27.4.11

Così muore la PS3.

Questa la mail appena arrivata a tutti gli utenti registrati al Playstation Network (la Sony parla di settanta milioni di persone anche se io, personalmente, credo che siano qualche decina in meno):

Stimato Cliente PlayStation Network/Qriocity:

Abbiamo scoperto che tra il 17 e il 19 Aprile 2011, alcune informazioni relative agli account di utenti di servizi PlayStation Network e Qriocity sono state compromesse in relazione a intrusioni illegali e non autorizzate nel nostro sistema. Di conseguenza a quanto riscontrato finora, abbiamo:

1) Temporaneamente disattivato i servizi PlayStation Network e Qriocity;

2) Ingaggiato una competente agenzia esterna per la sicurezza, per condurre una completa ed estesa indagine su quanto accaduto;

3) Tempestivamente preso misure per migliorare la sicurezza e rafforzare l'infrastruttura del nostro network, ricostruendo l'intero sistema per fornire una maggiore protezione dei vostri dati personali.

Apprezziamo la vostra pazienza e buona volontà mentre lavoriamo intensivamente per risolvere questi problemi.

Mentre indaghiamo sui dettagli di questo incidente, riteniamo che un soggetto non autorizzato abbia ottenuto le seguenti informazioni da voi fornite in precedenza: nome, indirizzo (città, stato/provincia, codice postale), nazione, indirizzo email, data di nascita, password, login e online ID di PSN/portatile. Inoltre è possibile che i dati del vostro profilo siano stati rilevati, inclusi la cronologia degli acquisti e l'indirizzo di addebito (città, stato/provincia, codice postale). Se avete autorizzato un sub-account per un vostro familiare, vi informiamo che gli stessi dati relativi possono essere stati rilevati. Nonostante non ci sia prova che i dati della vostra carta di credito siano stati presi in questa circostanza, non possiamo escludere tale possibilita'. Se avete fornito i dati della vostra carta di credito tramite PlayStation Network o Qriocity, per sicurezza vi informiamo che il numero della vostra carta di credito (escluso il codice di sicurezza) e la data di scadenza possono essere stati rilevati.

Per la vostra sicurezza, vi invitiamo a essere particolarmente vigili nei confronti di truffe via email, telefono, e posta cartacea che chiedano informazioni personali o dati sensibili. Sony non vi contatterà in nessun modo, incluso via email, chiedendovi il numero di carta di credito, numero di previdenza sociale, o altri simili dati o informazioni che siano personalmente identificabili con voi. Se vi vengono richieste tali informazioni, potete avere la certezza che non si tratta di Sony. Inoltre, se usate gli stessi nome utente e password per il vostro account dei servizi PlayStation Network o Qriocity e per altri servizi o account a essi non collegati, vi invitiamo fortemente a modificarli. Quando i servizi PlayStation Network e Qriocity saranno nuovamente operativi del tutto, vi raccomandiamo inoltre ad accedervi per modificare le vostre password.

Per proteggervi contro possibili furti di dati personali o danni finanziari, vi incoraggiamo a rimanere vigili per controllare lo stato dei vostri account e monitorare i movimenti del vostro credito.

Vi ringraziamo della vostra pazienza mentre completiamo le indagini su questo incidente, e ci dispiace per ogni inconveniente causato. I nostri team stanno lavorando senza sosta a questo proposito, e ogni servizio tornerà disponibile il più presto possibile. Sony tratta la protezione delle informazioni molto seriamente e continuerà a lavorare per garantire che ulteriori misure vengano prese al fine di proteggere informazioni relative all'identificazione personale. Fornire servizi di intrattenimento di qualità e nella sicurezza dei nostri clienti è la nostra massima priorità. Siete pregati di contattarci presso it.playstation.com/psnoutage in caso abbiate ulteriori domande.

Cordialmente,
Sony Network Entertainment and Sony Computer Entertainment Teams

Sony Network Entertainment Europe Ltd (precedentemente conosciuta come PlayStation Network Europe Ltd) è una subsidiaria di Sony Computer Entertainment Ltd, controller dati per le informazioni personali di PlayStation Network/Qriocity

La class action planetaria che ne seguirà è prevedibile e sarà probabilmente una mazzata sonora per la Sony. Nel frattempo, il PSN resta chiuso a tempo indefinito e comunque, molti utenti non ci torneranno mai più sopra.
La più grossa debacle mai avvenuta nel settore dei videogiochi e di internet in generale.

