28.3.11

[RECE] Kick Ass


Con un solo anno e mezzo di ritardo, sta per arrivare anche nelle sale italiane la versione cinematografica del progetto Kick Ass di Mark Millar.
Il fumetto com'era?
Il solito fumetto di Millar: una bella intuizione iniziale e uno sviluppo cazzone in grado di sprecarla malamente. Ma i disegni di Romita Jr. (e i bei colori) erano fantastici.
Il film di Matthew Vaughn è molto fedele al fumetto. Visivamente molto piacevole e raccontato con evidente mestiere e talento, parte dalla stessa bella intuizione iniziale e pur razionalizzando il soggetto originale, cercando di dargli corpo e una narrazione maggiormente strutturata, crolla completamente nello sviluppo, perdendo l'occasione di essere davvero un bel film significativo di supereroi.
In poche parole, Kick Ass è una barzelletta sconcia: divertente ma, a conti fatti, trascurabile.

Una nota margine: i riferimenti culturali di Millar già non erano freschissimi nel fumetto (Myspace e Lost sono due delle cose meno cool da dire oggi) e la situazione è peggiorata con i tempi necessari per la trasposizione cinematografica... aggiungiamoci l'anno e mezzo di ritardo maturato dal film al suo arrivo in Italia e l'effetto è quello di stare a vedere un film vecchio.
Kick Ass?
Old.

24 commenti:

Cavuccio ha detto...

direi che se dopo un anno un film è già vecchio, qualcosa è andato decisamente male.

RRobe ha detto...

E' internet, baby.

MA! ha detto...

Non è vecchio, è solo ambientato 4/5 anni fa. Sarà anche invecchiato, ma è la cosa più vicina alla contemporaneità ottenuta da un cinecomics. Se dopo si vuole sempre e comunque giocare sull'effetto nostalgia (alla Scott Pilgrim) o al bigger-than-life (alla Iron Mann) logico che tutto risulti più facile.

RRobe ha detto...

E' pensato 4/5 anni fa, e si vede.
Si potevano prendere la briga di adattarlo.

Mario De Roma ha detto...

E' un bel film caciarone, in generale, e nel novero dei film che contengono Nicholas Cage è un capolavoro. Ha un replay rate basso, ecco.

Al momento lo vedrei volentieri se lo passassero in tv, mentre stiro.

RiZzUs - (DDComics) ha detto...

io dico che la versione in italiano fa cagare. l'ho visto ai tempi sub ita.. molto meglio.

RRobe ha detto...

Non lo so. L'anteprima era in inglese.

Avion ha detto...

Se l'avessero adattato al momento attuale, un sacco di gente avrebbe stressato perché non sarebbe stato fedele all'originale.

Never mess up with fanboyz.

Fuz ha detto...

A me è piaciuto un sacco, ma proprio tanto.

PETRO ha detto...

a me il film era piaciucchiato, per quanto l'happy ending irreale per il nerd comune. Mentre per i fumetti di Millar in generale non credevo fossero tutti fatti così male, ma forse quelli son gusti o ignoranza mia boh (quello di kick-ass non l'ho ancora letto per colpa del mio rigetto verso Romita Jr, ma vedrò di recuperare)

GuidO ha detto...

a me è piaciuto tantissimo in originale... dal trailer italiano invece ho visto che l'hanno edulcorato in maniera imbarazzante.

BrunoB ha detto...

Va bene tutto ma Nicholas Cage/Big Daddy spacca

uomoragno ha detto...

Il fumetto mi è piaciuto, non vedo l'ora di guardarmi il film!

Daniele ha detto...

non vedo perchè si sarebbe dovuto adattare all'attualità. è un film, non un servizio televisivo. se dovessi trarre un film ora da un libro ambientato, che so, nell'italia di fine 80 dovrei sostituire i walkman con gli iPod?

Slum King ha detto...

Bastava non mettere quel cazzo di Jetpack e al posto della lucina stroboscopica una bella dose di coca e sarebbe stato un filmone. Garantito.

RRobe ha detto...

Per Daniele: perché non è un film volutamente ambientato qualche anni fa.
E' un film ambientato oggi che, proprio della sua modernità si basa.
E' semplicemente il solito problema con i riferimenti culturali troppo prossimi: basta un anno e sono bolliti.

RRobe ha detto...

Per Slum: concordo.

Daniele ha detto...

ma da cosa si capisce (io non ho visto il film, ho solo letto il fumetto) che l'intenzione del film maker è quella di rappresentare la contemporaneità? ogni opera di fiction è costretta a rappresentare, per quanto più all'avanguardia possibile, un determinato momento che è superato un istante dopo la pubblicazione. magari gli autori del film volevano rappresentare proprio la new york del 2008

RRobe ha detto...

Il fumetto è di quegli anni.
Millar opera sempre nella contemporaneità.
Tutto il senso del film è nell'idea dei supereroi, oggi, nel mondo reale, chiamati a confrontarsi con Youtube e compagnia.
Emmadonna.

BrunoB ha detto...

Meglio Kick Ass o Scott Pilgrim? (per inciso, IMHO Scott Pilgrim - parlo del film doppiato in italiano - è una cagata immonda)

RRobe ha detto...

Scott Pilgrim un milione a zero.

BrunoB ha detto...

Paradossalmente per me il discorso che fai per Kick Ass vale al 100% per Scott Pilgrim, e cioé: Kick Ass pur avendo MySpace al posto di Facebook e Lost al posto di Il Peccato E La Vergogna si regge abbastanza come film anche se gli togli tutti i riferimenti alla cultura pop.
SP invece è tutta una strizzatina d'occhio furbetta, una sperimentazione stilistica a tratti interessante, ma di sostanza ne ha poca (sempre IMHO).

Fabio ha detto...

Gran film, Kick Ass. :)

Fabrizio Ricci ha detto...

a me è piaciuto molto, anche il jetpack :D
10 punti se non mi cita facebook, alla faccia dei riferimenti culturali del piffero :P