29.3.11

Cronoviaggiatori appassionati del Blasco.


Ieri notte, tornando a casa a piedi insieme a Mary (grazie Atac), sono passato davanti alla Feltrinelli dell'Appia (ex TuttiLibri).
Fuori da negozio, un mucchio di gente in attesa di qualcosa.
Il tipo di folla che si fa davanti a questo tipo di negozi quando sta per uscire un nuovo Harry Potter o Starcraft 2.
Guardo le vetrine ma non riesco a capire di che tipo di evento si tratta. La composizione della folla, oltretutto, mi pare molto generica e non mi lascia indizi.
Sto per tirare dritto ma poi la curiosità ha la meglio: mi avvicino a una ragazza e le chiedo la ragione del suo essere in fila.

"Per il nuovo CD di Vasco"
Mi dice.
Io faccio finta di niente, incasso il colpo e tiro dritto.
Mary, accanto a me, non ha capito. E mi chiede cosa mi ha detto la ragazza.

"Sono in fila per il nuovo CD di Vasco."
Le dico.
"Vasco Rossi?"
Chiede lei, perplessa.
"Sì."
"Il nuovo CD?"
"Sì."
"Mah!"

E io penso che si stupisca per il fatto che c'è gente che ancora segue il Blasco. Cosa che, in effetti, stupisce anche me. E invece, Mary, che è molto più giovane di me e, lei sì, nativa digitale per davvero, mi chiede ancora:

"Sicuro che ha detto proprio CD?"
"Sì."
"La gente compra ancora i CD? Ma non ce l'hanno internet? Ma che è?!... Una specie di invasione di viaggiatori del tempo provenienti dal passato?"

E io mi sono sentito, al tempo stesso, troppo avanti rispetto alla gente in fila davanti alla Feltrinelli, e troppo indietro, rispetto a quella mocciosa che mi camminava al fianco.
Cazzo, tra poco sarò un quarantenne. Farò la fila davanti ai negozi per comprare Halo X!