17.1.11

ITALIA UNO!

C'è una domanda che mi attanaglia da ieri, riguardo al messaggio di Berlusconi andato in onda a Studio Aperto, su Italia Uno e poi replicato su Rete 4 e no, non ha nulla a che fare con i vaneggiamenti, sempre più disperati, di quel Tony Montana alla corde che ci ritroviamo come presidente del consiglio.
La mia domanda è: perché Studio Aperto?
La strategia comunicativa operata da Berlusconi negli ultimi anni si è sempre attenuta ad un principio piuttosto chiaro: evitare, per quanto possibile, uno sfruttamento diretto delle sue reti televisive. Nel senso, Mediaset va bene per promuovere il "Berlusconi-Pensiero" e le "Berlusconi-Azioni" ma non va altrettanto bene come cassa di risonanza effettiva della sua voce. Per intervenire direttamente e in maniera pianificata (le telefonate a Ballarò in preda al furore non contano), Silvio ha sempre scelto dei contesti teoricamente super partes, atti a garantirgli credibilità e a tenerlo lontano dall'immagine di quello che se la canta e se la suona a casa sua. Contesti come la trasmissione di Bruno Vespa, per esempio.
Ok, ridete. Ho riso anche io scrivendo quest'ultima frase. Ma avete capito quello che intendo, giusto?
Le comparsate televisive sulle reti Mediaset, Silvio le quasi sempre fatte in maniera "informale" e in contesti rilassati e amichevoli (a parte qualche partecipazione a Matrix, che, comunque, dovrebbe essere il corrispettivo Mediaset di Porta a Porta, e quindi, una seria trasmissione giornalistica, ospitata sulla emittente ammiraglia del Cavaliere...).
In sostanza, l'idea che mi sembra si volesse comunicare era che quello che appariva al programma di Signorini a fare quattro chiacchiere tra amici, era Silvio Berlusconi, non il presidente del consiglio. L'uomo istituzionale, invece, appariva solo da Vespa o in programmi che gli garantissero il giusto risalto formale.
Ed è per questo che non capisco l'intervento su Italia 1, la rete "giovane" del gruppo Mediaset.
Specie per un intervento per lui così rilevante.
Che succede? Vespa, Minzolini, Vinci non erano disponibili? Non hanno trovato un buco in agenda per il premier?
Mi piacerebbe un sacco. Significherebbe che le cose sono ancora peggiori di quello che crediamo e che anche i fedeli vassalli stanno cominciando a disimpegnarsi dal re folle.
Ma non voglio illudermi.
C'è sicuramente qualcosa di diverso all'origine di questa decisione.
E mi piacerebbe tanto sapere cosa.
Perché in ambito di comunicazione, il Silvio nazionale non fa mai nulla per caso e se ha scelto Italia 1, una ragione deve esserci.

36 commenti:

il decu ha detto...

Avevo pensato lo mismo. Magari è alla frutta... perchè no? Spes ultima dea.

Depression Tony ha detto...

Non c'è nulla da stare tranquilli, purtroppo.

nerosubianco ha detto...

Forse perché la chiesa ha ancora un ruolo importante all'interno della rai?
Non lo so, è l'unica cosa che mi faccia pensare ad un veto nelle reti di stato...

GuidO ha detto...

http://www.facebook.com/video/video.php?v=1786559831603&oid=119185758154941&comments

- ES - ha detto...

Semplice: il problema con "le giovani" lo risolviamo sulla rete mediset dei giovani!

Se aveva un problema con una vecchia baldracca, sarebbe andato in onda su RAI 1.

Le cose sono sempre più semplici di quello che si crede!

Cortuska ha detto...

Anche se è alle corde, non va sottovalutato.
La scelta di Studio Aperto e TG4 ha molto senso: se fosse comparso sul TG5, si sarebbe sbilanciato troppo. Sul TG1 non ne ha bisogno, perchè tanto c'è Minzolini a "fargli il servizio" (in tutti i sensi) mentre su TG2 e TG3 ovviamente sarebbe stato preso a calci in culo.
E allora perchè non scegliere i due tg seguiti da quella (grossa) fetta di popolazione che più di tutte ha il pensiero forgiato dal suo modo di fare televisione?

