia il ciuccio e si rilassa.

Greg ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Greg ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Greg ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Greg ha detto...

scusate la raffica, non so cosa sia accaduto

Avion ha detto...

Ho partecipato a manifestazioni di protesta con centinaia o anche qualche migliaio di studenti in cui, nonostante il casino che si faceva, non è successo niente perché se i pulotti sbarravano una porta o un passaggio, gli studenti si fermavano.
I poliziotti non menano MAI senza essere provocati, perché altrimenti sono loro ad andare nei cazzi.
Quindi, ripeto, non fate le verginelle offese.
Anche perché 3 feriti su 5000 manifestanti non mi sembra un repressivo pestaggio di massa, ma una botta in testa a chi ha voluto esagerare (per poi fare la vittima).

RRobe ha detto...

Che manifestazione di protesta hanno fatto i CL?

Gipi ha detto...

Roba tosta Robè. Volavano ostie.

Greg ha detto...

sì Avion, c'è comportamento e comportamento, assolutamente. e personalmente non voglio credere al poliziotto di regime, non siamo in Corea.
ma a te è mai capitato di manifestare per riavere la tua città? se sì, per quanti secondi il corteo è riuscito a mantenere calma, decoro e profilo basso?

Endriu ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Endriu ha detto...

Certo Avion, i poliziotti non menano MAI senza essere provocati... e soprattutto finiscono sempre nei guai quando succede una cosa del genere... certo, è proprio così. E l'Italia è il paese più bello in cui vivere, si.

sherlock ha detto...

Avion ... "i poliziotti non menano MAI senza essere provocati"??? Sicuro? Mai sentito nominare una certa "caserma Bolzaneto" e quanto vi è accaduto? Tanto per citare la prima cosa che mi viene in mente.
Io non generalizzo MAI il giudizio sulle forze di polizia, ma CERTO anche loro non sono TUTTI delle verginelle.

Drugantibus ha detto...

Avion appunto perchè ci sono stati 3 feriti su 5000 la si può vedere come una manifestazione pacifica.
Che ci sia del nervosismo è anche normale, tu non saresti nervoso dopo 15 mesi passati in un camper? Uno dei ragazzi picchiati, mentre era di spalle, è in questa situazione e non è neanche l'unico.
Non credo che un poliziotto in tenuta antisommossa debba reagire a manganellate alla prima pressione o ai primi insulti, i manifestanti non avevano nulla di pericoloso in mano e neanche avevano voglia di innescare situazioni pericolose.
Qualcuno dei poliziotti è stato anche ripreso dai superiori per "eccesso di zelo".

Greg ha detto...

a questo punto invocherei la partecipazione di un qualsiasi addetto ai lavori o ingegnere civile et similia: in 15 mesi si può riportare una città terremotata come l'Aquila in attività anche parziale o quantomeno in sicurezza, tenendo conto che gran parte degli edifici e dei quartieri erano ben lungi da una progettazione antisismica???

un distinguo di questo tipo può sicuramente mettere i fatti di Roma in una luce più corretta (tenendo conto che un corteo di 5000 persone che si allunga per le vie di un centro cittadino verso un presidio di polizia è assolutamente una situazione di pericolo, indipendentemente dalle intenzioni)

francesco ha detto...

Ragazzi...
sono genovese...
lo ero anche nel 2001...
il concetto del "non menano se non sono provocati" è una cagata pazzesca...
Ma questa è l'italia che ci siamo voluti... è ogni volta che uno dice, se la sono cercata, un pezzetto dei diritti che abbiamo vanno a farsi fottere...
Ieri hanno menato i terremotati, oggi gli operai...
tutti facinorosi, ovviamente

Drugantibus ha detto...

Greg la manifestazione era per la restituzione delle tasse, per chiedere equità di trattamento come altre zone nel passato.
Lo sa anche l'ultimo degli idiota di questa città che di certo non ci vorranno 15 mesi per metterla a posto.
Smettiamo di leggere "Il Giornale" e "Libero" su...

Fabrizio Ricci ha detto...

Quella dell'Aquila è una situazione molto complessa, che richiederà una valanga di investimenti per anni e anni, solo per raggiungere un minimo di tollerabile vivibilità, senza considerare la restaurazione storica, l'economia e via dicendo.
Ora, sti soldi ci stanno?
Sulla carta sono previsti una valanga di investimenti quasi a pioggia su tutto il territorio aquilano, ma sembra che questi investimenti non avessero un adeguata copertura.
Poi insomma, è sempre la solita storia.

La differenza rispetto forse alle precedenti disgrazie italiane (soprattutto meridionali), sta nel fatto che gli aquilani non intendono accettare la situazione in silenzio, loro vogliono un intervento materiale, costante e risolutivo da parte dello stato centrale.
Adesso sappiamo bene che in questo senso nessun governo s'è mai particolarmente impegnato...
berlusconi si è mosso bene sul piano dell'immagine ma non era difficile prevedere che le promesse erano davvero troppo alte.

Purtroppo, problema delle tasse a parte, è davvero difficile accettare la situazione si protrarrà così ancora per lungo tempo...

Greg ha detto...

@Drugantibus: quindi inneggiavano a Draquila a caso?
Cmq sì, il punto della manifestaizone è quello delle tasse ma la frustrazione "motrice" dei manifestanti è dovuta ancora di più alle proprie condizioni (molti oltre alla casa non hanno neppure la propria attività), questo è evidente. Non mi metto a retrodedurre sulla questione che se ci fossero già le case (o fossero in arrivo) allora le tasse sarebbero state un aspetto meno controverso etc
Come al solito in queste faccende tutto quanto si mescola in un'unica vis polemica e ciascuno ci vede dentro un pò quello che gli pare, me incluso.

E cmq no, non leggo quotidiani schierati di nessun tipo, cerco solo di ragionare fuori dalle retoriche di bandiera.