36 commenti:

Vittorio ha detto...

Non penso la PS3 sia morta così, ma è comunque qualcosa di davvero grave.
Intanto oggi per non saper nè leggere nè scrivere ho fatto una nuova Postepay.

RRobe ha detto...

Io ad un servizio internet di Sony, non accederò mai più.

Ture ha detto...

Un Fail gigantesco.
Mi chiedo quanto ha perso in 10 gg black-out

Valberici ha detto...

Stavolta ringrazio la mia paranoia, che mi fa usare password e nomi utenti diversi per ogni servizio e/o accesso. Ma mi sono "bruciato" una carta bancoposta e di sicuro nemmeno io accederò più ad un servizio internet di Sony. :(

RRobe ha detto...

I consumatori (io compreso, se me ne daranno la possibilità) gli faranno una causa giagantesca.

Le software house chiederanno un indennizzo mostruoso (pensate solo a Mortal Kombat e Portal 2, usciti questa settimana e giocati da nessuno in multiplayer sulla piattaforma PSN).

Il danno d'immagine per la Sony è incalcolabile.

Ma c'è di peggio: è un danno per tutti i servizi on-line che ne escono con le ossa rotte e con un'immagine di sicurezza distrutta.

LRNZ ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=7tCgaQQgW-M

Ture ha detto...

@Lrnz:
http://goo.gl/IioT


Bah, fortuna che ho intenzione di comprare la ps3 quando uscirà the last guardian.

Alessandro ha detto...

magari inizieranno nuovamente a fare giochi in single player con un criterio. io odio l'onlain e i ragazzini che si rovinano di COD onlain influenzando così un mercato videoludico senza spina dorsale e pieno di puttane da culo. Vedere uno scredito totale del gioco su rete non può che farmi piacere.

FoC ha detto...

Alessandro ma...sei idiota?

Vittorio ha detto...

La posizione di Alessandro è troppo estrema però effettivamente c'è da riflettere. I giochi ormai sono pensati solo per l'online, io ovviamente mi diverto a giocarci e non potrei mai immaginare uno Street Fighter 4 senza l'online. Però deve essere una cosa in più, non la raison d'etre del gioco stesso. Penso a un Metal Gear 4, stupendo (e lungo, soprattutto! Si vedono sempre più story mode che si completano in 4/5 ore!) in solitaria, ma con una sezione online di tutto rispetto. Un qualcosa in più che "completa" il gioco stesso, e ti ci tiene attaccato anche dopo averlo finito.
Molti giochi new gen invece se per sbaglio non hai l'online o ti si fonde il router alla vigilia di un fine settimana diventano automaticamente dei costosi sottobicchieri.

BrunoB ha detto...

Alla Sony sono dei coglionazzi (ma anche chi usa stessa login e pass per tutto non è che sia furbissimo), cmq a parte tutto spero che la PS3 si riprenda, perché in uno scenario dominato solo da Microsoft e Nintendo ci sarebbe ancora meno spazio per un certo tipo di giochi provenienti dal Giappone, e uno scenario dominato da marine spaziali e minchiate casual (che già oggi è abbastanza concreto) a me non piacerebbe affatto, non so a voi...

ANCHE SE in fin dei conti là fuori nel mondo reale probabilmente la maggior parte di possessori di console neanche sa cosa sia l'online.

Mokujanji ha detto...

"puttane da culo" è geniale.
Comunque è vero che molti non sanno cos'è l'on-line; io vedo i miei parenti e i miei amici che giocano e non si sognano di collegarsi alla rete.

mei ha detto...

cerchiamo di dare la colpa a Sony ma anche agli hacker di merda, per favore.
Sulla storia della morte di un certo tipo di VG a causa dell'on-line (che invece giudico una cosa positiva ma che deve essere sempre subordinata al gioco in locale) c'è un'intera corrente di pensiero, insultare una persona che la segue mi sembra assolutamente fuori luogo

mei ha detto...

Dimenticavo, così muore l'online gratuito, non la PS (in generale per il futuro, la 3 è ormai quasi spirata)

Rouges-1973 ha detto...

