30.7.11

Concerto di Slash a Rock in Roma

Che Slash, ultimamente, avesse qualcosa che non andava, lo si poteva capire dal livello delle sue collaborazioni.

Tipo questa:

Questa:

E, soprattutto, questa:

Ma che facesse un concerto di merda come quello di ieri sera, a Roma, non riuscivo proprio a ipotizzarlo.
Avrei una gran voglia di dare tutta la colpa a Myles Kennedy che, tra le altre cose, sul palco sembra la controfigura di Jason Lee su Almost Famous...

...ma con meno carisma.

Per carità: Kennedy sarebbe pure un cantante discreto per una cover band dei Whitesnake. E lo è di sicuro per la sua band, gli Alter Bridge ma, per tutto il resto, gli manca proprio la capacità di coinvolgere, affascinare e graffiare, necessaria per sostituire anche il solo Scott Weiland nei pezzi dei Velvet Revolver. Figurarsi quando prova a fare il vice-Axl in quelli dei Guns N' Roses.

Comunque sia, la verità è che non è colpa di Kennedy.
La colpa è di Slash e dei pezzi di merda da solista che ha sempre composto (siamo a tre album e ce ne fosse uno con qualcosa di salvabile dentro). Per non parlare del fatto che il cilindrato avrà pure tanto stile, un suono tipico e alcuni riff grandiosi dalla sua, ma non è certo quel virtuoso della chitarra che lo metti da solo sul palco per quindici minuti e lui te li riempie con incredibili prodezze (l'assolo di Slash sulle note del Padrino non si è mai potuto sentire: MAI, nemmeno negli anni d'oro dell'Use Your Illusion Tour) o una trascinante presenza scenica (il suo personaggio è quello del tenebroso e silenzioso chitarrista solitario, senza un cantante incantatore di serpenti accanto a lui, lo spettacolo è tutto tranne che assicurato).
Nel complesso, uno dei peggiori concerti a cui ho assistito in vita mia.
E sì che c'è gente che si è lamentata del concerto di Axl e dei suoi mercenari.


36 commenti:

Matteo ha detto...

E quali sarebbero i 3 album da solista di Slash?

RRobe ha detto...

I due con il "gruppo " degli Slash's Snake Pit (non me lo puoi definire un gruppo: sono una serie di turnisti che suona dietro a Slash) e quella cagata abominevole che ha fatto uscire quest'anno.

Nanni Cobretti ha detto...

Gli Snakepit infilali pure alla voce "dico cosi' perche' non me li ricordo" e in realta' sono una bomba. Sul solista "vero" invece metto la firma sotto le tue parole.

St3! ha detto...

Kennedy con gli Alterbridge è uno dei migliori cantanti Rock del momento, anche se ci nasconde una parenteladella quale sono certo. Ecco le prove inconfutabili:

http://t0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTXz5J01iLNJ4J7zKJMKlHuGQ6coG9tUampjr4UVuV4oQOYZGy51A

http://www.deanguitars.com/myles/DSC00357.jpg

Matteo ha detto...

Gli Snakepit però avevano una loro fisionomia di gruppo, sia quelli del 95 che quelli del 2000. E facevano roba tosta e di un certo spessore. Pezzi come Beggars & Hangers On del primo, o Mean Bone (che ieri a Roma suonava da paura)sono cose da ricordare. Così come Serial Killer.
L'album delle collaborazioni è sicuramente al di sotto, ma anche lì ci sono belle cose, tipo Ghost o le due con Myles, Back From Cali e Starlight. Capisco che se non apprezzi Myles è un pò un problema ascoltarlo su Mr.Brownstone o su Civil War, ma c'è anche da dire che toppa davvero poco in un concerto in cui deve vedersela con Axl, Scott e Rod Jackson. I pezzi dei Guns sono i pezzi dei Guns, e nessuno può rifarli come li facevano loro, neanche un Axl con la sua combriccola attuale che si fa chiamare Guns n Roses. La realtà è che i Guns non ci saranno più, e che Axl da una parte e Slash da un'altra stanno facendo la stessa cosa, ovvero tenere in vita quel nome.

