28.7.11

Vabbè, t'abbiamo rubato il personaggio.... ma non ti preoccupare, non c'è problema..

Mauro Padovani, di lavoro, fa l'idraulico.
Ma saranno quindici anni che porta avanti un suo discorso personale in ambito fumettistico, realizzando opere underground disturbanti e prive di compromessi.
E' uno che non ho mai sentito lamentarsi. Che non se l'è mai presa con un mercato incapace ci comprenderlo. Uno che non fa parte di nessun gruppo, che è fuori da qualsiasi salotto o salottino, uno che realizza le sue cose e sembra fregarsene se tanto la critica a fumetti più popolare, quanto quella più votata al fumetto d'autore, sembri ignorare le sue cose. Lui va avanti per la sua strada, ottenendo, alle volte, risultati e riconoscimenti rilevanti, seppur lontani dagli ambiti tradizionali del fumetto-mondo (specie quello italiano).
Comunque sia, Mauro Padovani esiste, fa cose e quelle cose hanno una loro precisa identità e dignità.

Nel 2005, per esempio, ha creato il personaggio di Mr. Dark per la sua serie Bullet & Justine.
Il personaggio non è ancora mai apparso su un supporto cartaceo (il volume che conterrà la sue avventure è di prossima pubblicazione) ma le tavole con la sua prima apparizione, sono state postate da Mauro nel 2006, sul suo Flickr.
Sono queste:


Adesso, qualche mese fa, su n.1 della testa X-Men: curse of the Mutants, è apparso questo personaggio qui:


Le tavole sono di Paco Medina.
Stessa maschera, costume molto similare ma, soprattutto, una vignetta praticamente identica a quella di Padovani (mi riferisco al dettaglio in cui Mr. Dark e il suo clone aprono la zip della maschera).
Mauro, abbastanza sorpreso, ha fatto notare la cosa a Medina e alla Marvel. Medina deve aver rigirato la cosa al suo editor Nick Lowe che gli ha risposto, cito testualmente:

" Basically, you can tell him not to worry about it. The character that looks similar was only on 3 pages and then died and we have no plans to bring him back. There’s no problem."

"Digli di non preoccuparsi. Il personaggio somigliante appare solo in tre pagine e poi muore, e non abbiamo intenzione di riportarlo indietro. Non c'è problema."

Capito come funziona?
Se nella vostra serie volete metterci, chessò, Wolverine, l'importante è che lo facciate morire in tre pagine e che non intendiate utilizzarlo di nuovo. La Marvel non se la prenderà a male. Tranquilli.

Che manica di cialtroni arroganti.
Ah, la notizia è rimbalzata anche su Bleeding Cool ma non sarebbe male se anche qualche sito d'informazione nostrano se ne occupasse.

EDIT
Preciso una cosa:
il problema non è l'omaggio.
I fumetti sono pieni di omaggi e strizzate d'occhio e va bene.
Basti pernsare all'Authorithy di Millar in cui delle versioni parodistiche dei personaggi dell'universo Marvel vengono massacrati.
Ma questo è un caso diverso.
Mr. Dark di Padovani non è un personaggio noto che gli fai un omaggio e tutti lo riconoscono e capiscono il gioco. E' un personaggio di un autore underground, mai apparso su carta ma solo sul web. In questo caso, il gioco dell'omaggio, non sussiste.
Medina, semplicemente, deve aver visto le immagini, gli sono piaciute e le ha usate. Tanto è vero che non c'è nulla in queste tavole che possa permettere di risalire alla fonte originale.
Anche perché, se proprio voleva fare un omaggio a Padovani, poi poteva mandargli una mail per segnalarglielo.

48 commenti:

Ture ha detto...

Io ho sempre avuto un debole per Nightcrawler, buono a sapersi.

Davide ha detto...

la risposta è una risposta data a "un terzo"... dice "digli che"...
mi farebbe piacere sapere chi ha risposto a chi, con precisione

effettivamente la risposta è assurda

RRobe ha detto...

Sì, Davide.
Aggiustato.
Adesso dovrebbe essere più chiaro.

Roberto La Forgia ha detto...

Non pensi siano entrambi personaggi esteticamente molto scontati? La loro somiglianza mi sembra frutto di due autori che attingono dallo stesso immaginario. Ad ogni modo un cane avrebbe dato una risposta migliore di quella ricevuta dall'editor della Marvel.

