2.12.10

Io non capisco.


Non capisco come si possa agire come il cattivo di un film d'azione, una di quelle figure stereotipate, improbabili nella loro indifferenza con cui compiono il male, e non rendersene neppure conto.

Guardate quando strilla "questo me lo portate via". O quando chiede ai suoi, con una noncuranza agghiacciante, di caricare dei passanti. Passanti. Gente qualsiasi. Signore e pensionati.

Sono agghiacciato.
Ma chi è questa gente?
Da dove viene?
Da che paese?
DA CHE PAESE?

Non avevo visto questo video.
Me l'ha mostrato Mauro.
Grazie.
Ma anche vaffanculo.

73 commenti:

Ture ha detto...

La realtà supera sempre la fantasia, c'è poco da fare.

Lucathegreat ha detto...

L'avevo visto ad Annozero, o Ballarò, o cos'era... incredibile davvero.

Avion ha detto...

Non so in che universo parallelo viviate, ma le cariche di alleggerimento per disperdere la folla quando si ordina lo sgombero e non eseguono, oltre ai fermi per resistenza a pubblico ufficiale... sono normalissimi.
Il tizio che prende senza apparente motivo, lo portano via per identificarlo, mica per metterlo in prigione.

E ora datemi del fascista perché ho detto come funzionano le cose.

preacher ha detto...

no, ti do del fascista perché da quello che dici sembra che vada bene che funzionino così.

RRobe ha detto...

Ma il punto non è quello.

el mauro ha detto...

"Il tizio che prende senza apparente motivo, lo portano via per identificarlo, mica per metterlo in prigione."

ecco perchè lo fanno!
Effettivamente chiedergli lì "documenti" era un gesto troppo plateale.
M'hai convinto Avion!

Avion ha detto...

Portare in caserma per identificare non è una cosa tanto strana.
Ha esagerato? Sì.
Ha sbagliato dal punto di vista legale? Non credo, ma potrei sbagliarmi.
Vi stupisce che ordini di caricare così alla leggera? Anche quello è la norma, vuole solo disperdere, mica mandarli a manganellarsi con un gruppo di facinorosi. E nel filmato si vede che non caricano per picchiare, la gente anzi si leva di torno da sola quando li vede avanzare a mezza corsa.
Possiamo questionare molto sui motivi dell'agire così, ma ben poco sui modi.

RRobe ha detto...

Avion... tu lo vedi che quella è gente, vero?
Che l'unica arma che hanno sono le domande, sì?
Che l'unica cosa che stanno facendo è camminare su di un marciapiede della loro città, vero?
Che non è una manifestazione, non sono giovani incazzati, e non c'è un gesto di violenza?
Lo vedi quando si portano via il primo senza alcun motivo? O non lo vedi?

Madrefoca ha detto...

La realtà è che una persona che urla "caricate" in quel modo è piccolissima, e lo dimostra il resto dei poliziotti non eseguendo l'ordine. Deve ripeterlo due volte prima di farsi rispettare.
Si aggrappa al poco potere che ha appena qualcuno cerca di contraddirlo "questo lo portate in ufficio" come se potesse decidere sul futuro delle persone.

Forse è reduce da una nottata di impotenza e relative insoddisfazioni familiari...

Giacomo Michelon ha detto...

E' evidente che se tra noi non ci fossero un bel po' di teste di cazzo il mondo funzionerebbe decisamente meglio.
Il "signore" che comanda la carica è uno di queste testine.

Caro Avion purtroppo certi abusi della polizia sono diventati la norma,ma ciò non toglie che si tratta quantomeno di maltrattamenti a cittadini inermi.
Non cerco un comportamento a norma.

Qui in Brasile stanno indagando su abusi del genere ( e peggio ) della polizia nei confronti degli abitanti delle favelas di Rio. E qui la polizia non ha a che fare con 4 pensionati incazzati, ma con trafficanti che ti sparano addosso con armi da guerra e quindi potrebbe anche essere comprensibile che i poliziotti siano un filino nervosi e incazzati.
Eppure s'indaga e si chiede alla popolazione nei telegiornali di prima sera 1) le scuse 2) di denunciare che i colpevoli saranno espulsi.
Brasile, favelas, mica Brescia.
Che tristezza...