RRobe ha detto...

Per Nanni:
mmm... una bomba? Non sono mai riuscito a sentirli più di due volte a capa.

Per St3!:
massì, massì... con gli Alterbridge è bravo.
E' che il contesto e quello che è stato chiamato a fare lo umiliavano proprio.

RRobe ha detto...

Per Matteo:
non concordo.
Quando i Velvet facevano i pezzi dei Guns, Weiland ne dava una sua interpretazione che era interessante.
E gli attuali Guns, per me, sono una bella band che meriterebbe di essere ascoltata con meno pregiudizi. A Roma hanno fatto un concerto da gruppo vero, non da mercenari al soldo di Axl.

RRobe ha detto...

Sulla "coesione" degli Snakepit: due album, due band del tutto diverse a parte Slash. Dimmi dov'è la band e quale sarebbe la differenza concreta con l'album solista di Slash.

RRobe ha detto...

Poi, vabbè... decidere di mettere in scaletta Civil War è tipo farsi un bukkake da soli. E' una delle canzoni in cui Axl è più caratteristico, è legata a delle performance indimenticabili, persino Axl stesso è restio a farla, oggi...

Matteo ha detto...

Su Civil War non so. A te ha fatto così cagare?

Weiland dava la sua interpretazione, è vero, ma in quanto a voce non stava messo molto bene, e dal vivo venivano a galla tutti i suoi limiti. Te lo dice uno che ama Fall To Pieces, anche live.

Gli album degli Snakepit avevano un loro perchè, seguivano una linea dall'inizio alla fine. Non erano un agglomerato di difficile interpretazione. La voce di un album era una, ed era coesa al massimo con il suono della band. Poi, come sempre, entrano in ballo i gusti. Se non ti piacciono gli Snakepit, non ti piacciono. C'è poco da fare.

Daniele ha detto...

ti sei dimenticato Slash e Vasco Rossi.

RRobe ha detto...

per Matteo: ma, a parte il fatto che mi piacciano o meno, è che fatico a vederli come qualcosa di diverso da album da solista di Slash, al pari dell'ultimo. Sì, avevano la stessa voce per tutto l'albume (e, in entrambi i casi, non era nemmeno male) ma dietro c'era sempre e solo la visione musicale di Slash, tanto è vero che i restanti membri della "band" sono stati cambiati tutti tra un album e l'altro. Quindi, cosa c'è di così diverso dall'album solista dove c'è Slash che si alterna con altri musicisti?

Detto questo: non so, per me Civil War è uno di quei pezzi che non puoi più toccare.
Troppo caratterizzata la sua resa dal vivo di Axl (l'interpretazione, le variazioni, il cambio di costumi), troppo particolare il brano (dal fischietteio iniziale alle parti parlate). T'ho detto, per me è un pezzo chemanco l'Axl attuale potrebbe interpretare oggi, figuarsi Kennedy.

Quanto a Weiland: assolutamente. Non aveva voce e Kennedy, invece, ce l'ha. Però aveva carattere e non sembrava un turnista sul palco. Non mi sono imbarazzato per lui quando l'ho visto dal vivo. Nel caso di Kennedy, invece, m'è successo. E non per la sua performance (che, comunque, a Roma, non mi è piaciuta... anche se ne ho sentito parlare un gran bene al concerto di Milano), quanto perché è stato letteralmente schiacciato da tutti i fantasmi che aveva sulla groppa.

In sostanza, se i tre chitarristi che Axl si porta dietro per sostituire Slash e Izzy alla fine mi hanno convinto, il cantante che si porta dietro Slash per sostituire Weiland e Axl non m'ha convinto per niente.
Sarebbe stato mooooolto meglio John Sebastian Bach, come si era detto in un primo momento (sia per il torur solista di Slash, sia per sostituire Weilandnei Velvet).

