26.7.11

Strana sensazione.


Appena finito di leggere JD 10 di Lorenzo Bartoli e Luca Genovese.
Come da nostra tradizione, a parte l'aver discusso insieme con Lorenzo della storia, non sapevo null'altro fino a quando non mi sono trovato l'albo tra le mani.
Mi è piaciuto (e si badi, non è che sia così scontato che a me piacciano gli albi di Lorenzo e Mauro o a loro i miei).
Mi è piaciuto e m'ha messo un poco di paura.
Non so bene perché.
Ma è una sensazione che non mi è mai capitata prima.

14 commenti:

Ture ha detto...

genovese FTW

KK ha detto...

la mia storia preferita di John Doe è Tempo fuori sesto , di Bartoli , quindi penso che te e Bartoli avete creato un personaggio dalle varie sfacettature , sebbene diciamo che nella maggior parte delle storie preferisco le tue.

rae ha detto...

l ultimo numero era orrendo ma voglio fidarmi

Greta Bartoli ha detto...

a me era piaciuto tanto.

Greta Bartoli ha detto...

ehm, sono lorenzo. ho l'account di mia figlia, chissà per quale motivo...

isametal88 ha detto...

Devo essere sincero, la prima parte dell'albo, come sinceramente tutto questo nuovo ciclo, non mi ha convinto troppo... e mi dispiace perché ho adorato il vostro lavoro (e lo faccio tuttora, sia chiaro). Non so dire esattamente cosa c'è che non sta funzionando, ma non riesco ad avere lo stesso senso di godimento nel leggere John Doe come nelle prime tre stagioni (che, per la cronaca, ho letto tutto d'un fiato).
In compenso la seconda parte è splendida, Lorenzo si mette a nudo in maniera dolcissima.
Ma è altro, non è John Doe.
Sembra che il personaggio sia un po' uscito dal vostro controllo, o che addirittura (oso dire) non lo amiate come un tempo. Spero davvero che mi dimostrerete nei prossimi numeri che mi sto completamente sbagliando, ne sarei davvero felice...

Skull ha detto...

Davvero un ottimo numero: molto toccante e coinvolgente quando meno te l'aspetti.
Mi piace molto questa fase finale (direi quasi crepuscolare) del personaggio, e l'amore che gli dimostrate tu e Lorenzo.

Antonio Lucchi ha detto...

Numero davvero bello. Concordo sulla prima parte non troppo entusiasmante ma il finale tocca nel profondo ed allo stesso tempo mi ha gasato per il proseguo della stagione.

Antonello ha detto...

Ho trattenuto le lacrime(come direbbe Bloch non piango dal '58(anche se sono dell'86))leggo JD dal 2005 ma non conoscevo i dettagli della vita di Lorenzo.
Tanta forza nel raccontarli, tanto talento nell'incastrarli in JD. Ho aspettato 9 numeri per emozionarmi di nuovo con l'albo fra le mani.Ne è valsa la pena,sapevo che non mi avreste deluso.
Complimenti sinceri da uno che nelle situazioni difficili pensa a come si sarebbe comportato John.
Lunga vita a John Doe.

Slum King ha detto...

Stupendo numero.
Bartoli è molto più bravo sulla narrativa mainstream che su quella di genere. Ma si sapeva.


Ah
RRobe
attento che JD mo ti fa il culo :asd:

millenomi ha detto...

Rrobe: a differenza di Moore, se incontri certi tuoi personaggi in un pub, quelli ti fanno un sedere a strisce sìsì.

comativa ha detto...

è sempre lo stesso discorso: il jd prima stagione ecc ecc..
ma dire che questo numero non convince è da folli!!!!
questo numero fa impressione..fa scioccare..grandissimo lorenzo.
e poi finalmente qualcosa di diverso dai..fare morire jd come sta morendo dyd sarebbe stato tristissimo. rrobe fa paura anche a me queto nuovo jd.ma continuate così..

RadioPunx ha detto...

Le pennellate di Genovese che ritraggono la figlia di Bartoli sono da incorniciare. Sembra che abbia strizzato l'emozione del papà con la china.
Applausi.

@isametal, se un autore si apre a tal punto grazie a un suo personaggio credo che lo ami ancora più di prima.
Continuate così.

uomoragno ha detto...

Bel numero, me lo sono proprio gustato.
Ottimo Genovese!