3.11.10

[RECE] Scott Pillgrim vs. The World



Un film che si apre in questa maniera e prosegue come prosegue, con me ha gioco facile.
Quindi, buttata a mare ogni analisi razionale, posso solo dire che Scott Pilgrim vs. The World è un grande film di un regista che per me non ha ancora sbagliato niente e sta solo andando in crescendo.
Shawn of the Dead era un piccolo gioiello, Hot Fuzz un capolavoro, e quest'ultima pellicola è una di quelle che se la vedi all'età giusta, ti cambiano la vita per sempre.
Non so bene se Wright sia un cinico profittatore che sa colpire dove la mia generazione ha messo il cuore o se, semplicemente, è un mio coetaneo che condivide le mie stesse passioni e le trasporta nel suo lavoro, ma questo film sembra scritto per me. E per Mauro, per Mary, per Micol, per Federico, per Valeria, per Adriano e per tutti quegli altri che con me erano in sala a guardarlo.
Gli ingredienti sono videogiochi 8bit, picchiaduro alla Street Fighter, Smashing Pumpkins a strafottere, un pizzico di Sundance Film Festival, due gocce di indie music, una bella manciata di punkettino scemo, Gondry quanto basta e giù con tonnellate di Speed Racer.
Aggiungeteci che il soggetto è geniale, il cast perfetto, lo script quasi inattaccabile (nessun film a incontri si esime da una certa meccanicità in fase di sviluppo, c'è poco da fare), la colonna sonora da urlo, e avrete il film dell'anno, sul filo di lana insieme a Dragon Trainer.

p.s.
Anche il fumetto è fantastico e pure il videogioco.