Greg ha detto...

il signor "caricate" è un pagliaccio e merita di essere chiuso in un seminterrato con una quarantina di mastini napoletani sotto ormoni.

questo solo per dire che le PERSONE, specie in certi ruoli, sono tenute comportarsi in maniera molto differente da lui e chi fa diversamente merita solo un'elevazione a potenza n del fastidio che produce (dove n sono il numero di persone su cui egli abusa del proprio potere)

federico ha detto...

@ Avion: Il fatto che possa o meno essere la norma non lo rende meno ripugnante.
Quindi i modi sono discutibili tanto quanto i motivi.

Cinicofilo ha detto...

Che schifo.

kingsimon ha detto...

interessante .....soprattutto dopo che lo abbiamo visto in tutti i telegiornali della nazione....ah' no. han solo fatto vedere quando quelli della gru sono scesi fra baci e abbracci.....porco dio che schifo dimmerda!!!!!!( e qui la bestemmia e' un rafforzativo accrescitivo disgustativo)

jac ha detto...

Pure io agghiacciato quando ho visto sto video proprio oggi.

Hellpesman ha detto...

davanti ad una scena dl genere leggere in un commento la frase "sono normalissimi.", mi ha fatto male.

Oggi ho delle nuove persone da ricordare nelle mie preghiere del mattino.

saldaPress ha detto...

...che poi, se non sei in grado di controllarti e non hai il senso della misura, ci sono un sacco di altri mestieri che puoi fare invece del responsabile di polizia, no?

maurizio battista ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
maurizio battista ha detto...

Io invece sono perfettamente d'accordo con Avion. E' un fatto normalissimo che bisogna accettare senza scomporsi.
In maniera altrettanto normale, se mai ci dovesse essere un governo antiberulsca, che fa un conflitto di interessi che manco in bulgaria si è visto mai, e dei cittadini (tra cui magari anche Avion) dovessero scendere in piazza, e dovessero subire lo stesso identico trattamento, noi non dovremo scomporci. E quelli che le buscheranno non si potranno nemmeno lamentare, perché quando c'era da essere solidali hanno alzato le spalle...

Nebo ha detto...

Adesso sai cosa facciamo?
Ti rompo il cazzo per due ore, poi all'ennesima rottura di coglioni mi spintoni chiedendo di allontanarmi e io posto solo gli ultimi trenta secondi.

RRobe reazione spropositata, incredibile, sei violento e fascista.

Paolo Interdonato ha detto...

Ero a Brescia il sabato dopo e sulla gru c'era ancora gente. C'era l'inaugurazione della mostra di un amico. Ci sono andato con moglie e figli (due) e ho passeggiato per piazza della loggia e ho pranzato prima di andare a vedere le cose del mio amico.
Non è vero che a Brescia c'era solo gente tranquilla per strada.
C'era in giro un gruppo terrificante di persone evidentemente intenzionate a fare paura. Erano bardate con casco, scudo, bastoni e protezioni varie (più di quante se ne vedano nel filmato).
Scendevano da furgoncini blindati parcheggiati nel centro storico.
Guardavano con odio un gruppo di persone raccolte attorno a uno striscione. Quelli che passeggiavano sul marciapiede lanciando qualche slogan un po' loffo saranno stati 100 a dir tanto. Tutti disarmati.
I tipi col casco a me sono parsi di più (magari il fatto che circondassero la piazza, vestiti tutti uguali e grossi di armatura, facilitava l'impressione).
Ho paura di quelli armati (specie se si stanno cagando sotto e fanno la faccia cattiva) e volevo andare via coi bimbi. Mia moglie invece tenta sempre gli esperimenti sociali e ha chiesto a un tipo in tenuta antisommossa per cosa manifestassero.
Quello, stringendosi meglio la protezione sul gomito, ha sibilato: "contro i fascisti".
Forse mi sono fatto suggestionare, ma mi è parso usasse lo stesso tono con cui io avrei detto "contro il pollo al curry".

sparidinchiostro
(Roberto: abilita la registrazione dei commenti wordpress)

Faust VIII ha detto...

<>

La stessa cosa che ho detto anch'io quando l'ho visto. Un uomo talmente fuori dalla realtà che sembra la parodia, la caricatura di un tenente cialtrone o di un funzionario leccaculo.

