7.6.11

[RECE] X-Men -l'inizio-


Anteprima di X-Men -First Class-
Che cosa abbiamo?

- Matthew Vaughn, un regista medio, senza guizzi particolari ma che, ogni tanto, ti azzecca la sequenza carina al momento giusto (come i titoli di testa di The Pusher, per esempio, o il massacro musicato di Kick Ass).

- James McAvoy, una faccetta simpatica che ti chiedi: ma che altro ha fatto questo con la faccetta simpatica che me lo ricordo? Wanted, ecco cosa.

- Michael Fassbender, che pure se non sei frocio, lo sai che era una dei punti forti di Centurion (oltre al fatto che il film è una figata e punto).

- Kevin Bacon, che solo a vederlo sullo schermo, specie così gigione, ti viene il buon umore.

- Un paio di bellezze mica male (lei e, soprattutto, lei... che, con un nome del genere, è già una star).

- Un mucchio di facce abbastanza anonime di contorno, di quelle che non lascerebbero il segno nemmeno in una serie televisiva di secondo fascia.

E poi, cos'altro?

- Uno script che parte con una scena che abbiamo già visto, prosegue con una che non abbiamo visto e che avremmo preferito non vedere (e che ci fa temere il peggio) ma che poi prende un bel ritmo e, sorprendentemente, diverte e appassiona. E non è eccessivamente offensivo per l'intelligenza dello spettatore, cosa abbastanza rara di questi tempi.

- Una messa in scena discretamente povera. E' un film dal budget medio e si vede, anche se forse sarebbe ancora più corretto dire medio-basso (no, i soldi spesi per la promozione non contano). Caricaturale e forzata la ricostruzione degli anni sessanta, brutti e poverissimi gli effetti speciali in digitale (e questa povertà di mezzi è pure mascherata abbastanza male).

- Una regia che alterna dei momenti davvero felici ad attimi di improbabile goffagine, complice anche un montaggio non particolarmente raffinato.

- Una validissima colonna sonora (anche se a tratti echeggia troppo simile ad altri temi ascoltati di recente) ad opera di Henry Jackman.

- Una produzione (e una scrittura) in cui ha messo lo zampino quel mezzo bluff di Bryan Singer (e prima che proviate a difenderlo io voglio solo ricordarvi QUESTO) che ci ha tenuto a riannodare le fila con i due primi capitoli degli X-Men diretti da lui e ha fatto bene, perché conosce, capisce e ama i personaggi coinvolti (in particolare quelli di Xavier e Magneto) e ha voluto prendersi la giusta rivincita sullo scempio operato da Brett Ratner con il terzo capitolo.

- Un divertente omaggio di Hugh Jackman.

Quindi, in conclusione, questo X-men -First Class- com'è?
E' un film che prova a far finta di essere un colossal senza averne i mezzi, ma questo è l'unico difetto grave che mi sento di ascrivergli.
Perché, per il resto, ci troviamo davanti a un film di supereroi che non è un inutile giocattolone senza anima, che si prende sul serio il giusto, senza scadere mai nel pretenzioso (cosa che invece facevano i primi due film di Singer dedicati agli uomini X), che ha una trama strutturata, personaggi principali psicologicamente credibili e un ritmo gradevole, pur essendo piuttosto lungo.
Insomma, una piacevolissima sopresa che non facendo esplodere il mondo o rivoluzionando nulla, e non segnalandosi per alcun picco particolare, si rivela un intrattenimento di buona e onesta qualità.
Per farla breve (è tardi, direte voi), posso affermare che è il film dedicato ai mutanti che, nel suo complesso, mi è piaciuto di più (fermo restando che i film di mutanti, fino ad oggi, non è che mi avessero convinto più di tanto).
Insomma, e bravo Matthew Vaughn!


12 commenti:

Andrea ha detto...

Mi voglio fidare. :D

Vaz ha detto...

Non ho visto Superman Returns, è davvero così brutto?

ANDREA MENEGHIN ha detto...

Eh si,Centurion è proprio un gran film. Brian Synger è proprio un bluff. Ora sono pronto per andare al cinema...

Gio' ha detto...

è Super-brutto Vaz...

peter79 ha detto...

McAvoy ha fatto anche quel capolavoro di film che è Espiazione. E secondo me è un ottimo attore.

S3Keno ha detto...

... "o il massacro musicato di Kick Ass"

scena che utilizzava la musica (bellissima) del tema principale dell'OST di "Sunshine", opera di John Murphy :)

Speedwagon ha detto...

Quentin Tarantino su Superman Returns: "In your festival, who won best director?

Bryan Singer for “Superman Returns.” I am a big fan of “Superman Returns.” I’m working on what is now a 20-page review of that movie, and I’m not done yet."

http://www.nytimes.com/2009/05/03/t-magazine/culture/03tarani.html

Speedwagon ha detto...

Per inciso a me Superman Returns piaciucchia ma non fa impazzire.

disma ha detto...

dopo i titoli di coda c'è da fermarsi o si possono alzare le chiappone dalla poltrona?

Andrea ha detto...

Ho fatto bene a fidarmi, questa volta.

:D

Marco Rastrelli ha detto...

Bene, adesso so cosa andare a vedere questo mercoledì! :)

215 ha detto...

visto ieri, credevo peggio (recensione badtaste).
Singer non è un mezzo bluff, dopo Superman è un bluff totale!