13.9.10

Di Grey e di altro.

Lo Spazio Bianco dedica un bell'approfondimento a Yoshihisa Tagamani, autore di uno dei miei manga preferiti di ogni tempo (Grey).
Il pezzo è un bell'esempio di come mi piacerebbe che i siti di fumetto trattassero tutti quei prodotti che, a causa della loro natura, apparentemente di puro intrattenimento, non vengono mai presi abbastanza sul serio.

12 commenti:

spino ha detto...

avevo la collezione completa...

Bapho aka Davide Costa ha detto...

Già m'aspettavo qualche news su Sasha, e invece...

*ZIIIP*

Melnibone ha detto...

Bel sito davvero, grazie per averlo segnalato. Ma mi intriga più questo "Il pellegrino delle stelle"
http://www.lospaziobianco.it/?p=17910
Vale l'acquisto?

RRobe ha detto...

Anche se non è mia tazza di tè, sì.

JenaPlissken ha detto...

Grey l'ho scoperto da bambino grazie all'edizione granata di mio fratello maggiore. Un bellissimo quanto distopico manga, sicuramente fra i miei preferiti.
Il finale è semplicemente stupendo.

Greg ha detto...

porca miseria non lo avevo MAI e dico MAI sentito nominare!

ken il guerriero + devilman + akira?

sembra una figata atomica.



che bello quando i manga erano così

Emi ha detto...

Grande, grande fumetto Grey.

arch.mabe ha detto...

l'avevo letto ai tempi della granata, ed era un fumetto molto bello! L'articolo su Lo spazio Bianco e' molto ricco, completo, econtiene un'ottima disamina delle due opere, Grey e Horoby..
sono daccordo con te, che questo approccio sarebbe quello piu' opportuno per parlare, anzi scrivere di un fumetto, sia su internet, sia su una eventuale rivista cartacea...
grazie di avermelo segnalato
mario di fumettomania.net

Andrea ha detto...

Ce ne sono un pacco di manga ingiustamente bollati come prodotti per bambini...una vera ingiustizia!

RRobe ha detto...

Ce ne sono un sacco.
E il problema non è il "prodotti per bambini", che non significa nulla. Il problema è "prodotti d'ecasione", che in Italia è tipo un marchio d'infamia, nonostante il mercato del "prodotto d'evasione" sia enorme.

Andrea ha detto...

Hai giustamente aggiustato il tiro. Mi ero lasciato prendere dall'emozione,la parola che cercavo era proprio evasione...pazzesco!

Marco ha detto...

Beh, sono contento che ti sia piaciuta la mia disamina. Ho cercato di fare il possibile, anche a fronte di una scarsità cronica di notizie su Tagami e sugli altri suoi lavori.
Per fortuna su Grey e soprattutto su Horobi avevo tantissimo da scrivere:)