Gente del genere dovrebbe trovare un altro lavoro, uno per il quale non siano stati raccomandati (perchè in questo caso, l'incompetenza e l'abuso della propria posizione sono tipiche di quello che non si merita di fare quello che fa).

Faust VIII ha detto...

*Non capisco come si possa agire come il cattivo di un film d'azione, una di quelle figure stereotipate, improbabili nella loro indifferenza con cui compiono il male, e non rendersene neppure conto.*

Mi riferivo a questo pezzo, ovviamente (non so come ma non è uscito nel commento precedente).

Daniele Di Nicuolo ha detto...

Quello che più mi amareggia, fa incazzare e rattrista è che al TG queste cose non passano...sono sempre più sfiduciato.

Francesca Silveri ha detto...

L'avevo visto e messo anche sul mio faccialibro, ho cheisto a i miei friends di farlo girare, spero che qualcuno lo stani quel maledetto assatanato di potere. Ho anche postato su youtube al tizio che l'ha girato chiedendogli di mandare il video alle testate giornalistiche e di farlo girare il piú possibile... magari se glielo diciamo in tanti lo fa?
Ma davvero... che paese eh? Se non siamo tornati al regime fascista non so in che regime stiamo, certo non é democrazia, non é res publica, é res molto privata. Mi chiedo anche, quei poliziotti, proprio quelli che hanno "eseguito", come dormono la notte? Con la coscienza pulita. Che darei per entrare nella loro testa e sentire i loro pensieri...

spartaco lombardo ha detto...

Ma perchè ? Pensiamo che in momenti come questi, dietro i caschi blu o le cravatte dei funzionari ci siano delle persone? Errore. Ci sono dei professionisti, dei mercenari pagati (magari anche due lire) per fare il loro lavoro. Qual'è il loro lavoro? Difendere gli interessi di chi li paga. Per loro queste sono solo prove di addestramento.
Devono essere pronti. Beh...non certo per sfollare i rossi contro i neri o viceversa. Devono essere pronti per quando in questo paese in disfacimento, in un futuro non molto lontano scenderanno nelle piazze persone, forse allo sbando, ma un po più incazzate e magari organizzate. Saranno persone che hanno capito che è arrivato il momento di decidere: o noi o loro. O le nostre vite, il nostro lavoro il diritto alla vita e al futuro dei nostri figli, o il loro potere che le sta divorando per sopravvivere a se stesso. Chi sono loro? Sono nei consigli di amministrazione delle banche, delle multinazionali delle armi, della droga dell'industria bellica e chimica e del malaffare. E credetemi sarà molto difficile convincere questi caschi di vari colore che la direzione nella quale devono sparare è quell'altra. E' la storia miserabile della nostra specie che si ripete. Il mostro è pronto a usare tutte le sue fauci i suoi tentacoli per sfamarsi.
Queste sono solo esercitazioni! Il bello deve ancora venire.
ORGANIZZAZIONE ORGANIZZAZIONE ORGANIZZAZIONE.
Che avesse ragione Lui?

Francesca Silveri ha detto...

Ecco appunto non avevo letto tutti i commenti, quindi l'hanno mandato ai telegiornali... Io arrivo sempre in ritardo su queste cose dato che a Londra la copertura sui fatti Italiani é minima e vivo di notizie di seconda mano. Ma continuiamo a farlo girare.
E per Avion, tesoro, io non lo so da che parte stai, ma se sei un poliziotto ti stanno insegnando le cose sbagliate. Mio padre é stato in polizia tutta la sua vita, é stato artificiere e armiere, ha fatto servizio in ateneo nel 68, me ne racconta tante, di soprusi che fanno alcuni poliziotti, o alcuni funzionari, me lo racconta con disgusto. E ancora peggio, ora alla veneranda etá di 82 anni, pensionato ma ancora sveglio, quando vede e sente quello che fa la polizia al giorno d'oggi rabbrividisce di brutto.

federico ha detto...

@ Nebo: Il commento di saldaPress risponde in modo calzante al tuo ed è anche antecedente.

Quello nel video è un responsabile di forze armate, non un cristo a caso che litiga con un ubriaco perché rompe i coglioni alla sua donna. E non ci stanno cazzi, se stai in una posizione di potere, sbrocchi (quale che sia la causa) e usi il suddetto potere contro gente che non ce l'ha, è una forma di abuso.