RRobe ha detto...

Per Roberto: nota la vignetta in cui apre la zip sulla bocca. Direi che quella, da sola, fuga qualsiasi idea di coincidenza.

Detto questo: non è che l'omaggio sia un delitto.
Anzi.
Il problema è rendere chiaro al lettore che di omaggio si tratta.
Se Morrison cita Diabolik sugli X-Men, fornisce ai lettori abbastanza elementi per far capire il riferimento.
Se io faccio una specie di parodia di Dylan o di Diabolik su JD, ci metto abbastanza elementi per far capire il senso del gioco.
In questo caso, invece, non viene dato alcun elemento per risalire al personaggio originale.
Vuoi perché è di un autore underground, vuoi perché non è nemmeno mai stato pubblicato ma è solo apparso sul web, vuoi perché Medina ha visto qualcosa che gli piaceva e la "rubacchiata", senza manco avvertire Mauro.

saldaPress ha detto...

Perché rispondono così?

Perché sono la Marvel e quindi di default sono arroganti.

Bisognerebbe ricordargli cosa hanno risposto a Dave Stevens quando gli ha fatto notare che non potevano rompere il cazzo sul nome The Rocketeer visto che i loro Rocketeer erano nemici di una sola sperdutissima storia mai più riproposta di Devil e manco ci assomigliavano lontanamente al Rocketeer di Stevens: credo che l'abbiano tirato scemo per diversi anni con una causa lunghissima (e costosissima ma, soprattutto, nata perché quando si era parlato di una collaborazione Stevens aveva "osato" mettere in discussione dei punti del loro contratto standard), causa che poi la Marvel ha perso.

Coraggio Mauro! Non ti arrendere!

Roberto La Forgia ha detto...

Che il personaggio apra la sua zip è una mossa più che logica dal momento in cui ce l'ha. Ovvio anche il primo piano sul dettaglio. Mi sembrano immagini molto scontate e come tutte le cose scontate, si moltiplicano nel mondo

MA

è sacrosanto segnalare la cosa. Marvel, aldilà delle mie idee campate in aria, dovrebbe dare delle spiegazioni più chiare e risolvere la cosa con Padovani (ehi, non conosco il suo lavoro, mi sto limitando a dare giudizi sugli elementi di questo post).
Che una major liquidi con tanta facilità un sospetto di plagio è davvero fastidioso.
Spero non finisca qua.

A proposito di plagio e di figura di merda che un grafico italiano fa passare a tutta la sua categoria di grafici e disegnatori in senso lato:

http://www.draft.it/cms/Contenuti/il-nuovo-logo-del-ministero-dell-interno-forse-plagio

flaviano ha detto...

Concordo con roberto, se in sceneggiatura viene descrittonun omone con naschera fetish, non è che bisogna andare a copiarlo. Tanto più se non è un personaggio principale. Sono cose che capitano, semplicemente entrambi hanno utilizzato un cliche.
Ieri vedendo il film di cap notavo che le maskere dell'esercito dell'hydra erano uguali al costume del personaggio di Ex Macchina (non ho letto il fumetto quindi non so se è il protagonista)

RRobe ha detto...

A parte che a me non sembra una coincidenza (i punti in comune sono davvero troppi, anche nelle inquadrature), ma non vi basta la mai di risposta per vedere la malafede?

Roberto La Forgia ha detto...

E' il classico caso di plagio tra due cliché abusati (con cui si può pure giocare) inquadrati seguendo regole della narrazione ormai consolidate/abusate (e va bene così).
Al mondo esisteranno milioni di personaggi di nome Mr. Dark (e va bene così) e Marvel potrebbe uscire da questa storia trovando un accordo con Padovani (ma non per via legale, altrimenti spuntano fuori altri omoni con maschera festish e se la pigliano in culo tutti quanti allegramente).
Marvel liquida Padovani con due righe perché non gliene frega un cazzo.

Ettore Gabrielli ha detto...

Vorrei solo sottolineare la bravura e la serafica determinazione con cui Padovani fa i suoi fumetti, e pure bene.

