27.5.11

Rod Lurie che tu possa morire. Male. E in maniera umiliante.

Qualche giorno fa dicevo che i remake vanno presi alla buona.
Che tanto non toccano di una virgola il materiale orginale.
Che, certe volte, il materiale originale non è poi così sacro.
E via dicendo.
Però, cazzo... questo no.

Chi cazzo sei, Rod Lurie?
In base a quali meriti ti hanno dato l'opportunità di fare questo scempio?
Se penso alla figura umana di Peckinpah. Se penso al suo cinema. Se penso a quello che rappresentavano (e rappresentano ancora) l'insieme di questi due elementi...

Ti voglio estinto, maledetto pezzo di merda.

22 commenti:

Mario De Roma ha detto...

lol! «Lurie worked for ABC, but his contract, which was terminated during the writers' strike, was not renewed when it ended» — wikipedia

spino ha detto...

Dai....è un fake....

....



vero?

Non sarà mica il remake di questo?
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/c/ce/Straw_dogs_movie_poster.jpg


Non fare 'sti scherzi....

MA! ha detto...

Meraviglioso. Vorrei sapere chi è quel mentecatto che ha avuto l'idea di rifare un film praticamente basato sul montaggio di Peckinpah (come se gli altri non lo fossero). Poi non vedo traccia del ritardato maniaco sessuale, non proprio uno dei personaggi secondari dell'originale (troppo scomodo per i multisala?). E ci hanno pure infilato un protagonista con fisico da modello. Bene, direi che siamo dalle parti del fallimento totale.

Tommaso ha detto...

Vogliamo parlare dei 185 "mi piace" contro i 32 "non mi piace".

Io resto profondamente reazionario nei confronti dei remake: stanno distruggendo la memoria del cinema.
In questo senso quelli fatti bene sono anche peggio di quelli venuti di merda.

KK ha detto...

mi pare di aver visto un remake già di questo film , che ad un certo punto trovava dei serpenti in casa ed il tizio lavorava per la piscina , ma non ricordo il titolo , ma la somiglianza è impressionante.

Bibbo ha detto...

è parente di Don Lurio...

BrunoB ha detto...

Non conosco il film originale, però mi chiedo: quanta della "colpa" è del regista, e quanta invece delle case di produzione? Se Peckinpah fosse ancora vivo, riuscirebbe a rifare il suo film uguale, subissato da coglionazzi incravattati che lo tartassano di business plan, product placement, previsioni di vendita, rientro nei budget etc etc?

KK ha detto...

ho trovato come si intitola "Cold Creek Manor" , almeno dal trailer è identico

Giorgio Salati ha detto...

E vogliamo parlare di un Dustin Hoffman perfetto sulla cui interpretazione si reggeva tutto il film? Che cavolo c'entra questo bellimbusto?

Poi, secondo me non è tanto del regista (o non solo) ma, come dice BrunoB è in buona parte delle case di produzione: qualche cervellone decide di fare un remake e poi trova un regista disposto a farlo...

maurizio battista ha detto...

Già normalmente non vedo di buon occhio i remake, ma in questo caso entriamo nella categoria intoccabili. Spero che al botteghino sia fatta giustizia.

werther Dell'Edera ha detto...

scusi stavo cercando la tomba diiii... Lurie, Lurido, a quanto è zozzo questo...


farà la stessa fine dell'Indiana Jones che non hanno mai girato.

RRobe ha detto...

La merda è pure produttore di 'sta roba.

Samuel Daveti ha detto...

Tutto ciò è inaccetabile.

Marco Pellitteri ha detto...

C'è un bel fumetto della Tunué (sono di parte? Non credo: io per la Tunué mi occupo della saggistica... e fanno anche fumetti brutti!) che si intitola "Non morirò da preda", mi ha un po' ricordato, per strane associazioni di idee, questo filmaccio.

BrunoB ha detto...

Infatti, e tra i produttori esecutivi c'è pure Beau Marks che, a vedere su iMDB, è un capoccia di ABC. Insomma tutto un magna magna...

In ogni caso non è che volessi difendere Lurie, più che altro era per dire che ultimamente tutto ciò che viene dagli USA (cinema, ma anche videogiochi e serie tv, per dire) mi sembra fatto al 99% dal dipartimento marketing... e quindi tutta la parte artistica/creativa passa tristemente in secondo piano.

Per questo, che il regista sia Lurie o un altro, alla fine cambia poco.

Nicola ha detto...

Solo perchè è l'ennesimo regista/produttore ebreo (con tutto ciò che ne consegue)?

Mmm... sento puzza di affermazioni antisemite!

N.

Giorgio Salati ha detto...

Ah è pure produttore?

Allora è proprio una merda.

DrGonzo ha detto...

Rrobe, se ho capito bene cosa intendi per "stravolgimento del titolo" mi sa che ti sbagli, o meglio la cosa si nota solo in italiano dove questo si chiamerá Cani di Paglia.
Ma in originale il titolo é sempre stato al plurale.

Il trailer non mi é neanche dispiaciuto, peró se togli il ritardato e cambi il personaggio della moglie, non puoi essere meno stronzo e dargli anche un altro titolo? Bah.

Viviana Boccionero ha detto...

Beeeeeeee...

The Passenger ha detto...

la coplpa, più che del regista è dei produttori e finanziatori.... un regista disperato lo trovano sempre che per soldi si "arrischia" a tanto!

RRobe ha detto...

Per Dr.Gonzo.
Hai ragione. Errore mio.

Davide ha detto...

a qualcosa è servito. Sono andato a recuperare l'originale che non avevo mai visto. Gran film