Leon ha detto...

in alcuni di questi commenti c'è davvero tanta cecità per quello che succede. Se mi chiamasse mia madre dal commissiarato (diabetica, settantatreenne) gli dico di chiamare Avion, e di stare tranquilla, che la vogliono solo riconoscere. Il potere fa brutti scherzi a volte, ma noi non impariamo un cazzo dai nostri errori, mai. Ricordo sempre con piacere gli ultras serbi, e i cuccioli di agnello che li guardavano a distanza...

Flanz ha detto...

L'invasato di turno, evidentemente frustrato, si chiama Emanuele Ricifari ed è nientepopodimenoche il vice questore di Brescia. Auguri a tutti.

Avion ha detto...

Voi avete un po' di pigne in capa.
Se vado a manifestare senza permesso o rompo il cazzo alla polizia per qualcosa, quelli mi chiedono cortesemente di allontanarmi, io non me ne vado e/o gli rompo il cazzo di più... A differenza vostra IO SO che mi sto tirando addosso la loro reazione, mentre voi credete che tutto sia lecito e la polizia stia lì a fare presenza scenica.
Se vado in Cina a manifestare, io so che prima o poi mi spareranno addosso se non mi levo dai coglioni e l'affronto con consapevolezza, non sto lì a protestare DOPO.
La differenza tra me e voi è che io ho il senso della realtà, non che appoggio simili comportamenti. E' facile piazzare il bollino di fascista su uno per mettersi l'anima in pace, invece di svegliarsi e capire che se contrasti il sistema, il sistema non ti ringrazierà con un sorriso.

kingsimon ha detto...

avion, ma lo hai visto il video?dimmi cosa hanno fatto di cosi' provocatorio quei poveri cristi? sul fatto che oggi in italia manifestare il proprio dissenso sia proibito e "provocatorio" siamo tutti d'accordo, il problema e' che dei funzionari di polizia abbiano il potere di aggredire delle persone per motivi non ben chiari, di requisirli in absentia di prove o reale stato di pericolo per se stessi e per gli altri, che un solo uomo sia in grado di poter abusare dei diritti, della dignita' e della liberta' ( anche solo temporanea) di qualcuno perche'in evidente stato di frustazione e' ingiusto, incostituzionale, anti democratico, e una cosa che a me fa paura, dovrebbero essere i nostri protettorei, sono la forma di massima rappresentazione della giustizia ed invece non c'e' persona che di fronte alle forze dell'ordine non si senta a disagio.

perche' il tipo con il cappellino gli chiede , cosa stiamo facendo di male? e l'unica miope risposta in proposito e' " caricateeeeee!!!!"

secondo me e' una cosa normale? purtoppo si ( indi non i stupisco)
secondo me e' una cosa sensata o anche solo vagamente giusta? assolutamente no....

non e' che in sti commenti la genete si stupisca , e' solo che vedere i diritti calpestati , almeno a me , provoca un senso di rifiuto e di sdegno.

Officina Infernale ha detto...

xmr avion, in cina c'e' una fottuta dittatura, qua non ancora, o c'e' in realta?...anche perche' e' bello farsi pestare dalla polizia...se vuoi alla prossima lucca faccio il cosplayer del celerino...

carlpaz ha detto...

Io ho fatto il carabiniere di leva, e funzionari così c'erano, come c'erano per fortuna alcuni funzionari con le palle ed elasticità mentale, ma purtroppo i primi sono la maggioranza.

Comunque un amico sindacalista che lavora a Linate, in aeroporto, mi ha detto che agli extracomunitari che manifestavano e sono stati rimpatriati perchè non avevano i documenti, è stato impedito di ricevere il passaporto egiziano, che avrebbe consentito loro di evitare l'arresto una volta giunti nel loro paese. hanno provato più volte alcuni rappresentanti sindacali a consegnarli, ma è stato loro impedito dalle forze dell'ordine.

Roberto D'Andrea ha detto...

quel che dice Avion è corretto dal punto di vista del "come funziona" visto dai poliziotti. Ciò non toglie che siamo in presenza di reazioni delle forze dell'ordine sconsiderate, degne di una situazione da fine regime se non da dittatura. Vorrei ricordare anche il motivo per cui quella gente era là, in piazza a Brescia, e cioè che c'erano delle persone, extracomunitari, che giustamente protestavano per essere stati TRUFFATI dallo stato italiano, che in base ad una legge criminale (la Bossi-Fini, lo stesso Fini che oggi fa il democratico...)gli ha preso dei soldi, tanti, e poi li ha cacciati dal nostro paese. Questo è il vero schifo.

non ha detto...