E in tempi non sospetti ne parlai eccome del suo Bullet & Justine, peccato non aver visto il proseguo in Italia, mentre all'estero se ho capito bene qualche editore più volenteroso un po' di spazio in più a Mauro ha saputo darlo.

Mauro Padovani ha detto...

Grazie del tuo articolo Roberto hai colto in pieno la situazione. Per ripsondere agli altri, devo dire che entrambi oltre a essere vestiti in maniera simili sono anche dei vampiri. Io mi autoproduco di solito per mi scelta (anche se l'anno scorso ho fatto un volume per la Francia). Sto pubblicandomi Bullet & Justine a episodi in inglese da vendere nelle fiere in Belgio. Io faccio fumetti per divertirmi. Non penso farò causa..
Chi è interessato alla mia opere segnalo i miei due blogspot... questo dedicato a Bullet & Justine
http://bulletandjustine.blogspot.com/
e questo dedicato alla mia produzione per adulti.
http://mauropadovani.blogspot.com/

flaviano ha detto...

La risposta dell'editor non mi sembra in malafede, vuole semplicemente evitare di avere ulteriori scambi di mail e precisa " il ppersonaggio che assomiglia" . Dubito che un editor di una società così grande sia a conoscenza di tali dettagli.
Poi ripeto, il creatore del personaggio credo sia lo sceneggiatore, non il disegnatore.

Roberto La Forgia ha detto...

@Mauro Padovani:
No, dai i vestiti non sono per niente uguali.
Tutti e due vampiri? Non era specificato...
Tira fuori i canini e ammazza quei porci.

Obi-Fran Kenobi ha detto...

Per amor di opinione, la penso come roberto la forgia e flaviano. Il mondo è pieno di idee uguali avute da due parti opposte del mondo da persone che non si conoscono. Non è automatico che sia una copia.

Ma leggo il commento di Padovani e vedo che ha lo spirito giusto, quindi inutile discutere oltre.

PS: quanto sopra non nega l'arroganza e la maleducazione della marvel (o quanto meno dell'editor di cui si parla), ma è un altro discorso.

Massimo Giacon ha detto...

Purtroppo gli americani hanno questa mentalità: se sei un italiano (o uno straniero di qualche paese a loro avviso di classe c) senza avvocato e senza nessuno alle spalle puoi essere saccheggiato tranquillamente, anche se il tuo personaggio non muore subito e compare per più di tre pagine. Andate da Massimo Mattioli a chiedergli cosa ne pensa di Grattachecca e Fichetto.

Stefano Manieri "Bruciatore" ha detto...

La vicenda lascia parecchio perplessi, sopratutto la risposta. Spero che la cosa venga "fatta notare". Complimenti a Mauro comunque.

FoC ha detto...

Per me il "furto" a sto giro è evidente:

-troppe "coincidenze" perché possano essere davvero tali
-la risposta della Marvel fuga ogni dubbio residuo

The Passenger ha detto...

bravo Massimo, nessuno mai si ricorda di quell' "ennesimo plagio",,,grattachecchè se ne dica! ^__^

BostonPizzo ha detto...

se volevano fargli un omaggio potevano mandargli uno spumantino

Gabriele Panini ha detto...

Più che nella mail, la malafede la vedrei più nel fatto che Medina s'è rivolto a chi gli sta alle spalle, piuttosto che rispondere direttamente a Padovani.
A meno che dalla Marvel non gli abbiano messo in mano la tavola di Padovani, dicendo "toh, copia" (e ne dubito), il dolo è esclusivamente di Medina.

spino ha detto...

La penso come Roberto e Flaviano...

...fermo restando che l'ipotesi di conoscenza "pregressa" da parte dell'autore marvel forse ci sta, come si è detto si parla di clichè ormai abbastanza noti: sarà che da anni ogni volta che vedo uno vestito con la tuta di pelle, prima che pensare a Tarantino penso a La Casa nera di Craven? :)

massimo rispetto comunque per Mauro e i miei migliori in bocca al lupo per la sua coraggiosa avventura.

Fabio D'Auria ha detto...

La risposta dell'editor "digli che" era rivolta a Medina, non era la risposta ufficiale dalla Marvel a Mauro.

Comunque nei contratti dei disegnatori e coloristi c'è scritto che se violi copyright/plagi/usi foto che non puoi, lo fai a tuo rischio, umanamente un editor non può conoscere tutto lo scibile umano (soprattutto se è un personaggio undergound europeo).