C'ho messo un po' prima di rispondere a questo post, son stato a valutare il reale danno dell'attacco portato alla Sony sulla mia vita. E devo dire che non me ne frega una mazza. Si non ho potuto sbloccare il trofeo di AC Brothehood del 50 livello all'online, ma in compenso ho aumentato le ore in palestra e ho pulito in maniera accurata la motocicletta. La carta di credito, mai usata, prendevo la carta pregata della sony, non mi son mai fidato del "sistema" online della Sony e che cavolo è una console vecchia di 4 anni e prima o poi dovevano riuscire a bucarla. Il danno di immagine di Sony, si un problema per Sony, i suoi geni del marcheting ci dovranno studiare sopra, regalate un anno di PSN plus e i video giocatori si scorderanno di questa magagna.
Entrerò in una class-action contro Sony? dipende da quello che ci guadagno.....

RRobe ha detto...

Molti non sapranno cos'è l'online... ma 70 milioni di persone, sì, a quanto pare.

The Great Old One Himself ha detto...

Io non credo che la responsabilità sia interamente della sony, sicuramente il loro sistema aveva delle falle e questo ricade tra le loro negligenze, tuttavia non è improbabile che quel sistema nel momento in cui è stato ideato fosse un ottimo sistema ma che, con il passare del tempo, le cerchie di smanettoni abbiano trovato modi per annichilirlo (e come sappiamo la sicurezza informatica è uno dei pochi settori il cui dominio non appartiene a nessuna etichetta famosa e dove anzi la fanno da padrone uno sparuto gruppetto di nerd di primo pelo). Detto questo prima di decidere come agire o da che parte spare aspetterò che la questione sia chiarita e vedrò come sony si relazionerà con gli utenti danneggiati prima di intraprendere qualsivoglia crociata.

Avion ha detto...

Io manco mi ricordo che password ho messo, nel PSN.

Patrizia Mandanici ha detto...

A me la mail non è arrivata, e ho una vecchia iscrizione tramite cui l'unico acquisto effettuato è stato un giochino per PSP nel 2008. Devo proprio gettare la mia Postepay?

FoC ha detto...

Alessandro non è un idiota perché non apprezza l'online, è un'idiota perché, in virtù di questo, gioisce di quel che è appena accaduto a Sony, come se:

a)Davvero potesse segnare la morte dell'online, o anche andarci vagamente vicino
b)Non sia qualcosa in grado di creare potenzialmente un sacco di fastidi a MILIONI di persone, qualcosa su cui sia davvero MOLTO stupido "provare piacere"

spino ha detto...

@ Rrobe...sicuramente, come hai detto tu, qualche milione in meno dei 70 citati da Sony...però, ad esempio, io ho l'account di PSN senza aver mai: aver comprato comprato nulla (cosa che comunque avrei fatto SOLO con la postepay) o giocato online... :)

E secondo me, "siamo" la maggioranza ;)

Harry ha detto...

Forniamo ai nostri clienti servizi di sviluppo di siti web e servizi di web design.

Francesco Pone ha detto...

Io spero solo che con tutto questo si rivitalizzi il mercato delle avventure grafiche!

Il Parolaio Perplesso ha detto...

PS: la class action USA sembra sia già partita. In Italia l'ADOC sta valutando se farne una...

Deimos ha detto...

Oddio...su questi passi c'è già passata Microsoft (2006 se non ricordo male) quando venne bucato anche il Live e la Nintendo, grossi nomi che all'epoca dovevano cadere di potere e immagine ma che sono ancora li vivi e vegeti. Certo, è un danno enorme ma Sony è Sony...voleranno teste, venderanno meno ma la PS3 ha ancora tanto da dire. Io da giocatore invece, spero che SONY si ripigli perchè tanto a parlare malignamente ci siamo buoni tutti ma se SIAMO e SIETE giocatori veri, dovreste invece appoggiare questa sconfitta e trasformarla in vittoria. Magari il PSN nuovo spaccherà ancora di più. Come poi è successo a Microsoft che ha rifatto un LIVE ancora più figo.

RRobe ha detto...

"Spaccherà ancora di più"?
E quando mai ha "spaccato"?

Speriamo che sarà decente. E sicuro. Che è già sperare tanto.

Vittorio ha detto...

Fino a una settimana fa il servizio online PSN era molto buono, anche dato che, come TUTTI i servizi online prima del Live e dopo il Live ma escluso il Live, era gratuito.

Deimos ha detto...

"Speriamo che sarà decente. E sicuro. Che è già sperare tanto."

Poi mi fai anche qualche esempio di sicurezza nel mondo dell'informatica. Sicuro al 100% non esiste nulla. Se uno vuole entrare nel tuo PC ci si mette mezz'ora oggi come oggi. Adesso tutti a dire Sony e Sony...sinceramente sembriamo tutti delle pecore. 50 e 50 visto che se da una parte c'è Sony, dall'altra ci sono anche dei Pirati informatici che hanno fatto i danni. Altra cosa, se sono finiti pure a vedere la questione delle carte di credito, vuol dire che è li che volevano arrivare fin dal principio.