"caricate"! che vocina da checca isterica...
si sentiva la paura nel dare quell'ordine.
Piu' che un vice questore da l'idea di uno sbarbatello.
Ora, il punto vero e proprio non e' la carica, ma il fatto che nel momento in cui hai ottenuto il tuo scopo (legittimo o no), che cavolo vai a fomentare gli animi requisendo ("questo viene con noi") una persona che se ne stava andando e che non ha commesso alcun reato?

Per il fatto dello "sbroccare", mi dispiace ma sono professionisti, questo e' il loro mestiere, se sbroccano allora vuol dire che non sanno fare il loro mestiere. Punto.

Viviana Boccionero ha detto...

Quando protesto e non vengo menata, io mi sento defraudata. Perché niente è peggio dell'indifferenza. Comunque, la mia conoscenza superiore della psiche umana mi dice che chi paventa la dittatura invero la desidera.

GuidO ha detto...

Mai fatta una rissa dopo i dodici anni, ho partecipato a molte manifestazioni sempre pacifiche e sono il tipo più tranquillo del mondo...
Premesso ciò quando ho visto questo video ad anno zero ho pensato che se lo avessi avuto davanti gli avrei scagliato addosso tutto ciò che trovato e riempito di botte trasformandomi in una merda del suo livello.
A quel punto mi sono incazzato ancora di più perchè mi sono schifato pure di me stesso.

werther Dell'Edera ha detto...

Quello che salta agli occhi è l'assoluta incapacità del funzionario di gestire la cosa. Lasciarsi andare all'isteria in una situazione del genere è controproducente e ti fa passare immediatamente dalla parte del torto. Se aveva qualche ragione dalla sua all'inizio, l'ha persa nel momento in cui la sua reazione è diventata spropositata nei modi. Incapaci del genere non possono e non devono ricoprire tali ruoli. La Polizia serve a mantenere l'ordine, non a creare scompiglio ne' a reprimere... in una democrazia, ovviamente.

Greg ha detto...

certo, poi ci sarebbe da chiarire perchè ma davvero PERCHE', dopo che un funzionario di polizia fa capire chiaramente che è ora di levarsi da coglioni, quel gruppo di persone si sia invece messo lì di buona lena a questionare e a fare le faccette e le domandine retoriche da cittadino per bene; un comportamento che ha la stessa levatura socioresponsabile del tirare i sassi al cane del vicino...

i momenti "potenzialmente pericolosi" vengono gestiti così dal medioevo: arrivano i poliziotti che ti dicono "levati dal cazzo" e tu, per la sicurezza tua e degli altri, TI DEVI LEVARE!

rimane comunque che tal Emanuele Ricifari è un coglione esaltato. e coglione DUE VOLTE: perchè oltre ad essersi comportato da stronzo abusando del proprio potere ha anche fatto il gioco dell'ormai onnipresente oplita del bene armato di telecamera (che ormai è ovunque, nasce per genesi spontanea come i funghi dentro ad ogni situazione di potenziale disordine). il tuo ruolo di responsabilità, qualunque esso sia, non ti da il diritto di prescindere da una comportamento umanamente accettabile.

Luca De Dominicis ha detto...

Non si possono caricare i bresciani...
Si possono caricare quelli di Roma, di Napoli, pure quelli di Firenze (con Priccio in prima linea).

Non i bresciani...

Hanno manifestato come un manipolo di educande ed erano pericolose grossomodo come un Koala attaccato al suo eucalipto...

Il controllo della piazza ha un senso quando la piazza è grande e pericolosa realmente (Roma).

Non quando non sta accadendo nulla di incivile.
E' un'assurdità.
Non è controllo: il fatto è che quel tipo scopa poco.

Trust me.

Mauro Padovani ha detto...

dopo il G8 di Genova non mi sorprendo più di nulla...

rae ha detto...

@Nebo:
"Ti rompo il cazzo per due ore, poi all'ennesima rottura di coglioni mi spintoni chiedendo di allontanarmi e io posto solo gli ultimi trenta secondi."

il terribile reato di rottura di coglioni, sanzionato secondo il codice civile e penale. Detto poi da uno che dovrebbe fare il giornalista.