Giacomo Cimini ha detto...

Il pubblico di Italia uno e' in gran parte costituito da minorenni. Studio aperto e' il telegiornale piu' seguito dai minorenni. Il messaggio e' chiaramente indirizzato a quel pubblico...

RRobe ha detto...

Ma il pubblico di minorenni non vota.

francesco ha detto...

il messaggio, i toni, erano indirizzati a tranquillizzare il proprio elettorato, le zie, le nonne e i nipoti... R4 e SA erano il canale migliore per dare quel tocco di intimità che ha raggiunto l'epifania con quel "ho una storia con una che non avrebbe voluto mignotte in giro per casa"

No Rrobbe, nulla succede per caso.

RRobe ha detto...

Ci ho pensato, ma non mi torna comunque.
E' un messaggio di tale rilevanza (per lui) che sarebbe dovuto passare sulla Rai per poi essere fatto rimbalzare sulle sussidiarie.

GuidO ha detto...

non è il voto che gli interessa... è che non può più utilizzare mora per le minorenni e va direttamente alla fonte utilizzando italia uno! :P

Mastro Pagliaro ha detto...

concordo con l'analisi di claudio.
poi ci sta anche che sul piano della comunicazione non sia più in grado di reagire, colpa della bordata che ha preso e del poco tempo a disposizione per pianificare una risposta adeguata.
Questa volta B rischia davvero il carcere.
incrociamo i piselli in segno di speranza.

Greg ha detto...

fermi tutti

grazie a dio non guardo la tv (fatta eccezione per wild ieri sera, un piccolo capriccio per gustarmi le gambe di fiammetta e i lauti pasti di grillys) ma giurerei di aver sentito di un intervento del silvio sul TG5 per tutta la mattinata odierna, pure su feisbuc...

1) è lunedì e non capisco una minchia?
2) è lunedì e nessuno capisce una minchia?
3) reti unificate?
4) comunicato inviato su reti mediaset diversificate per area/regione? (io abito a piacenza, cioè fra l'emilia e la lombardia...)
5) chissenefrega della rete?
6) chissenefrega in generale?

datemi una mano

PS io sono indeciso fra una delle ultime due

Zumbi ha detto...

O semplicemente, premesso che l'inusuale formula è prova del fatto che siamo passati al successivo livello di emergenza, l'intenzione è quella di ribadire con la scelta del contenente "popolare" il solito messaggio "ah tutta la questione esula dalla vita politica, ed è una vergogna che in essa abbia ripercussioni".

Indebolendo così di fatto i contorni già sfumati delle sue due personae, che è un pò la sua forza ma che gli si sta rivoltando contro.

Uomo del monte ha detto...

a quanto ho capito il messaggio è stato registrato nella casa di arcore e il primo tg dopo la registrazione è stato studio aperto ( e poi è passato anche da canale 5 nell' edizione delle 8 )

BrunoB ha detto...

Forse la ragione è che il pubblico di rete4 e italia1 è un pubblico di "innamorati" di B, opposto al pubblico delle altre reti, che magari è più pragmatico e pur magari votandolo non si aspetta che B sia un leader senza macchia.

Invece gli "innamorati" hanno bisogno appunto del leader senza macchia e senza paura, da cui le sue giustificazioni rassicuranti, che però ad un pubblico più smaliziato (quello delle altre reti) sarebbero sembrate ridicole.

Greg ha detto...

@Uomo del Monte: ah, quindi sta pippa del canale target sarà la solita cagata pseudo-cospirazionistica del regime intergalattico rettiliano?

ma và!?

RooB. ha detto...