Solo per dire che non è "alla Marvel son cialtroni", se davvero Medina ha copiato, l'editor gli ha suggerito "se vuoi ammorbidire la situazione fagli presente che il personaggio non riappare"

Fabio D'Auria ha detto...

Comunque QUESTA è una pagina di prova per la wildstorm che feci nel 2006 quando c'era Jim a Reggio Emilia, mancano le pistole (e la cerniera) poi si potrebbe parlare di plagio :)

Mario De Roma ha detto...

Io penso che si siano detti "Sì, ma praticamente è the gimp di pulp fiction" e non si siano fatti altre domande.

Mario De Roma ha detto...

PS: anche the gimp fa più o meno la stessa fine di personaggio che arriva tutti dicono ommioddiochecazzo e poi sparisce.

KK ha detto...

mmm su questo giro non sono d'accordo , il personaggio mi sembra un classico banale bestione alla "Bane" con vestito in pelle , che qualsiasi ragazzino potrebbe inventare senza ispirazioni particolari. Allora prendiamo Deadpool che sembra il clone di Spawn e il costume un misto tra Spiderman/Punitore,lo stesso Spawn è un misto tra Batman/Spiderman/Venom , i cattivoni con la maschera in pelle sono tantissimi , si potrebbe attingere anche dal wrestling.

mys7 ha detto...

forse entrambi hanno visto pulp fiction...

sacha ha detto...

non ricordo bene, ma la scena della cerniera, non è a sua volta una citazione del Dr. Philip K. Decker di nightbreed?

Viviana Boccionero ha detto...

Negano l'evidenza, RRoby...

Li odio questi mocciosi piglianculo. Adesso diranno che MP ha copiato Night Owl e NewtOn (Helmut), e che anzi è lui (il povero idraulico) il porco-plagiatore. Tonti.

Slurp.

Mario De Roma ha detto...

Viceversa, viviana, urlare plagio plagio son buoni tutti. E poi a farsi tutti il coretto per darsi supporto morale, pure. Un autore ha fatto una stronzata? Possibile. I suoi editori se ne sono accorti? Possibile.

Prove? Nessuna.
Lo sanno? Sì che lo sanno.

E allora continuiamo a fare i coretti per fare supporto morale, e poi quando ci sono da fare i conti, quelli veri, a farsi contare stronzate come questa che tanto se prendi un personaggio e lo ammazzi al volo è uguale.

È anche necessario capire come pensano, e come pensano i loro legali, e se una cosa è probabilmente dolosa, MA indifendibile lo è.

Non continuiamo a farne una storia di lotta di classe-

spino ha detto...

Standing Ovulation per Mario :)

RRobe ha detto...

Costume similare sin nei dettagli.
Entrambi vampiri,
Entrambi fanno lo stesso gesto.
C'è lo stesso "trucco" di mostrare i canini una volta aperta la zip.
Eddai.
Magari ci fosse una lotta di classe, qui mi pare che si fa a chi si smarca prima.

Viviana Boccionero ha detto...

Era solo per farmi un po' di pubblicità, Mario.

Qualcuno mi linka lo spot di Helmut Newton con la zip? Era così bello...

Ivan Vitolo ha detto...

Vabbè, t'abbiamo rubato il personaggio.... ma non ti preoccupare, tanto poi muore...

Il probabile titolo del post :D

Di chi è il naso? ha detto...

Il personaggio di Padovani è un vampiro, quello della Marvel un tipo con problemi di alitosi ed effluvi ascellari.
Non c'è plagio.
La risposta della Marvel è un disastro.

Mauro Padovani ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mauro Padovani ha detto...

Volevo sottolineare che Medina si è scusato con me (dicendo che lui non conosceva il mio personaggio) e che su mia richiesta , visto che io l'anno prossimo mi pubblico gli albi con questo mio personaggio come protagonista, di parlare con un responsabile della Marvel, che poteva risolvere pacificamente questo problema. Paco mi ha mandato poi su facebook , la risposta dell'editor a Medina ( praticamente " di a Mauro questo..."). Volevo precisare che il mio personaggio comparirà nel secondo ciclo narrativo (ancora inedito in Italia), disegnato interamente nel 2005, e che il nome Mr. Dark non sarà quello poi l'effettivo che avrà nella storia.

spino ha detto...

