8.10.10

Futuro all'italiana.

Pare che a Francoforte tutti gli editori non abbiano fatto altro che parlare di ebook.
Gli analisti del settore prevedono una crescita annuale intorno al 42% e un mercato che, entro breve, si rosicchierà un secco 10% delle vendite complessive di libri nel mondo.
La AIE (l'associazione italiana editori), si aspetta che gli ebook tocchino quota 0,1% (epperò, siamo avanti, mica cazzi).
Ma, se volete un pezzo più approfondito sulla questione, andate a leggere QUI.
Sempre a Francoforte il gruppo Mondadori, insieme a Telecom, ha presentato la sua piattaforma per la vendita di libri in formato digitale: Biblet.
La prima impressione è buona perché il catalogo è folto, ma poi uno legge meglio e scopre che, per esempio, non c'è una App per comprare i libri attraverso l'iPad. Cosa normale una volta che si scopre che l'iPad non può leggere i libri presenti su Biblet a causa del DRM che li protegge. Ovviamente, lo stesso discorso vale per Kindle.
In sostanza, per il momento i due maggiori reader al mondo sono esclusi e l'unico device su cui potete leggere i vostri libri comprati dallo store della Mondadori è il computer (comodo, non c'è che dire) o uno dei futuri dispositivi che la Telecom metterà in commercio a breve (andando a fare a gara con due azienducole da niente come Amazon e Apple). No ma... complimenti, bella pensata.
Se non vi scoccia, i libri me li continuo a comprare attraverso la App di Kindle presente sul mio iPad, allora. Che così, miglioro anche il mio inglese.
Mavaffanculo, va.