10.7.10

Touch


Non so bene cosa sia successo alla Coniglio Editore.
Ma qualcosa è successo perché, nell'ultimo anno, la casa editrice sembra animata da uno spirito nuovo che investe le sue proposte. Certo, a monte, mi rimangono tutte le solite perplessità a proposito del suo modello produttivo, ma non posso negare che questo nuovo corso mi colpisca in maniera positiva.
In questo contesto, ecco che arriva Touch, nuova e rinnovata incarnazione della defunta Blue.
Adesso, a me Blue non piaceva. Non mi piaceva il tipo di erotismo/pornografia che proponeva, non mi piacevano le sue rubriche e, i suoi fumetti, mi piacevano a sprazzi, più spesso no che sì.
E invece, questo primo numero di Touch, mi è piaciuto e pure tanto.
Sarà che la prima storia, realizzata da un Cyril Pedrosa in stato di grazia, varrebbe da sola il prezzo di copertina, sarà che anche le altre storie sono tutte piuttosto buone (anche se, strano a dirsi, ho trovato debole quella di Makkox), sarà che gli articoli sono piuttosto interessanti e freschi, sarà che la grafica mi piace. Insomma, i suoi 7 euro e 90 centesimi se li vale tutti (non iniziate a strapparvi le vesti per il prezzo: è un bimestrale). E se proprio non volete comprarla, almeno leggetevi a scrocco la prima storia: è davvero, davvero, bella.

15 commenti:

mario uno due ha detto...

sarà che prima sputavi sempre merda sulla coniglio editrice *[dovremmo andare a ritrovare un tuo vecchio post dove analizzavi editore per editore in italia e parlavi bene solo di quelli per cui pubblicavi]* e ora che pubblichi anche per loro inprovvisamente ti piace il loro nuovo corso............

RRobe ha detto...

Sarà che ci pubblico proprio in virtù del cambiamento della casa editrice, coglione?

il decu ha detto...

Pedrosa è un bravissimo.

Massimo ha detto...

Dopo questo consiglio, credo che un occhio glielo darò.
RRobe, posso chiederti se ti è piaciuta Icomics?

RRobe ha detto...

Non tanto.

nerosubianco ha detto...

Pedrosa è grandioso!!! Peccato le Onomatopee, ma lui è grandioso!!!

RRobe ha detto...

La tavola che ho pescato è di una edizione USA.
Su Touch le onomatopee sono quelle originali volute dall'autore, e molto meglio.

Giacomo Cimini ha detto...

Pedrosa e' un genio e il suo Le tre ombre e' un capolavoro.

Massimpiglia ha detto...

Blue non piaceva nemmeno a me (mai comprato un numero ma letti tantissimi, a fatica, quando lavoravo come commesso di un sexy shop. Bei ricordi).
E anche io trovo il "nuovo corso" della Coniglio Editore particolarmente interessante (basta pensare al "vostro" Canemucco o Animals).
E poi credo che Laura Scarpa sia una donna molto intelligente e che il primo numero di Touch sia particolarmente piacevole sia dal punto di vista strutturale/contenutistico che da quello grafico. Sinceramente, però, i fumetti di questa nuova rivista non mi sono proprio piaciuti, nemmeno quell da te lodato di apertura (una storiellina esile esile simil Ultimo Tango, al massimo con un discreto disegno funzionale di Pedrosa).
Ma questo non fa altro che dimostrare una mia vecchia teoria, e cioè che un bravo autore è (spesso) un cattivo critico. E tu non fai eccezione: sei un ottimo scrittore (e non è un complimento ma un semplice lucido giudizio francamente e oggettivamente incontrovertibile), ma come critico... insomma, così così, dai.
P.s.: non c'entra ma c'entra: ho da poco finito di (ri)vedere Miriam si sveglia a mezzanotte di Tony Scott.
Ma davvero sei convinto che sia lui quello bravo tra i due fratelli? Mah, permettimi la perplessità...
Grazie per lo spazio.
Piercapponi74.

PaoloArmitano ha detto...

Ma ora li pagano i disegnatori......?

RRobe ha detto...

A me mi pagano.

saldaPress ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
saldaPress ha detto...

Confesso che questo cambiamento tra Blue e Touch non l'ho percepito.

Stavo x scrivere un post sul fatto che non avevo capito il senso di chiudere Blue per aprire Touch e che, pur convinto che quello dell'erotismo illustrato sia un mercato ancora tutto da esplorare, la miglior cosa che avessi visto finora in giro fosse per me la francese Fluide Glamour (mentre Touch, purtroppo, dal punto di vista delle grafica mi sembra assolutamente sciatto, come d'altro canto lo era già Blue. E "sciatto" per me va poco d'accordo con "rivista d'erotismo").

Mi spieghi secondo te, Roberto, in che cosa sta questo cambiamento da Blue e a Touch?

ps. la bella storia di Pedrosa è tratta da un'antologia erotica della Delcourt piena di belle storie tra cui una anche disegnata da McKean. Immagino che una dopo l'altra le vedremo tutte su Touch.

Giulio ha detto...

In realtà la Coniglio è da un bel pò che si è svecchiata e ha cominciato a produrre belle cose (dal saggio di Luca Boschi alla raccolta di intervista d'epoca a De Andrè, passando per un libro di pubblicità "storiche" italiane e tanto altro che ora non mi sovviene), solo che da poco questo cambiamento è diventato evidente anche nel settore fumetti. Per quanto mi riguarda, Scuola di Fumetto, da quando è subentrato Andrea Leggeri, si è data una bella svecchiata. Animals non è in linea fino in fondo con i miei gusti, ma presenta materiale di qualità. I volumi di Valentina Melaverde sono stupendi e assolutamente necessari. Canemucco è l'evento fumettistico dell'anno (e non solo?). Touch devo ancora inquadrarlo.
In tutto questo si vede bene la lunga zampa di Laura Scarpa. Mi spiace però che in tutto l'ambaradan, sia la Scarpa autrice ad essere penalizzata: la soria che realizzò per Kappa mi piacque parecchio, vorrei vederla di nuovo alla prova.

RRobe ha detto...

Per Ciccarelli:
mi sembra meno impallinata con le sue "fisse"; più leggera nei toni e con articoli di maggiore interesse.
Poi, ovviamente, è un'impressione mia e dettata dal primo numero. Vediamo come procede.