St3! ha detto...

Un concerto che non mi ha emozionato. Questo è sicuro.

RRobe ha detto...

Ma c'eri?

Matteo ha detto...

Beh, se mi parli di Bach c'è poco da aggiungere. Magari tornassero i VR con lui alla voce. Ma è alquanto improbabile.

Scott come presenza scenica è un mostro, anche qui c'è poco da aggiungere. Ma alla fine di una scaletta come quella di ieri, avrebbe dovuto lasciare il palco a bordo di un'ambulanza.

Civil War e qualsiasi altro pezzo dei Guns, e la stessa Mr.Brownstone che ho nominato prima, è roba per Axl. E questo non può essere altrimenti.

Il discorso però è che secondo me un concerto di Slash di oggi non ha nulla da invidiare a un concerto di Axl di oggi. E ci tengo a precisare, di oggi.
Poi possiamo essere Slashisti o Axlisti, ma la verità è che pagheremmo oro per vederli di nuovo insieme, su un palco.

St3! ha detto...

C'ero c'ero.....

Bless ha detto...

È la prima volta che scrivo ma leggo spesso.
Non c'ero a Roma ma c'ero l'anno scorso al Download a Donnington.

La differenza principale è che Axl (con tutti i suoi difetti) è un purosangue, mentre Slash è un gregario.

Dice bene Rrobe: "il suo personaggio è quello del tenebroso e silenzioso chitarrista solitario, senza un cantante incantatore di serpenti accanto a lui, lo spettacolo è tutto tranne che assicurato"

Slash è un ottimo artigiano del rock che ha fatto delle cose a tratti anche pregevoli nel dopo-Guns, ma rimane un gregario che non ha quello che serve per fare il passo.

Il Rock vuole i purosangue, i gregari devono stare di fianco e da soli non possono reggere il colpo.

Sinceramente mi viene in mente solo uno che c'è riuscito a fare il grande salto: Dave Grohl.

Ok, torno nel mio antro! ;-)

Adriano ha detto...

Rrobe
Come diceva il buon Garzya, "sono pienamente d' accordo a metà col mister".
Hai fatto una buona critica sui Guns ma ne sei viziato di fondo perchè a te piacevano e piacciono.
/ era una pippa nell '87 quando uscì appetite ed è una pippa oggi, e lo sarà domani.
Ha la stessa importanza e influenza nel guitarplaying di quella che ha avuto Jimmy Page; nulla!
La sua fama la deve ad essere l' uomo giusto al momento giusto nella band giusta.
Hai fatto una buona analisi del fenomeno GnR, un frontman istrionico (il saper cantare non è richiesto) con come spalla un axeman (inteso in questo caso come boscaiolo) cupo tenebroso ma coatto nel suo essere così.
I suoi assoli fanno cagare, come giustamente dici 15 min con lui on stage da solo sono peggio di un calcio nei coglioni, il calcio fa meno male e passa prima.
All' inizio era anche accettabile, non sboroneggiava, sapeva i suoi limiti e li rispettava, poi dopo UYI I e II ha iniziato a pensare "Sono / dei GnR e faccio come me pare tanto io sono famoso, io."
ed è iniziato lo strazio del padrino & co.
Al Freddie Mercury Tribute, l' intro di Knocking on Heaven's doors era tremendo, ma ormai era partito per la tangente...
Il riff di Sweet child of mine è semplicemente brutto, poi che possa esser passato ai posteri come cool è un altro paio di maniche, anche perchè solo come lo suona (male) / non lo suona nessuno e gliene va dato atto. Ma a livello di composizione è 'na ciofeca (il mio falegname con 30.000 lire lo faceva meglio)
Con i Snakepit era tornato un po' più genuino, bluesarolo sporco che si apprezzava anche.
Ma comunque rimane un suonatore di chitarra senza frecce nella sua faretra.
Sulla sua collaborazione con Fergie che dire? Lei è direttamente proporzionale tra fregnaggine e incapacità a cantare, ma d' altro canto con Axl / era abituato a uno che in studio tra autotune e cazzi e mazzi si salvava poi dal vivo era un altra cosa... ah sì, non ci credo che ha 36 anni ma sì, me la schiopperei con mucho gusto!!!
Myles Kennedy.
Bravo senza dubbio, non una voce nuova di sicuro ma apprezzabile.
Senza bisogno di cercare su uichipìdia (che poi mi ha confermato) ma si sente lontano un miglio che ha un singing molto influenzato da Cornell e Staley, quindi lascerei stare Dave Coverdale, che magari lo ricorda nelle note basse ma non di certo quando alza, il suo timbro e la sua estensione è di matrice soundgarden senzadubbio.
Coverdale è padre putativo di Jorn Lande, sua reincarnazione elevata alla 'n' (allego RVM http://youtu.be/W9DBycu2t_c ).
Rimane il fatto che mi dispiace che non ti sia piaciuto il concerto e ci abbia speso dei soldi (a meno che non ti invitino pure ai concerti oltre che alle anteprime -si scherza- ) ma chi va a letto con i bambini si sveglia pisciato...

