14.1.11

Progetto Decoro.

Nell'ambito di una rivalutazione della Metro di Roma, e per spiegare alla gente perché, per passare dalla linea A alla linea B, adesso bisogna farsi due chilometri di dungeon infestato da orchi e goblin, il comune di Roma e l'Atac hanno ben pensato di promuovere un manifesto informativo sul "Progetto Decoro".
Questo è il manifesto:

Ma vediamolo nel dettaglio:
Prima, una fatiscente stazione della metro di Roma con tre umarell che osservono la piattaforma mobile di Akira.


Adesso, una bella stazione deserta, sporca e alienante.

Questo "Progetto Decoro" mi piace un sacco. L'idea di trasformare Roma nel set di un film alla Blade Runner, potrebbe essere buona.

13 commenti:

TSUNAMI ha detto...

ah ecco.
Non l'ho notato solo io che è esattamente identica a prima...
Gli manderei lei in aiuto guarda...

http://www.youtube.com/watch?v=YS5MwUTEhvU

Ti consiglio di guardarlo ogni tanto 'sto programma.
Ha il fascino di un incidente stradale...
"Non esistono colori brutti, ma solo combinazioni sbagliate" e lei le azzecca tutte, quelle sbagliate.
XD

Watanabe ha detto...

Mi sfugge il concetto di decoro nel passare da un cantiere ad una stazione abbastanza desolante.
Che una volta aperta gli operai a lavoro non ci sarebbero più stati mi sembrava il minimo.

Un premio per il cartellone più stupido dell'anno.

Fabio D'Auria ha detto...

La foto può essere aggiunta anche a "anziani che guardano i lavori in cordo".

Comunque si vede chiaramente che un operaio rischiando la vita sta spolverando un pannello della galleria...

Faccio una domanda non polemica, essendo lavori in corso, non scatta in automatico l'uso dell'elmetto e della casacca rifrangente?

Giorgio Salati ha detto...

Ma non capite. Il Progetto Decoro è un'iniziativa della Gioventù Alemanna per lo sterminio assoluto degli Umarell, e in seconda battuta degli operai (extracomunitari).

Come potete vedere, nella prima immagine ci sono gli umarell a osservare il lavoro degli operai. Nella seconda gli operai hanno eliminato gli umarell: niente più vecchietti.

Ma poi gli operai vengono mandati in giro senza caschetti e scarpe antinfortunistica, quindi quelli cui non gli cade qualcosa in testa vengono sterminati con la corrente elettrica della metrò.

E infatti, come si può vedere nelle immagini "adesso", ecco una metrò assolutamente decorosa, senza umarell e senza operai extracomunitari!

Viva la Gioventù Alemanna!

TifamoTutti PerPista ha detto...

Ma noterei come in pieno stile italico 1 lavora quattro (4) guardano...

Nebo ha detto...

GIRANO CLOVERFIELD 2 A ROMA?!

TifamoTutti PerPista ha detto...

@Giorgio Salati: non dovremmo chiamarla alemanniana? fa molto nordico....

Avion ha detto...

La verità è che per risparmiare hanno affidato la creazione del poster al Megse.

Giorgio Salati ha detto...

@Tifamo: ahah! Lo so, ma "alemanna" mi fa venire in mente gli ariani e mi diverte di più!

Cymon ha detto...

La sintesi è che se nei sottopassi della metro ci fossero veramente orchi e goblin ci si divertirebbe di più. Almeno, ad andare a lavorare, si approfitterebbe per recuperare un po' di XP.

(io però sto a Milano, noi teniamo il progetto Metro5 che ha anche lui i suoi aspetti comici)

Giorgio Salati ha detto...

@Cymon: esatto. Il ragionamento è: chi ha detto che prima di fare la Metrò 5 debba esistere la 4?

La prossima di Milano, per essere allo stesso livello di Londra, sarà la Metrò 11.

Al massimo chiameranno Metrò dalla 6 alla 10 le macchinette del caffè, giusto per poter dire che esistono.

(non scherzo, hanno annunciato davvero di voler fare fino alla M11, peccato che siano tutte robe da pochi km...)

Icaro ha detto...

Per "colpa" del progetto decoro devo partire un ora prima da casa. Perchè quei cinque minuti in più che si perdono nel percorrere "il miglio zozzo" diventano (con il classico effetto valanga) 15 all' arrivo in facoltà. Se prima arrivavo in perfetto orario ora, con questo ritardo, o non mi siedo o resto fuori la porta. Soluzione? si parte un' ora prima da casa! Se prima erano 5 le ore che passavo per spostarmi tra Formia (LT, mia città) e Roma, adesso sono 6 (salvo ritardi treni). Giornaliere. PS: Ho 3 ore di lezione al giorno, visto che alcuni corsi non sono partiti dopo i disordini Gelmini. Allegria (?).

Valeria ha detto...

se hai notati, nelle due foto sotto il "prima" è a Re di Roma, mentre il "dopo" mi sembra che sia a Furio Camillo. Il progetto decoro consiste semplicemente nel farti vedere che prima gli operai sono da una parte e dopo non sono più dall'altra