29.3.11

[RECE] Californication Stagione 4


Se non fossi così innamorato dei personaggi di questa serie, dei loro interpreti, e del modo in cui è scritta, direi semplicemente che la quarta stagione di Californication è stata brutta e chiuderei qui il discorso. Ma il fatto è che lo sono e quindi vi dico che sì, è stata brutta, ma che almeno un terzo delle puntate (quindi, quattro su dodici) mi sono piaciute tanto e che le intenzioni, nel loro complesso, erano buone.
Mettere Hank Moody davanti alle conseguenze delle sue azioni, sia in maniera diretta (il processo per stupro di minorenne), sia in maniera indiretta (le ripercussioni che il suo stile di vita genera su quelli che gli stanno attorno, in particolare l'influenza su sua figlia) era una buona idea. Peccato che sia stata esposta malamente, con troppe puntate vuote e inutili, troppe esasperazioni e un pelo troppa fighetteria.
Le ultime due puntate, invece, sono decisamente buone e, per come sono state scritte, potrebbero essere un degno finale per una serie che, forse, ha detto tutto quello che aveva da dire (tranquilli: la quinta stagione è stata già confermata).

p.s.
in questa stagione appare Tommy Lee e ci sono ancora più omaggi del solito ai Motley Crue e al libro The Dirt, quindi si attira comunque le mie simpatie.