ViewtifulMax ha detto...

Mah, non so cosa pensare.
Sicuramente non sono molto felice del danno che hanno fatto a tutti noi, ma da qui a sperare che muoia in toto il servizio che dà Sony ce ne passa.
Se è vero che anche MS e Nintendo ci sono passate, è altrettanto vero che non hanno mai buttato giù uno di quelli che, a loro dire, è un punto di forza della piattaforma.
Per quanto faccia cagare, Nintendo non è mai andata offline con la Wii.
Microsoft, invece, facendo pagare il Live assicura all'utente il massimo in termini di prestazioni e così è.
Ricordo che un paio di anni fa il Live andò giù a causa dei troppi accessi.
Dopo due giorni a singhiozzo, MS regalò un gioco arcade a tutti gli iscritti.
Questo è curare i tuoi clienti, non togliere dei servizi per 10 giorni.

Deimos ha detto...

@ ViewtifulMax: difatti il punto mio è che mi fa davvero molta tristezza leggere commenti cosi corrosivi per chi ama giocare. Le colpe mi pare che se le stia prendendo ma invece di dare SUPPORTO si sta REMANDO CONTRO. Uhhhh, Sony deve cadere, deve morire, gli faccio causa...ma che discorsi da bambini nutellosi facciamo? Anzichè sperare che tutto si ripigli per il meglio. Mah...certo, mettere fuoco è meglio, ci sentiamo grandi.

Poi si, c'è la questione carte di credito e l'utenza che si è affidata ad un servizio ma ripeto, se qualcuno mi dice cosa c'è di sicuro al giorno d'oggi nel mondo dell'informati è Santo. Invece di dire, adesso faccio causa a Sony, andate a bloccarvi la carta di credito no? Come poi una persona intelligente farebbe...io ci sono andato oggi pomeriggio guarda un po...non si sa mai, ma per sicurezza meglio non rischiare.

FoC ha detto...

Deimos, ma che vai dicendo? "Bambini nutellosi" perché, dopo quello che è successo alla gente stanno girando i coglioni e anche vorticosamente? perché GIUSTAMENTE c'è chi pensa a class action e simili? O non hai capito minimamente la portata di quel che è successo o non so che pensare.
Che poi, di grazia, chi si starebbe AUGURANDO la fine di Sony? Ma dove lo hai letto?
Si è detto che questo sarà un colpo durissimo per l'azienda (verissimo) e si è espresso il SACROSANTO sdegno per l'accaduto, stop.

ViewtifulMax ha detto...

FoC, credo che Deimos ce l'abbia con il commento di Alessandro, che comunque è un estremo.
Il danno c'è, è ovvio essere incazzati come delle bisce, ma piuttosto che dire "Sony merda!" senza fare nulla per salvaguardarsi un minimo.
Almeno credo che questo sia quello che Deimos intendesse ;)
A proposito : Far causa a Sony, in questo momento, credo che sia più che un diritto da parte del consumatore.
Il servizio non c'è, i dati sensibili dei consumatori sono stati presi da chissà chi, probabilmente ci sono dio solo sa quante carte di credito da buttare nel cesso...
Gli estremi ci sono tutti, no?

FoC ha detto...

Eh, ci sono ECCOME gli estremi.
Quel che è successo è MOLTO grave, va ben oltre il non poter giocare online per un paio di giorni.

PS Comunque anche Alessandro, per quanto il suo commento sia assurdo, non si è augurato la fine di Sony.

FoC ha detto...

http://www.repubblica.it/tecnologia/2011/04/29/news/due_milioni_di_carte_di_credito_in_vendita_dopo_l_attacco-15538195/?ref=HRERO-1

caramelleamare ha detto...

Io concordo pienamente con quello che ha scritto quel tale Alessandro.
Non me e frega niente dei giochi online e poco dei single player, ma in linea di massima non sopporto il giocatore medio online, quidni il mondo intero.
Piu in generale ancora sono a favore di qualsiasi sconvolgimento che faccia regredire il genere umano, che danneggi e crei problemi, che crei panico, disturbi il progresso e faccia fallire miseramente le nuove frontiere, tutte!

FoC ha detto...

http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIE74200M20110503