Dura '81 ha detto...

Axl e Slash erano una coppia superlativa, alchimia a livelli.
Axl fa i gn'r: la sua voce + i musicisti che risuonano tutto identico. Chiudi gli occhi e pensi che siano veramente loro. Però lui è sempre un cazzone skizzato.
Slash fa il cazzo che vuole: gli snakepit piegavano (in tutte e due le versioni) i velvet erano un altro gruppo degno del rock n roll. Fa i suoi dischi solisti, che possono essere anonimi quanto vuoi (e spesso lo sono stati) ma almeno lui è in polleggio. Tutti lo vogliono, tutti lo cercano perchè a lui alla fine gli frega di suonare e non di cacare il cazzo (come l'altro).
Il resto della band è ininfluente e i guns riuniti farebbero un po' tristezza.
Lui si può vantare delle sue fatiche e può suonare come una puttana anche nel disco di vasco ma axl? Slash è entrato nell'olimpo mentre Axl ci ha cagato sopra.
Io l'ho visto a Milano e mi sono emozionato. E' ancora un drago.

Giorgio Salati ha detto...

"Ain't Life Grand" degli Snakepit per me è uno dei più begli album hard rock della storia.

mistake89 ha detto...

Bah Slash nei guns aveva un tiro che pochi chitarristi al mondo si possono permettere - anche tecnicamente molto più forti di Lui-.
Tra l'altro melodicamente non ha da invidiare a nessuno. Presente november Rain? I soli centrali spaccano il culo a tutti.

... poi dire che Jimmy Page ha influenzato un cazzo mi pare pare proprio un abominio. (e lo dico da amante dei Purple e di Blackmore!)

cristiano cucina ha detto...

c'ero anche io.....e a dirla tutta
anche a me non è piaciuto per niente.ero carico di aspettative,i rumors che provenivano da milano parlavano di un concerto meraviglioso.mah!che dire,ho avuto lo stesse senzazioni che molti anni fa ho provato lavorando al concerto dei maiden.del tipo....ce stamo,famolo veloce e sbrigamose,che tanto so slash(o i maiden).vabbè almeno avevo il biglietto gratis...quindi non mi incazzo più di tanto.

Nanni Cobretti ha detto...

@rrobe: vai che e' il momento buono, riprova. In confronto all'ultimo ti sembreranno Exile on Main Street e Let It Bleed. Ma anche da soli spaccano. All'epoca Slash aveva ancora voglia di fare musica.

QSJesus ha detto...

Sul mio biglietto avevo letto "Slash + special guest", non "Slash suona le canzoni dei sui vecchi gruppi".