Io ho pensato che può aver scelto queste reti per una sorta di strategia:
1 dare la sensazione che lui in primis non fosse preoccupato dalle accuse;
2 comunicare ai "suoi", per correttezza, il B. pensiero, per non lasciarli da soli, una sorta di rassicurazione di famiglia;
3 non rischiare di avere contraddittori seppur minimi o creare domande nelle arene televisive;
4 Aveva ben presente che la sua comunicazione, raggiunti gli scopi sopra descritti, avrebbe avuto una forte cassa di risonanza in tutti i Tg e media, ma senza un'esposizione diretta, alle sue condizioni.

Queste sono le motivazioni che mi sono dato. Sbaglierò, ma non finisco mai di sperare di vederlo dietro le sbarre.

RRobe ha detto...

Riporto qui il commento che Corbò m'ha lasciato su Facebook (non riesce a postare sul blog) e che mi è decisamente piaciuto:



Nessuno sta fuggendo da lui, nessun vespa o minzolini o signorini si stanno allontanando da lui, anzi.

Ha scelto italia 1 perche' e' la cosa piu' logica. Silvio, pur non amando commercialmente e politicamente i nuovi media e i nuovi modelli di comunicazione, li conosce benissimo.

Sa che non e' importante oggi, da dove parte la comunicazione, ma dove arriva. Sa che qualunque cosa lui dica, poi sara' rilanciata in tutte le sedi, con le opportune gestioni editoriali del caso. E infatti cosi' e' avvenuto.

Quindi bastava che la facesse partire, non importa da dove, anche se sempre con alcune semplici regole.

1) Non e' un messaggio propriamente da capo di stato. Non e' un messaggio propriamente da uomo politico. E' un messaggio da via di mezzo, cosa che per altro lui sempre piu' sta proponendo. Un uomo super partes, super lex, super tutto. Lui agisce ormai in quanto BERLUSCONI, che dal punto di vista umano, sociale, politico, economico, ha delle regole sempre piu' a se stanti. Quindi Porta a Porta era troppo da capo di stato, Signorini troppo da privato. Serviva una via di mezzo che fosse BERLUSCONI e basta.

2) Ok che basta farla partire, non importa dove, ma che la TV debba essere al centro della comunicazione del paese, questo e' un dato di fatto che per lui e' importante sancire. Quindi doveva essere un messaggio TV.

3) Nella Rai sarebbe stato visto troppo come un abuso, e non voleva si parlasse di quello. E sarebbe stato visto solo come messaggio di un capo di stato, mentre c'e' il punto 1) da ricordare.
Canale 5 troppo simile al punto 1)
Rete 4 troppo ridicola, lo sa anche lui. Fede troppo collegato alla vicenda.
Rimane Italia 1, che fa rispettare tutte le regole di cui sopra. Gliene frega un cazzo dei giovani. E nessuno dei suoi leccaculo ha ritirato la lingua di un millimetro. Solo gli serviva una TV che non fosse troppo e non fosse troppo poco e dove lui potesse essere solo BERLUSCONI.

brainmover ha detto...

Pubblico di minorenni?
Vi posto un profilo di Studio Aperto di ieri per aggiungere un po'di scienza alla discussione.
I commnenti poi li faccio casomai da casa :)

Sesso

Maschi 910.196 48,82%
Femmine 954.154 51,18%

Età

4/7 38.546 2,07%
8/14 96.032 5,15%
15/19 113.690 6,10%
20/24 58.914 3,16%
25/34 215.372 11,55%
35/44 252.752 13,56%
45/54 372.745 19,99%
55/64 305.087 16,36%
65+ 411.212 22,06%

Titolo di studio

Nessuno 134.577 7,22%
Elementari 577.054 30,95%
Medie Inferiori 685.363 36,76%
Medie Superiori 400.829 21,50%
Laurea 66.525 3,57%

Nuova Classe Socio-Economica

BB 359.188 19,27%
MB 698.961 37,49%
BA 65.483 3,51%
AB 105.719 5,67%
MA 474.467 25,45%
AA 160.532 8,61%

Diego Cajelli ha detto...