Quello che vi sfugge è che le forze dell'ordine devono tutelare i cittadini, non intimorirli o malmenarli, tanto piu' se non stanno compiendo nessun reato se non la famigerata "rottura di coglioni" di cui sopra.

Valentino Sergi ha detto...

"tre minuti e carico..."

Il problema di questa scena è che è ridicola.
Ridicolo è il piccolo uomo, poco credibile persino agli occhi degli agenti al suo comando, tanto da essere costretto ad avvinghiare qualche malcapitato per ripicca dopo essere stato insultato.
Ridicoli sono i ragazzi in tenuta antisommossa, che colpiscono timidamente con il manganello per poi ritirare il braccio imbarazzati.
Ridicolo è un tale dispiego di forze per una "folla" così esile e dispersa.

Sorrido pensando a tutti quelli che hanno votato l'attuale governo per la "sicurezza", e si trovano invece sotto casa queste armate brancaleone guidate da checche isteriche buone a portar dentro qualche vecchia signora, per poi dimostrare una totale incapacità nel gestire le situazioni di crisi:
http://www.ilpost.it/makkox/2010/10/13/fumogeni/

Piano a usar le parole, questo non è fascismo, è cialtroneria.

Luca Erbetta ha detto...

Lo snodo della vicenda, il punto focale, sta nel momento in cui dice "questo me lo prendete e me lo portate via" e agguanta uno dei manifestanti.
Se il suo comportamento, fino ad un momento prima, quando fa la voce grossa, chiede di disperdersi, e fa muovere gli agenti, può essere comprensibile (anche se non condivisibile), quando mette addosso le mani a quel tizio, bene lì cade in torto. torto marcio.
Perché quel tipo, assieme agli altri, SE NE STAVA ANDANDO.
Quello è abuso di potere e uso spropositato della forza.

una persona di questo tipo deve essere subito rimossa da tali incarichi, perché INCAPACE di fare il proprio lavoro.

Come il commesso del negozio non può mandare a quel paese l'ennesimo cliente che gli rompe le scatole un poliziotto non può avere questi scatti d'ira, anche se viene provocato.
Se non è capace di gestire la situazione, deve essere rimosso dall'incarico.

Negli stati uniti, il motto delle forze dell'ordine è: "Servire e Proteggere".

Francesca Silveri ha detto...

@Valentino
Non potrei essere piú daccordo! Cialtroni.

E pensiamo a che danno morale hanno fatto a quelle donne e anziani che erano lá per dimostrare che il vero cuore dell'Italia batte ancora, che ci sono ancora persone che hanno orgoglio e che voglio dire a parole loro che non ne possono piú dei soprusi. Tra un po' se ne usciranno con una legislazione che vieta il diritto di voto.... Tanto la libertá di stampa e di esprimere la propria opinione é ormai giá revocato, ci manca solo quello

Faust VIII ha detto...

-il gioco dell'ormai onnipresente oplita del bene armato di telecamera-

Non mi tirate in mezzo questo linguaggio da Feltri, vi prego...

rae ha detto...

era un oplita del bene armato di telecamera anche quello che riprendeva il famoso pestaggio di Rodney King?

Viviana Boccionero ha detto...

Scommetto che il vice questore Emanuele è napoletano.

Faust VIII ha detto...

-Scommetto che il vice questore Emanuele è napoletano.-

Cosa c'entrerebbe questo, ora?

Viviana Boccionero ha detto...

"Cosa c'entrerebbe questo, ora?"

C'hai creduto,c'hai creduto, faccia di velluto!

Faust VIII ha detto...

Che fai trolli? :P

Design270 ha detto...

posso dirvi che secondo il mio modesto parere non capite il punto, che per altro non è solo 1.
1) Gli assembramenti dovuti alle proteste di Brescia sono URLA di protesta di un'ampia fetta della società civile. Il governo sta strappando la dignità agli extracomunitari in italia. In pratica la BOSSI-FINI (memento 1, FINI che a "vieni via con me" sosteneva che gli extracomunitari sono una risorsa per la nazione) genera clandestini senza vie di scampo. Si tratta di una legge Xenofoba e miope. Ho molti amici extracomunitari che se la stanno passando malissimo. Leggete come funziona e sgranate gli occhi.
http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_Bossi-Fini

