30.7.11

Appunti per me: nel futuro, cercare di essere più espansivo.

Dunque, cinque giorni fa, alle quattro del mattino, un disegnatore e illustratore bravissimo che adoro, mi invia il bozzetto della sua nuova copertina,
Io, a mezzogiorno di quello stesso giorno, mi sveglio, vedo il bozzetto e lo commento entusiasticamente con un "mi piace", invitando il disegnatore a procedere con il definitivo.

Ieri il disegnatore me lo manda, dicendomi che vuole fare ancora qualche piccolo ritocco ma che, grossomodo, l'illustrazione è quella.
Io gli rispondo a strettissimo giro di posta, dicendo: "mi piace" aggiungendo solo che, avendone la possibilità, rafforzerei il contrasto di alcune figure che, nel trionfo generale, escono poco rispetto al resto.
Il disegnatore in questione non si fa sentire per parecchie ore, poi mi rimanda l'illustrazione, ritoccata. Insieme a questa c'è anche una lunga (e interessante) disanima sui problemi legati a determinate tecniche pittoriche e cromatismi e di come Frazetta abbia aggirato il problema utilizzando un certo tipo di composizioni e via dicendo.
Io mi faccio una cultura e poi replico con un laconico ma, non per questo meno entusiasta, "mi piace!".
Poi esco e me ne vado al concerto di Slash.
Nel frattempo, il disegnatore non si ferma.
Ci lavora sopra altre cinque ore, rimandandomi poi l'ultima versione definitiva che, per un occhio da profano, non è diversissima da quella precedente ma per chi sa dove guardare, è ancora più raffinata
Io però la mail del disegnatore non la leggo. Sono al concerto. Twittero lamentandomene, ma non controllo la posta.
Finisce il concerto, si fa una certa, mi arriva un messaggio sul cellulare che, più o meno, recita così:

"Ho capito, la copertina non ti piace. Mi dispiace perché ci tengo al tuo parere. E perché mi ci sono impegnato e credo di aver dato molto. Farò di meglio alla prossima".

E io sbatto la testa al muro.
Con tutto l'affetto e la stima del mondo. Ma sbatto la testa al muro.

Ah, nel frattempo, Davide De Cubellis ha pubblicato la nuova copertina di JD.
Che, indovinate? Mi piace.
Mi piace un sacco.
E che non ha nulla a che spartire con questa storia, sia chiaro.


15 commenti:

il decu ha detto...

Purtroppo si tratta di un disegnatore decisamente scemo.
E sì, magari nel futuro tu un zinzinino più espansivo.
Ma ti si vuole bene anche perché sei così.

RRobe ha detto...

Mi piace!

Massimo ha detto...

Quoto! "Ti si vuole TANTO bene" anche per questo! La copertina è davvero forte, grande decu!

KK ha detto...

ennesima svolta di JD ?
non posso che apprezzare

St3! ha detto...

Ha i tra le mani uno dei migliori illustratori italiani. Abbine cura Robbè...anche nel bel mezzo del Rock. Che il ragazzo se lo merita.

Ivan Vitolo ha detto...

sono sconvolgenti gli orari e questo tuo modo di metterli in chiaro, lui (il disegnatore) lavora e alle 4 del mattino ti manda il materiale, tu comodamente alle 12 guardi il tutto, poi il tizio ritorna a lavorare e tu te ne vai al concerto... col fatto che già ne scrivi sei perdonabile... ma un po' meno di stronzagine non ci starebbe male.

RRobe ha detto...

Ivan, se stavi zitto facevi miglio figura, fidate.

Ivan Vitolo ha detto...

eh che ho detto... O.O
beh si è fraintendibile... vabbè ti perdono.

RRobe ha detto...

A me pare chiarissimo quello che hai detto.
Come mi appare chiaro che, del tono del topic, non hai capito nulla.
Ma ti sei sentito, comunque, di dire la tua.

Ah, per la cronaca: io lavoro sempre.
Il vittimismo da disegnatore che "voi ci mettete venti secondi a scrivere di una flotta aliena che invade New York e noi due settimane a disegnarla"... è una roba di una tale ingenuità che non la sto manco a commentare.

Come non sto a commentare che ti sei attaccato agli orari: sì, io e il disegnatore in questione abbiamo orari diversi di lavoro. Quindi?

Ivan Vitolo ha detto...

eh, infatti non era quello che intendevo.
E' vero che spesso/sempre mi concedo alle cazzate,
ma non credo fino a sto punto:)
ho parlato del tuo mettere in chiaro gli orari non per sottolineare i differenti orari lavorativi, ma più come
più come una cosa del tipo: ripensadoci, dopo, hai capito che magari quel tizio che ha lavorato (un tot di tempo) sulla copertina aveva
sicuramente bisogno della tua opinione. Opinione che non hai pensato di dare e del come te ne sei rammaricato
capendo, dopo, quanto contava per lui.
E' quello che ho capito io, essendo io stesso uguale, o almeno uguale a quello che credo che hai scritto.
E ho capito questo:
ci sono persone
sbracciano per un attimo di attenzione che spesso non comcediamo,
non per menefreghismo ma per pura fessagine, o per la poca espansvità.

Per la cronaca:
In realtà, come qualcuno scrisse nei commenti della tua rece di The Dome, mi sono sempre chiesto come fai a fare tutto quello che fai
senza schiattare... per dire: non credo che per mestiere fai lo scansafatiche, o che lo faccia un qualsivoglia sceneggiatore.

RadioPunx ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
cooksappe ha detto...

ma quindi... la copertina ti e' piaciuta?
(si scherza, eh!)

RRobe ha detto...

Per Luigi: bho.
A me, dal tono del tuo primo intervento, pare che mi inviti a esseremeno stronzo.
Come se il fatto di apparire stronzo, prendendomi per il culo, non fosse messo in conto quando ho scritto questo pezzo. E' chiaro che stavo facendo delle battute, estremizzando i comportamenti a uso ridere e facendo sia ironia che autoironia.

Surio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Surio ha detto...

Bellissima copertina. Davvero splendida! Mi ricorda molto l'arte di Todd Lockwood, sopratutto quando disegna il personaggio di Drizzt Do'Urden. Un esempio: http://goo.gl/Tk901 oppure http://goo.gl/yevKt