Pervaso dal mio costante pessimismo, convinto che non succederà niente di niente di niente, io un'idea a riguardo della scelta dei canali l'avrei.
Il discorso è piuttosto complesso. Perdonami.
Purtroppo, volevo capire alcune cose e sono andato a guardare in faccia il mostro, l'elettorato (giovane) silviesco e tutto il cucuzzaro.
La situazione abbraccia l'impianto giuridico e morale del nostro paese.
Sorvoliamo per un momento sul lavaggio del cervello e sulla sindrome di Stoccolma.
Studio Aperto e TG4 perchè, per la maggioranza assoluta del target di quelle due reti quello che ha commesso Silvio NON è reato.
Va oltre il complotto delle toghe di sinistra, concetto vendibile su altri canali. Semplicemente, per un paio di generazioni votanti, donne comprese, ottenere denaro e favori in cambio di sesso, fare carriera in tivvù o nello spettacolo attraverso il sesso, NON è reato.
Non lo è per loro e non riescono a capire come possa essere considerato un reato per il resto del mondo e per la legge italiana.
Da cambiare per via della "dittatura della magistratura" (giuro, l'ho letto. la pensano così davvero).
Sulla Rai o su canali con un target vagamente più alto... Bada bene, per vagamente più alto basta mettere l'aggettivo "Superbo" invece di "Bello" e già ti rivolgi ai laureati, quel discorso di non-reato non reggerebbe.
Di là verranno fatti i discorsi sulla giustizia a orologeria, toghe rosse e quant'altro.
Perdonate la lunghezza.
E la tristezza.

Giacomo Cimini ha detto...

Non mi riferivo al pubblico di minorenni come potenziali "votanti", quanto al pubblico di minorenni a cui fornire un alibi e una versione ufficiale da ripetere in caso di indagini.

Giacomo Cimini ha detto...

Ancora meglio, come si evince dai dati pubblicati da Brainmover, il messaggio sembra proprio essere indirizzato ai genitori delle suddette minorenni.

Corbeauss ha detto...

wow, sono riuscito a entrare, passando da Youtube!!

Diego, mi permetto di ribadire il mio concetto che roberto ha gentilmente riportato qui da Facebook.

Non c'entra nienta il target di riferimento in questo caso.

E' un messaggio sparato la mattina in TV. Non era un messaggio destinato a essere visto in quel luogo, a quell'ora.

Serviva solo una cassa di risonanza di un certo tipo, affinche' poi tutti gli altri TG potessero rilanciarlo pro domo loro verso il loro pubblico. Che tutti i giornali potessero fare lo stesso.

Il messaggio non e' per il pubblico di Italia 1, che e' stato vista come rete piu' "neutra" in questo caso, per far risaltare solo il BERLUSCONI.

Il messaggio era per tutti i pubblici che poi in maniera differita ha effettivamente raggiunto. Fosse anche solo (anzi, meglio ancora, lo scopo era quello) la chiacchiera al bar tra votanti di Berlusconi, dopo che uno solo lo ha letto su Il Giornale o visto il rilancio del TG1...

Greg ha detto...

appello in onda (anche) sul TG5

http://www.youtube.com/watch?v=CD3SNptW6JU

dov'è il vostro dio adesso?

brainmover ha detto...

Concordo con Corbeauss. Ho postato i dati (che naturalmente sono dati Auditel) per far capire che parlare del pubblico di S.A. come pubblico di ragazzini di provincia era fuorviante.

boris battaglia ha detto...