2) AVION no, quello che succede non è normale. Lavoro molto con DIA, Comando Provinciale dei Carabinieri e Squadra mobile di Genova. Sono persone che fanno il proprio lavoro con grande dedizione, professionalità e soprattutto serietà.
Il Signor Ricifari pasticcia in una situazione di normale ORDINE pubblico CITTADINO dove manifestanti esercitano il loro diritto sancito dall'articolo 21 della costituzione. Inoltre non conosce il Testo Unico delle leggi di Pubblica Sicurezza, del 1931, che prevede una serie di articoli che in questa occasione non vengono applicati proprio. Quello che fa il signor Ricifari è buttare discredito sulle forze dell'ordine italiane.
Poi uno è libero di esser cinico e non stupirsi di nulla ma l'atteggiamento di Ricifari è totalmente immotivato e scarseggia di professionalità, e non c'è da farci una discussione intorno, è talmente immotivata che i giornali non ne hanno parlato per niente, onde evitare la sommossa popolare.

3) Il video che voi vedete qui è tagliato e montato ad arte ma qui http://piemonte.indymedia.org/article/10619 trovate anche i video che mostrano come vanno le cose per intero e in modo più dettagliato. Ricifari reagisce in modo del tutto discutibile a spese nostre. La causa per abuso d'ufficio che perderà ricadrà sulle casse dello stato e quindi sulle nostre tasche.

4) Le provocazioni a Brescia non sono arrivate solo dalle forze dell'ordine, in queste situazioni ci sono manifestanti che sfruttano il momento per far casino. QUELLO è un comportamento "normale" che il poliziotto conosce benissimo ed è in grado di gestire se è coordinato seriamente.

Leggiamo e cerchiamo di capire quello che succede veramente.
Le vetrine rotte di Brescia sono il sintomo di un malessere e sono un fatto certamente grave ma la provocazione di questo governo è inaccettabile e vergognosa.

Design270 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Design270 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Francesca Silveri ha detto...

@Design270

Ti ringrazio tantissimo dei link innanzitutto. Sono daccordo con quasi tutto quello che dici eccetto una cosa:

"La causa per abuso d'ufficio che perderà ricadrà sulle casse dello stato e quindi sulle nostre tasche."

Personalmente sarei ben lieta che parte dei soldi dei contribuenti finissero a portare in tribunale quel funzionario incompetente. Voglio dire, i nostri soldi vengono usati per feste molto private, vengono sperperati in acquisti sbagliati, per costruire edifici di cui non beneficiamo, per finanziare gli affari personali di alcuni, non di molti e certamente non di tutti. Se proprio devono spendere qualche migliaia di euro in piú per far capire a uno che se non sa fare il suo lavoro allora se ne deve andare a pascolare le pecore, allora va bene, si spendano questi soldi. Perché tolleriamo certa gente? Perché diciamo che non vale la pena sprecare fiato o inchiostro per un cretino in piú o in meno? Non bisogna arrivare a infuriare la gente al punto che poi lo si va ad aspettare fuori casa, no? Gli si dice che non é adatto a fare il lavoro che fa e se ne va a fare qualche altra cosa. Sono sicura che lo accetterebbero calorosamente se dovesse trovare impiego come raccoglitore di frutta o vucumprá...

Design270 ha detto...

Cara Francesca ci deve essere un misunderstanding.
Parti in causa Sig Vicario Ricifari accusato di Abuso d'ufficio da Parte Civile. L'Avvocatura della Prefettura dovrà difenderlo d'ufficio dall'accusa. Le spese di istruttoria sono quindi a carico di chi perderà la causa, ovvero il signor Ricifari.
In ogni caso sono daccordo con te sulla questione degli sperperi immotivati, "VEDI ANTIGUA". Sig.

Francesca Silveri ha detto...

Ma giusto per darvi un'idea che certe cose non accadono solo in Italia.
Questo video é stato girato da un mio amico, studente a Londra. Notate come gli studenti stiano placidi e tranquilli fino a che la Polizia decide di "caricare" e notate come un poliziotto da un pugno in faccia a uno studente che non aveva fatto nulla...

http://www.youtube.com/watch?v=MfTSdKUSwNo

ps - per chi non é aggiornato sul Regno Unito e le rivolte studentesche, sono molto simili a quelle Italiane. Si ribellano al nuovo piano di tasse Universitarie che penalizzano le classi meno abbienti.

pps - Il mio amico mi dice che gli studenti Inglesi guardano su youtube i filmati delle rivolte studentesche Italiane e prendono spunto da come facciamo noi le dimostrazioni. Sono molto ispirati! Soprattutto, iniziano a capire che si devono mettere i caschi cosí la smettono di prendere le bastonate in testa!

