21.2.11

Giusto per la cronaca...

La notizia è "vecchia" (per gli standard di internet, ovviamente), però, visto che quando si tratta di fare lo "scoop" tutti sono un sacco zelanti ma diventano tutti pigri quando si tratta di segnalare le smentite...
Il Sergio Bonelli coinvolto nella faccenda di affittopoli del Pio Albergo Trivulzio, non è il "nostro" Sergio Bonelli. Si tratta di un caso di omonimia.
Per la cronaca (questa è una roba che non era ancora stata segnalata, mi pare), non è nemmeno la prima volta che succede. Provate a inserire su Google le chiavi di ricerca "Sergio Bonelli" e "Via Alfieri" (la via dove si troverebbe l'appartamento coinvolto in affittopoli). Il primo link che esce è QUESTO, un articolo del Corriere della Sera di alcuni anni fa (riportato nel loro archivio storico), che racconta di come un Sergio Bonelli venne gambizzato tra via Alfieri e Piazza Morselli. Ovviamente, anche in quel caso, non si trattava del Sergio Bonelli di Tex (e non è nemmeno detto che si tratti del Sergio Bonelli coinvolto nel casino degli affitti, sia chiaro).
A me ci sono voluti cinque secondi per trovare questo link (che qualche sospetto sul caso di omonimia lo avrebbe dovuto far nascere) ma, sembra evidente, che i giornalisti non avessero tempo da perdere in sciocchezze come il controllare con cura le informazioni a loro disposizione.
Del resto, è molto più comodo (e proficuo), sputtanare qualcuno di famoso.