6.9.10

Narnia Fumetto, quinta edizione.


Un'edizione all'insegna dell'austerity quella che quest'anno Francesco Settembre ha messo in piedi per la sua Narnia Fumetto.
La formula della manifestazione rimane sempre la stessa: una bella cornice, una serie di incontri, eventi e conferenze interessanti, un buon numero di ospiti nazionali e non, uno spazio mercato, una piccola mostra di tavole originale, e un ambiente vivibile.
Elementi semplici che, fino a questo momento, hanno garantito a Narnia la reputazione di una fiera assolutamente gradevole.
Reputazione che si conferma anche quest'anno, pure se l'impressione è che si sia voluto badare ad economizzare, forse in previsione di tempi difficili o forse perché i tempi difficili sono già arrivati.
Comunque sia, il programma culturale era buono, gli ospiti c'erano e, grazie a dio, il temporale ha funestato il concerto della solita cover band di sigle di cartoni animati, rendendoci tutti più contenti. Scherzi a parte... ma perché ci si lamenta sempre dei poveri cosplayer e mai di queste dannate band musicali?
In conclusione, Narnia mi è sembrato un buon avvio della stagione fieristica ma speriamo che l'impressione di un "tirare i remi in barca" sia solo, appunto, un'impressione, e che non ce ne sia eco nelle prossime edizioni.