6.2.11

I sogni son desideri.

"Personaggi posseduti da odio e livore, da una pulsione ad abbattere il nemico, a umiliare chi è diverso da loro. Viene il dubbio che possano sognare una nuova Piazzale Loreto".

Così dice Daniele Capezzone, portavoce del PdL, commentando il convegno di Libertà e Giustizia, tenutosi oggi al PalaSharp di Milano.

Il problema, Daniele, è che per ora possiamo solo sognarlo.

11 commenti:

Amal ha detto...

in questo momento ti ho stimato molto.

Vittorio ha detto...

E' triste che Capezzone inquadri il convegno di oggi solo in questo (limitato) modo ed è triste arrivare a sognare la morte di qualcuno per uscire da questa situazione.

Lucathegreat ha detto...

A Capezzone mi sa che un giorno gliene arriva un altro...

saldaPress ha detto...

In effetti era da un po' che il nostro Capy non si sentiva.

manfroze ha detto...

Da Google Reader pensavo di essere su Wittgenstein. Era troppo bello che Sofri avesse scritto questa cosa.

Pazuzu Uzu ha detto...

Piazzale Loreto magari no, equivarrebbe a paragonare Berlusconi al Duce, e certo quell'inutile nano non merita un simile onore.
Ma una bella fucilata in pancia, quella sì che ci starebbe bene...

Eddie ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Eddie ha detto...

10 100 100 piazzale loreto.

Planetary ha detto...

Anvedi la sinistra delle bandiere della pace... :)

RRobe ha detto...

Non sono di sinistra.
E non sono pacifico.

Planetary ha detto...

Lo so. Per tutti e due i casi :)
Era riferito più al codazzo di quelli che hanno appena comprato la scatola del Piccolo rivoluzionario :)

Oh, poi questo tipo di pensieri non li condivido e anzi li trovo aberranti, qualsiasi parte li faccia.
Ma magari son strano io eh :)