8.9.10

[LAVORO] Un bel post sulla distribuzione.

Lo trovate QUI.

8 commenti:

HulkSpakk ha detto...

Grazie RRobe. Finalmente potrò tornare negli editoriali di Fumettotumore.

Davide ha detto...

@hulkspakk

che culo!

saldaPress ha detto...

Gli attuali 3 distributori non hanno mai avuto (e presumo non avranno mai) nessun interesse a farsi una vera concorrenza.

Al massimo, di tanto in tanto si mettono 2 contro 1.
Ma mai-e lo ripeto MAI- 1 contro 1.

Questa è una triste verità.

Altrettanto triste, però, è che buona parte dei librai 3 distributori in guerra (e con vere esclusive in mano da giocare) non li vorrebbe nemmeno (3 referenti da gestire? ARGHH!!!).
Anzi, se potessero scegliere, ne vorrebbero uno solo e non importa né quale né sacrificando che cosa.

Marco "Bamba" Zorzan ha detto...

piu vado avanti a leggere i vari post e commenti e piu mi viene lo sconforto nel vedere la triste fine che si sta facendo!!!!!

Roberto ha detto...

Non ci sono Distributori liberi.
Ognuno appartiene agli editori che hanno in esclusiva.
Fino a quando ci saranno questi contratti, ci saranno disparità di trattamento.
Per definizione il contratto in esclusiva nei confronti dell'editore comporta dei privilegi. E questi privilegi, sappiamo tutti, che non sono solo nell'avere + pagine sui cataloghi. NOn c'è una vera concorrenza.
Paradossalmente,io non tratto Bottero o salda (primi nomi che mi son venuti in mente) da qualche anno, non perchè non me lo chiedono o prenotano, ma perchè non mi arriva! Quindi preferisco investire in case editrici che mi verranno consegnate a breve termine, ed avere liquidi subito.
Poi le promo degli ultimi anni, lanciate e consiglitate dai vari distributori sia a moi che agli editori, la dicono lunga di come sappiano consigliare e ne capiscano di mercato.
Sostanzialmente sono state + dannose che meritevoli di pregi.
In primis perchè le fumetterie erano obbligate ad acquistare quantità enormi di titoli di cui ancora non si conosceva quasi nulla, seppur a prezzi minimi. Quantità che sono il triplo o quadruplo del manga che vendo + in fumetteria. Ovviamente non ci hanno puntato la pistola, ma io ho voluto rischiare e provare questa nuova politica. Questo atteggiamento, ha portato ad un esborso notevole. Parecchi titoli non erano all'altezza ed è stata fatta poca pubblicità da parte delle case editrici. Risultato parecchie copie invendute.
Pagamenti in ritardo e casa editrice che non ha ancora coperto i costi.
Roberto - Fumettopoli

HulkSpakk ha detto...

http://www.fumettodautore.com/news/eventi/1586-li-distributori-devono-cambiare-o-togliersi-di-mezzo-prima-che-il-fumetto-scompaia-in-italiar


detto fatto!

SJ ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
SJ ha detto...

La distribuzione ha qualcosa di diabolico, caso personale:

Escono tot volumi MA decido di non ordinarli a scatola chiusa, voglio vedere i commenti di chi li conosce,magari sentire se l'edizione merita o molto banalmente per mera questione finanziaria.

Poi mi decido, voglio spendere i miei soldi, a questo punto inizia il delirio:
-Se è materiale BD o PAN devo scegliere la fumetteria distribuita da PAN
-Se è materiale PLANETA devo scegliere la fumetteria distribuita da PLANETA
-Se è STAR stesso ragionamento
Se per caso mi distraggo e ordino l'albo nella fumetteria "sbagliata" ecco che mi arriva l'anno del mai ( se arriva).
Avatar Pack?, ordinato da tempo quando disponibile, uscito a fine Maggio (più o meno) = disperso
Earth X cofanetto? Uscito ora, disponibile MA ordinato in ritardo quindi boh!
Arretrati Planeta via PAN? ho un Batman 25 dalla rarità allucinante visto il tempo trascorso dalla mia richiesta
(materiale MAgic prenotato da EONI e scomparso e via)
Badate bene il "problema" NON riguarda la singola fumetteria visto che mi confronto con diverse realtà
(a cui va tutta la mia stima visto che non c'è di peggio che non poter vendere ciò che ti chiedono, per un commerciante mandar via la gente è letale oltre che desolante)

In parole povere IO voglio spendere MA ti mettono una valanga di paletti e rotture di palle assurde per un mercato che mi si dice in crisi ed in cerca di clienti.

Cari editori,cari distributori se rendete la vita impossibile a me che sono appassionato e quindi disposto a sbattermi pur di avere ciò che desidero mi spiegate come pretendete di risultare credibili in un mercato più "casual"?

è mai possibile che si pretenda che io debba prenotare sempre tutto a scatola chiusa?

Non è il caso che la tavola rotonda di Lucca si occupi anche delle esigenze di chi la baracca la manda avanti (ovvero noi che apriamo il portafoglio)?

Caro mondo del fumetto sono dell'idea che tu debba riportare al centro del discorso il lettore visto che ora come ora mi pare l'ultima ruota del carro e francamente la cosa mi inzia ad irritare parecchio

Scusate lo sfogo