21.1.11

La satira non basta.

Vignetta di Makkox tratta dal suo intervento sul Post di oggi.
Sarebbe satira, giusto?
Invece No.

8 commenti:

brainmover ha detto...

In realtà l'ha detto anche Turco (deputato Radicale/PD) e non per difendere Silvio. L'ho pensato anche io, a dire il vero. Tra l'altro mi provoca un certo fastidio il fatto che da sinistra si cerchi il solito appoggio di "Famiglia Cristiana" o del cardinale di turno. Preferirei si dicesse "visto che andate a troie, perché non legalizziamo/liberalizziamo la prostituzione? perché non togliamo la porno-tax?". Speranze vane. Grande Makkox comunque.
Qui la dichiarazione: http://www.radicali.it/comunicati/ruby-bertone-turco-seguiamo-con-preoccupazione-vicende-vaticane

Tyler ha detto...

La vignetta è grandiosa (lista Fidelio è per appasionati di cinema)
Quando ho letto l' "invece no" mi sono venuti i brividi.
La realtà supera oltraggiosamente la fantasia.

Luigi ha detto...

Con tutto quello che hanno combinato i preti è incredibile che la Chiesa abbia la faccia tosta di rompere i coglioni a Berlusconi per le sciocchezze dei giorni scorsi.

RRobe ha detto...

Certa gente se lo merita Silvio.

Viviana Boccionero ha detto...

Dan dan dan dan dan, RRoby.


"visto che andate a troie, perché non legalizziamo/liberalizziamo la prostituzione?"

Già fatto, cervellone.

gnappo ha detto...

@Luigi: a me sembra che Ratzinger & Co. stiano cercando di rimediare ai crimini terribili commessi da certi "preti" (che vanno processati) e di sicuro la Chiesa non ha mai dato il permesso ai sacerdoti di compiere abusi ed altro.
In un'organizzazione qualsiasi ci sono sempre i rami secchi e come tali vanno tagliati alla svelta.
Quindi, secondo me il Papa ha tutto il diritto di criticare quanto successo in questi giorni.
Certo, politicamente parlando non dovrebbe metterci il becco, ma qui siamo in Italia...

Tu dici che i fatti dei giorni scorsi sono sciocchezze??
Per me sono questioni gravissime e non mi interessa in che contesto siano successe.
I reati contestati a B. (in questo caso) sono 2 e mi sembrano molto importanti.
In uno Stato DEMOCRATICO qualunque si sarebbe già arrivati al processo senza tanti fronzoli ma, ripeto, qui siamo in Italia e mi sa che alla fine ce lo meritiamo tutti B. al governo, siamo troppo coglioni per riuscire a cacciarlo come invece andrebbe fatto.
Marrazzo è stato ricattato da trans e qualche carabiniere deviato e si è dimesso/eclissato in un attimo, B. viene ricattato/spennato da un fottio di ragazzine e compie reato di concussione ed invece resta tranquillamente su? Boh!

Chiudo con 2 considerazioni personali.
1. Vedere B. cadere per questioni di mignotte mi dispiacerebbe molto, lo reputo una persona molto intelligente (tipo il Prof. Moriarty, tanto per intenderci) che purtroppo si è persa dietro a qualche pelo di f. di troppo...(le intercettazioni danno un quadro deprimente della sua situazione).
Anche Al Capone è stato incastrato per frode fiscale, ma io preferirei vedere in galera B. a causa del riconoscimento di qualche crimine commesso in passato, sarebbe più giusto, no?

2. Ma i genitori delle ragazze???!!! Che razza di gente è???!!! Non ho mai sentito un padre incoraggiare la figlia a darla via ad un plurisettantenne per ottenere dei soldi! Ma non si vergognano?
Se mia figlia in futuro dovesse comportarsi in questo modo la chiudo a vita in camera e butto le chiavi (ed il laido 70enne lo faccio secco...)

Poi ci lamentiamo che l'Italia va male...

sabo ha detto...

Altro scenario da fanta-politica, dopo quello da te ipotizzato un mesetto fa.
Berlusconi si rifiuta di presentarsi davanti ai giudici, non riconoscendo loro autorità ed imparzialità.
Non solo non si presenta ma rifiuta anche di difendersi.
I giudici decidono di procedere col processo.
Berlusconi viene ritenuto colpevole di uno o più dei reati che gli vengono contestati.
In tutti i gradi di giudizio.
La situazione che si viene a creare è quella di un politico (che gode di un ampio consenso popolare, che accusa pubblicamente, apertamente e ripetutamente la magistratura di voler sovvertire la volontà popolare, di essere un perseguitato…) che deve essere condotto in carcere per scontare una pena.
Chi o come potrà farsì che ciò avvenga riuscendo al tempo stesso ad evitare che il popolo percepisca quello che sarebbe un iter normale per qualsiasi comune cittadino come un golpe della magistratura? Con tutto ciò che ne potrebbe inevitabilmente conseguire..
Il pensiero che in questi giorni mi frulla in testa è: siamo sicuri di essere così lontani da un’ipotesi credibile di ciò che potrebbe accadere?

Tyler ha detto...

"fanta ..."
Non so quanto sia "fanta" la tua ipotesi.
Nè più nè meno di tante altre (tipo quelle che parlano di clamorosa ripresa l'anno prossimo...).
Forse i fatti non saranno quelli da te descritti, ma la sensazione (più che un'idea compiuta) è che si stia muovendo qualcosa di grosso in termini di ordine sociale.
Io sono realmente convinto che la realtà superi spesso la fantasia (ampiamente dimostrato dal processo di Norimberga...) e che se una farfalla batte le ali in parlamento, può scoppiare un uragano per strada.
Troppe farfalle svolazzano, ultimamente ...