E non perchè Myles sia stato a malapena adatto alle canzoni dei Guns, e del tutto inadatto ai Velvet, è che proprio avrei gradito un concerto di Slash, magari infarcito di una, due canzoni di altre band.

Non 5 canzoni di Slash su 12 o 13 totali ...

ciro ha detto...

ma prendere atto del fatto che ormai questa gente non ha piu' niente da dire e andare oltre?

Giorgio Salati ha detto...

Sono poi d'accordo che Myles Kennedy non è un gran frontman, anche a me non fa impazzire... Però come voce niente da dire, tecnicamente è VERAMENTE bravo, e te lo dice un cantante. Gli manca però un po' di personalità, personalmente avrei preferito che andasse in tour con la tipa dei Black Eyed Peas, che anche lei è molto brava ed è più aggressiva!

Nanni Cobretti ha detto...

Oh. Non ho mai sentito nulla di Myles Kennedy, ma se mi giurate che e' meno aggressivo di Fergie ne sto alla larga come la peste.

Manuel Colombo ha detto...

sono d'accordo con tutti quelli che hanno elogiato gli Snakepit, quei due dischi sono fondamentali per me.

per chi ha parlato di Jimmy Page inifluente c'è una bella espressione dialettale che calza a pennello:
"prima de parla, tas"

Poi se mi sapete dire un nome di qualche altro chitarrista altrettanto influente negli anni 90-00 ditelo che lo sacolterò volentieri

Giorgio Salati ha detto...

@Nanni: M. Kennedy è VERAMENTE bravo, però parte da un'impostazione con una voce pulita calda e grunge (tipo Pearl Jam), poco hard rock, mentre Fergie è riuscita veramente a stupirmi: senti qui Paradise City con Slash e i Cipress Hill:
http://youtu.be/reWKX3FJZUk


Chi dice che Jimmy Page e Slash non sono stati influenti probabilmente non ha mai sentito un disco rock dal 1970 ad oggi.

E non sono d'accordo che Slash sia un gregario. Solo perché è normalmente silenzioso e tenebroso non significa che con la sua chitarra non spacchi i deretani a tutto il mondo.

Se oggi chiedi a chiunque di visualizzare in testa IL chitarrista rock per eccellenza, se non pensa a Hendrix, pensa a Slash. E' figo non solo per come suona ma anche per come si veste, per come si muove. Ha fatto scuola per tutti i chitarristi.

Insegnanti di chitarra con cui suono mi dicono che i ragazzini chiedono sempre di imparare i pezzi di Slash, vanno in giro con la tuba in testa. E questo non è essere influente?!

I bending e i vibrati di Slash non hanno uguali. Certe sue scelte melodiche sono inconfondibili (i soli che fa lui nei lenti sono qualcosa di geniale e unico, anche se molti hanno tentato di copiarlo).

Per me è uno dei più grandi chitarristi rock della Storia, e l'ho apprezzato davvero solo DOPO i Guns (per poi tornare indietro e capire meglio il suo lavoro precedente coi Guns, che praticamente mi piacciono quasi solo per Slash, poco per Axl, per niente per Duff).

Ah, e temo che dovrete scordarvi Sebastian Bach (senza John, anche se da ragazzini credevamo tutti si chiamasse così): ormai non ha più un filo di voce.

matota ha detto...

