15.5.11

Cow Clicker.


Ogni giorno vedo mia madre affaccendarsi su Facebook per gestire la sua città su CityVille.
La mia donna e Tsunami, fanno lo stesso ma con il villaggio dei puffi, dal loro iPad.
Luca e Manu sono iscritti ad almeno tre o quattro giochini del genere.
E, ovviamente, FarmVille è un fenomeno planetario.
Io questi giochi li capisco poco.
Tutto quello che bisogna fare è premere un tasto ogni tot ore, quando le risorse sono tornate a disposizione, generalmente. Questo premere un tasto con regolarità, alla lunga, ti permette di personalizzare il tuo qualcosa (città, fattoria, ristorante, villaggio...), rendendolo più ricco e, appunto, personale. Puoi chiedere ai tuoi amici di premere quel tasto per te (nel caso tu non possa farlo) e tu puoi premerlo per loro. E, se hai fretta, puoi non premere nulla e comprare gli avanzamenti, con soldi veri.
Fine. Nessun sfida. Nessun obiettivo concreto. Nessuna giocabilità.
Eppure funzionano, ci giocano milioni e milioni di persone. E un mucchio di queste persone ci spende soldi dentro.
Comunque sia, per non sentirmi del tutto tagliato fuori dal fenomeno, ho trovato un gioco di questo genere che fa per me: Cow Clicker.
Ogni sei ore clicchi sulla tua mucca.
Puoi invitare i tuoi amici a giocare con te. Anche loro dovranno cliccare sulla loro mucca e potranno cliccare sulla tua, se tu non puoi (e guadagneranno punti) e tu sulla loro (e guadagnerai punti). Con i punti ci compri delle personalizzazioni per la tua mucca. Se non ti va di aspettare sei ore, puoi spendere dei soldi per comprarti dei click.
E' pura satira nei confronti di giochi tipo FarmVille e, allo stesso tempo, è davvero un gioco alla FarmVille (ne ripete le stesse, precise, meccaniche... solo spogliandole di tutto).
QUI un articolo dove l'autore parla in maniera approfondita della genesi di questo non gioco.
E' un pezzo divertente e interessante, ve lo consiglio.
Ah, sì... venite a giocare con me su Facebook, che ho visto una mucca che devo avere per forza!

10 commenti:

mistake89 ha detto...

A me, tutti questi giochi, fanno paura :D

Valeria ha detto...

M'hai convinta, la mucca è pure carina. Come si fa a giocare insieme?

Fabrizio Ricci ha detto...

e c'è gente che critica desmond perchè ha passato tre anni a premere un codice in un bunker... almeno lui salvava il mondo, voi che scusa avete?

Il Dio dei Piccoli Mondi ha detto...

http://youarenotsosmart.com/2011/03/25/the-sunk-cost-fallacy/

qui hai la risposta al tuo perche.

gianluca ha detto...

beh anche in Lost la gente premeva un tasto con regolarità... funzionò per 30 anni :D

Comunque se uno non clicca che succede? La mucca muore?

laura scarpa ha detto...

lo so, in certe cose sono analfabeta... peggio, non capisco... e manco me ne preoccupo, faccio male lo so;)

Tom ha detto...

E' una cospirazione!
I fabbricanti di mouse!

BrunoB ha detto...

Il post su youarenotsosmart e' molto interessante (e, come al solito, un po' un pugno nello stomaco), grazie a chi l'ha segnalato!

Deimos ha detto...

Più che i giochi, bisognerebbe capire i giocatori.

Di chi è il naso? ha detto...

pian piano l'umanità si sta trasformando nel picchio di homer simpson