si tratta di una scelta lucida e precisissima. si tratta di contrappore il segno al simbolo. anzi, di immergere profondamente il simbolo nel segno, fino a confondere il segno con il simbolo.
pensaci.
il segno è evidenza della realtà, è qualcosa che fa parte della realtà e che, alle volte, come nelle vostre narrazioni, crea la realtà.
italia uno è la fabbrica principale, ben governata dal marchionne di turno: il buon Ricci, dei segni che fanno la realtà del racconto di Berlusconi: cioè troiette, pederasti e coca.
Il simbolo è una rappresentazione che rimanda ad altro.
Il bianco nella cultura occidentale rimanda a innocenza e purezza.
quello sfondo assurdamente bianco: libreria bianca, libri tutti bianchi (si è mai visto nella realtà?), foto con B vestito di bianco che tiene per mano un bambino, foto di bambini cvestiti di bianco.
il messaggio simbolico permea il mezzo da cui viene irradiato. il mondo costruito da berlusconi, persino italia1, è puro e innocente.
e funziona.
ha funzionato fino ad adesso.
funzionerà ancora.

Giorgio Salati ha detto...

Concordo sia con Corbeauss che con Cajelli.

Anch'io me l'ero chiesto e ho avuto anche un'altra impressione. Magari mi sbaglio. Mi ha fatto pensare a un Berlusconi che si prepara al dopo-berlusconi, cioè, che si arrocca nelle sue posizioni, nelle sue tv, col suo elettorato. Si prepara a quando non sarà più presidente, a quando non sarà più "la maggioranza", compattando i "suoi" preparandoli al partito "Italia", per continuare comunque a vivere politicamente di rendita.

Che ne pensate? Dico scemenze?

Fabrizio ha detto...

non per dire, ma alle 8.00 c'era l'annuncio integrale anche su canale 5 con la sigla del tg5 in basso a destra.

in ogni caso, secondo me ha scelto quelle reti perchè aveva bisogno di reagire immediatamente e in quella sede poteva farlo senza nessun, disturbo, contraddittorio, domanda o interferenza.

Skull ha detto...

Molto semplicemente, e come ha già sottolineato Uomo del Monte, il TG di Italia Uno è il primo ad andare in onda: per uno che ha molta fretta (e oggi che sono arrivate le carte sappiamo perchè) di andare quanto più integralmente in video in tutti i TG la cosa più rapida è prendere il primo in ordine di tempo, che tanto i successivi rilanciano quello.

Uomo del monte ha detto...

@Greg
no, sicuramente ha registrato il messaggio perchè passasse prima sulle sue reti ma studio aperto è l' unico che se registri un video alle 6 alle 6.25 lo può già passare...

Hellpesman ha detto...

@greg: scusa non ho capito il tuo commento? cosa vuol dire? grazie

Lobo ha detto...

Le ragioni saranno le più diverse e le motivazioni le più disparate. Io però vorrei porre l'attenzione su come stavolta abbia sbagliato di grosso il colore del fondotinta ed esagerato con la tonalità con cui si è sbiancato le borse sotto gli occhi... :D

Uomo del monte ha detto...

oramai lo muove il jim henson team ( cit. )

Tyler ha detto...

Tranquillizza il suo elettorato in vista di quel che deve venire.
Cioè:
1) altre rivelazioni in grado di minare definitivamente la sua credibilità anche presso le sue truppe.

2) reazioni a colpi di indignazione, loro sono il male, ecc. che potrebbero sfociare nel voto (Se la popolarità di B va al minimo la lega fa saltare tutto e si ciuppa i suoi voti...)

Greg ha detto...

@hellpesman: che sta storia dell'individuare a tutti i costi nel messaggio su Italia Uno una precisa strategia comunicativa per asservire la tv dei ggggiovani al reggggime è una cagata nucleare ai livelli di quella del collega minorenne con la pala, se non peggio.

e infatti siamo arrivati a capirlo nel corso della giornata di ieri, giusto? (una giornata intera, un lead time comunque intollerabile..)
quando ci siamo resi conto che il messaggio è stato passato su TUTTE le reti mediaset nazionali.
chissà perchè, forse perchè sono semplicemente le sue...

insomma
strategia di veicolazione del messaggio per vie traverse al fine di colpire e domare il subconscio delle masse minorenni e relativo parentame = FAIL