mi permetto di dissentire da quasi tutta la recensione e da molti commenti negativi...mi ritrovo invece molto nelle parole di dura81
Ritengo i 2 dischi degli Snakepit di alto livello anche se non hanno sbancato le vendite, tieni presente che alcuni pezzi di "it's 5 o'clock somewhere" in origine erano destinati ad un futuro disco (mai pubblicato) dei GUNS!
I Velvet Revolver, poi, non ne parliamo, una BOMBA.
Nel primo disco pericolosi, affamati, tremendamente rock, nel secondo invece un pò meno interessanti.
Contraband è un disco incredibile, spakka di brutto!
I VR Li ho visti anni fa a Bologna ed era da impazzire,pubblico in delirio...spero ritornino.
L'ultimo disco di Slash mi piace un sacco, pezzi come Ghost, Nothing to say, By the Sword ecc. ti sembrano poco belli?Ero a Roma due settimane fa e ho visto un marziano..Slash è in forma, e molto molto rock...personalmente unico neo la durata del concerto, mi aspettavo una mezzoretta in più, ma vabbè.
Myles Kennedy?Tecnicamente inappuntabile, ti canta quello che vuoi, in quanto a presenza scenica è inferiore sia a Scott che ad Axl.
Insomma, ha fatto il suo buon lavoro,trovo ingiusto metterlo in croce.
Infine, dico la mia anche sui Guns, precisando che sono stato x anni fanatico dei Guns e soprattutto di axl.
A parte l'attesa ingiustificata, Il disco non mi è piaciuto, a parte un paio di pezzi l'ho trovato un'accozzaglia di merda (parafrasando pino scotto!)
Comunque non all'altezza delle aspettative.
Non contento e per togliermi lo sfizio sono andato a milano e vederli l'anno scorso, e mi hanno un pò deluso..axl è un leone sul palco, uno dei migliori frontman di sempre ma mi è dispiaciuto non poco vederlo preso così male di salute e di voce.
E' proprio azzeccata la frase di dura81 "Slash è entrato nell'olimpo mentre axl ci ha cagato sopra"!!!

FC ha detto...

Sicuramente tutti quelli che scrivono su questo blog, RRobe per primo, sono esperti musicisti, scrittori di melodie inenarrabili. Infatti, un secondo dopo ha scritto anche recensioni sull'ultima serie dei Griffin e su twilight.
Probabilmente c'era anche una ragazza che leggeva il forum e ha cercato di farsi bello e superiore come per dire "hey questi non capiscono un cazzo,e neanche tutti quegli stronzi che hanno comprato il biglietto (a milano 2 sold out in un anno), io invece sono un figo..."Ci sono i tipi così, arrivano ai concerti con l'aria ipercritica e superiore per darsi un tono di competenza e professionalità distaccata.
La verità è che il povero nerd non è riuscito a battere il livello in cui sfidava Slash in "guitar hero legend of rock".
Infatti, guardando il secondo filmato che ha postato sulle sue collaborazioni noterai che non c'è nessuna collaborazione, è solo un'apparizione durante non so quale presentazione microsoft in cui si è anche giocato a guitar hero, Slash è uscito, ha fatto 20 secondi di solo ed è tornato a casa. RRobe pensa che questa sia un'esibizione in cui Slash ha suonato con Bill Gates, per lui guitar hero è suonare...
Andiamo più sul tecnico.
Anzi, facciamo che elenco solo alcuni degli artisti con cui ha collaborato nell'ultimo album, che può piacere e non piacere (a me piace un frego)
Ozzy Osbourne, Iggy Pop, Dave Grohl, Chris Cornell, Lemmy, Rocco De Luca,Ian Astbury...poi c'è il (cantante dei wolfmother,kid rock, quello dei avenged sevenfold Fergie e il tipo dei maroon 5)
Dire che le collaborazioni sono di basso profilo....bè, forse i Bimbominkia volevano il cantante dei tokyo hotel!
Io a Milano ho visto uno slash di 46 anni, molteplici interventi al cuore che saltava sul palco, si faceva le sue pose da zarro e si lanciava in un assolo di 6 minuti sul tema del padrino (al RRobe fa cagare, io lo trovo geniale),poteva stare a casa ad ingrassare come axl,che ha fatto un album mediocre dal 1993 ad oggi,Slash invece ha fatto 5 album di cui il primo e l'ultimo S-T-U-P-E-N-D-I
Concludendo, tutta gente che non capisce un cazzo al contrario di RRobe che è un esperto e può insegnare a Slash a scrivere canzoni, scegliere la formazione nonchè suonare: 2010 - Best Rock album of the year per il suo album solista Slash ai Classic Rock Awards[10].
RRobe (e tutti gli altri) SCIACQUATEVI LA BOCCA!!!

