16.3.11

Roma Comics & Games... una manifestazione con una tradizione misteriosa, fatta da solidi professionisti senza nome.


Si legge dal sito di Roma Comics & Games:

"Roma Comics & Games vuole offrire a Roma una manifestazione che riunisca comics, animazione, videogiochi, giochi tradizionali e narrativa di settore.
Come? Grazie all'esperienza dei suoi organizzatori che hanno realizzato alcuni degli eventi più importanti di settore degli ultimi 15 anni."
Chiaro?
Attraverso l'esperienza dei suoi organizzatori.
E chi sono questi luminari? Sul sito non c'è nessun nome individuale, solo una mai sentita associazione culturale Kassandra.
Comunque sia, l'effettiva esperienza degli organizzatori si vede bene sin dal logo della manifestazione.
Sempre sul sito della manifestazione si legge che "è un evento totalmente nuovo che rilancia un marchio che ha fatto la storia del fumetto in Italia".
Quale marchio?
Mistero.
Comunque sia, andando a leggermi l'atto costitutivo dell'associazione culturale Kassandra, ho scoperto che è una manifestazione di Paolo Puccini, un nome che non mi aspettavo di sentire più e che è legato solo a dei squallidissimi ricordi legati a delle cosiddette manifestazioni che si tenevano molti anni fa, in un albergo di Ostia.
Brividi.