Tutto è bene quel che finisce bene...e l'ultimo, chiuda la porta! :)

Auguri, Mauro! :)

skalda ha detto...

Ma un editore italiano che pubblichi Bullet&Justine 2 no?
Giusto per mettere su carta (stampata) questo personaggio il prima possibile... :)

Gala ha detto...

Ma quindi, se ho capito bene, Nick Lowe avrebbe detto "digli che tanto il personaggio è morto" riferendosi al fatto che il nostro Padovani non dovrebbe avere grane dalla Marvel in quanto non intende riusare il personaggio.

Mi spiego.

La Marvel ha sostanzialmente detto: "A prescindere dal fatto se Medina abbia copiato o meno (che non è affar nostro) o addirittura è successo il contrario, noi della Marvel non daremo alcuna noia a Padovani, tanto il personaggio non lo useremo più. Te Padovani pubblica pure il tuo fumetto senza temere di avere cause da parte nostra."

Che è un pelo diverso da come era stata messa in origine.

Sempre se ho capito bene la Marvel non è che sta dicendo che il plagio è legittimo tanto il personaggio muore subito. Sta dicendo "Al di là dell'eventuale plagio noi garantiamo che da parte nostra Padovani non avrà noie nell'usare quel personaggio". Poi, se Padovani vorrà fare causa o quant'altro, beh, quello è un'altra storia.

daniele marotta ha detto...

Auguri e complimenti a Mauro per il suo stile sia umano che artistico.
Se Michael Jackson ha rubato ad Al Bano tutto è possibile per quanto improbabile.
La risposta marvel è sgradevole e terribilmente stile Jungla (ti ho mangiato la tua cena, ma dai non te la prendere siamo belve di mondo noi...).
In ogni caso Mauro è un peccato che tu non ti promuovi adeguatamente.
D.

Mauro Padovani ha detto...

X daniele
purtroppo editori italiani interessati alle mie cose non ce ne sono e poi io faccio edizioni a tiratura limitata per le fiere in Belgio e Olanda. Il mio lavoro d'idraulico mi lascia poi poco tempo. Il fumetto per me è un hobby.

Fabio D'Auria ha detto...

Gala, la Marvel non ha detto nulla.
L'editor della testata interpellato dal disegnatore (c'è uno che dice che gli ho copiato il personaggio, che gli dico?) gli ha detto tipo: "se vuole denunciarti digli che il personaggio muore e non lo ripeschiamo" nel senso che "può star tranquillo che non sfruttiamo una sua creazione".
E come ha scritto rrobe e precisato Mauro (cosa che nessun commentatore ha capito) è la risposta dell'editor a Medina, NON della Marvel a Mauro.

EDITOR, non EDITORE.
L'editor è il redattore...

marco ha detto...

e a me chi spiega questa cosa; si sà che all'inizio della sua carriera jiro taniguchi copiava Vittorio Giardino, ma nell'ultimo libro uscito di Taniguchi Blanca della planet manga ci sono di nuovo tre vignette copiate meticolosamente del primo Giardino di Sam Pezzo e senza citazione...se volete le scansioni ve le invio ditemi gli indirizzi

Luigi ha detto...

"Nel 2005, per esempio, ha creato il personaggio di Mr. Dark per la sua serie Bullet & Justine.
Il personaggio non è ancora mai apparso su un supporto cartaceo (il volume che conterrà la sue avventure è di prossima pubblicazione) ma le tavole con la sua prima apparizione, sono state postate da Mauro nel 2006, sul suo Flickr."

Su Flickr (http://www.flickr.com/photos/29429172@N04/) ho trovato solo la prima tavola (http://www.flickr.com/photos/29429172@N04/2898265971/in/photostream). La seconda è stata rimossa?

Mauro Padovani ha detto...

X Luigi, la seconda è comparsa su una mia intervista del 2006 di cui adesso non c'è più traccia. Avevo anche un album su MySpace che ho cancellato qualche hanno fa...

Luigi ha detto...

@Marco: davvero potresti mandare le scansioni di Taniguchi?
Saresti gentilissimo!
Il mio indirizzo è luigisiv@yahoo.it