RRobe ha detto...

Povero piccolo, gli abbiamo toccato il suo idolo e si è offeso.
Chi è che portava la maglietta "Kill Your Idols?"... ah, sì, quello con il takento e la genialità dei Guns.

FC ha detto...

Kill Your Idols è una canzone dei Sonic Youth che riprendeva una frase dell'Antico Testamento, lo conosci vero?non l'hai scritto tu che sei tuttologo? Il genio che non ha più prodotto album ha indossato una maglietta da bancarella che ora non può indossare a causa dei 150 kg di sovrappeso.
Dai, basta fare figuracce!!!

RRobe ha detto...

E, per la cronaca, cosa ci dovrebbe capare l'ep dei Sonic Youth nel discorso.
Aspetta, te lo spiego come se tu fossi un deficiente:
vieni qui a fare un post da fan di Slash che si fa le seghe ascoltando il suo singolo con Fergi.
Faccio un riferimento ai Guns, citando la maglietta di Axl "Kill Your Idols" ("uccidi i tuoi idoli" lo capisce il nesso, idiota?) e tu mi vieni a rispondere che era una canzone dei Sonic Youth.

A) Esticazzi?

B) Quindi?

FC ha detto...

Spenderò un ultimo commento per risponde ad uno sfigato professionista della sega. Forse, in considerazione degli errori di ortografia presenti nei tuoi post, prima di scrivere dovresti IMPARARE a scrivere.
Un vecchio detto dice "chi sa, fa; chi non sa, insegna"...e lo sfigato qui sopra ne è l'esempio con la tastiera.
Comunque, quello che pone domande sei tu, quindi quello che necessita di spiegazioni per deficienti sei proprio tu.
La frase kill Your idols centra con il discorso perchè tirata in ballo da te, e non è di quel grassone del tuo eroe, è piuttosto la citazione di una canzone di un altro gruppo. Non ha inventato niente e senza i Guns, quelli storici, Axl non ha saputo fare una fava di apprezzabile. Un pò come te, che critichi e ti atteggi pur non essendo nessuno.
A questo punto fai un favore all'umanità: centinaia di persone non hanno trovato il biglietto del concerto ovvero hanno dovuto vederlo con te puzzolente, con la forfora sulle spalle che guardavi altezzoso con le braccia incrociate il concerto di uno che ha fatto la storia del Rock, e questo lo abbiamo scritto un pò tutti.
Ultima spiegazione. L'Antico testamento parlava di uccidere i tuoi idoli contestualizzando con la distruzione del vitello d'oro da parte di Mosè e degli Ebrei che l'adoravano, visto come animale sacro. Il discorso si rispecchia con tutto il blog,solo non riesco a capire se sei un ebreo o un vitello. Non essendo nazista e amando gli animali, penso che sei solo un imbecille che esprime le proprie opinioni con "Esticazzi"-"Quindi"
Ti risponderò di nuovo quando saprai suonare come Slash e milioni di persone ti adoreranno e ti imiteranno (farsi le pippe non vale,anche se sosterrai il contrario non l'hai inventato tu)

RRobe ha detto...

Ma ancora stai parlando?
Ma non capisci che ti rispondo a stento con la mano sinistra perché i fan mi fanno pena?
Vai idolatrare il tuo idolo bolso e lesso, canticchia le sue canzoncine con Fergi e fatti una sega a ricordarlo quando era giovane, figo e magro (e non con il triplo mento da cocaina come adesso) e suonava accanto a gente infinitamente migliore di lui e che era capace di trasformare un chitarrista di livello medio, in una rockstar.