Viviana Boccionero ha detto...

Cara Francesca, io lavoro molto con DIO.

Tyler ha detto...

Io non ci credo che in automatico dimostrante buono e pulotto cattivo. Che in fondo dietro i manganelli ci son persone. E sorelle, madri e figlie ce l'hanno pure loro.
Ed è dovere, mica piacere.
Ma diobon, ste scene a guardarle ti fanno un male che ...

Francesca Silveri ha detto...

@Viviana, digli che ci manca e si facesse sentire ogni tanto.... se c'é :P

Beh, avevo scritto su un post precedente, mio padre é stao un poliziotto, per tantissimi anni, ha iniziato a 17 anni, quando non dovevi essere maggiorenne per entrare in Polizia (mio padre ha 82 anni ora)... e non era uno stronzo, non alzava le mani, MAI. Non era un poliziotto semplice, Maresciallo di prima classe (che non é un titolo nobiliare, ma i ranghi sono cosí), ma non ha mai permesso abusi di potere. Anzi, ne ha denunciati non pochi ai suoi tempi. Bisogna che anche tra di loro qualcuno dica basta...

Viviana Boccionero ha detto...

Tuo padre non è Andy Warhol?!

Francesca Silveri ha detto...

Che centra Warhol con mio padre, non ho capito l'associazione?
Cmq, no papá é una persona pratica, anche se non creativa

Deimos ha detto...

La fotografia e il montaggio, sono migliori di ogni fiction italiana: anche gli attori non sono per nulla male.

Alessio Fortunato ha detto...

Non c'è che dire: un gran bel pezzo di merda ed impotente!!!

KK ha detto...

se metto a confronto queste immagini "caricate" ed invece le immagini dei serbi che hanno fatto annullare la partita dell'Italia-Serbia senza nessun fastidio e nessuna carica c'è qualcosa che non quadra. A proposito i vetri dello stadio rotti e il danno economico della partita annullata oltre ad aver rovinato la serata agli spettatori. A me sembra la solita storia chi ruba una mela va in prigione chi ammazza o ruba milioni viene premiato e magari va ad un reality.

Viviana Boccionero ha detto...

"Che c(')entra Warhol con mio padre, non ho capito l'associazione?"

Perché è un artista di prima classe e oggi avrebbe esattamente 82 anni.

Ehi ragazzi, perché non andiamo tutti a casa di Emanuele a cantargli:

Magica magica Emi
Magica magica Emi
Gira e spera, spera e gira
Quel che vuoi si avvererà

Francesca Silveri ha detto...

@Viviana, haha! Grande! Non pensavo all'etá. Beh, mio padre non sa neanche disegnare vagamente. Peró ti sa spiegare tutto su armi e esplosivi (o quanto meno di quelli che trattava come artificiere e armiere fino a quando se n'é andato in pensione). Quando vede scene in tv con "taglio il filo rosso o quello blu?" di solito si mette a ridere.

KK ha detto...

se posso fare un altro paragone , sembrano gli orchi contro gli Hobbit nel signore degli anelli.

Viviana Boccionero ha detto...

Ma anche per via dell'avatar, Francy...

Ehi RRoby, io do a Francy della "Figlia di Warhol" in considerazione del suo avatar, per scoprire poi che il fu Andy oggi conterebbe 82 anni netti, proprio come il di lei papà. Una coincidenza degna di Watchmen, RRoby. Non so, se vuoi commentare...

Drigo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=VNTuGfL-gVs&feature=player_embedded

uomoragno ha detto...

Ci sono rimasto molto male vedendo questo video, penso solo che se una persona si mostra così incompetente e non riesce a fare il proprio mestiere, non debba più ricoprire quella posizione.
In più, con molte videocamere e fotocamere a riprendere la scena, non fa esattamente una gran figura.
Che tristezza...

Nebo ha detto...

@rae tranquillo, m'han licenziato.