25.10.11

Il diavolo è dalla mia...

...visto con quanta frequenza gli mando ladroni del tuo calibro a spalare il suo carbone!




La metto giù piatta e rapida.
Sto scrivendo il mio primo Tex.
Provare a cimentarmi con il personaggio era una cosa che qualcuno mi aveva chiesto da tempo ma che io che avevo continuato a rimandare perché non mi sentivo pronto.
Quel qualcuno, oggi, non c'è più e io mi sento un idiota per aver aspettato troppo a lungo.
Però, adesso ci sono.
Il soggetto è stato approvato e sono a pagina trenta della sceneggiatura.
E' una storia per la serie regolare e, prima che me lo chiediate, non è ancora stato scelto il disegnatore a cui verrà affidata.
Stando a Wikipedia, sono il tredicesimo sceneggiatore del ranger in tutta la sua lunga storia editoriale. Che è una figata, perché il tredici è il mio numero fortunato. Ma è pure una cosa che mi terrorizza, perché significa far parte di un club decisamente esclusivo e dovrò meritarmelo.
Detto questo, nei prossimi mesi cercherò di portare avanti una specie di diario di lavorazione, in cui vi racconterò i dubbi, le scelte, le riflessioni e tutte le difficoltà in cui mi capiterà di incappare nel corso della lavorazione.
Per ora vi dico solo che è difficile.
Perché Tex esige la stessa disciplina di Diabolik ma molto più coraggio e istintività.
E' la più grossa sfida con cui mi sono mai confrontato e sono onorato e terrorizzato al tempo stesso.
Ma Tex li odia i vigliacchi, e quindi non lo darò a vedere.

p.s.
Per celebrare, questa sera vado a mangiarmi una bistecca alta tre dita e una montagna di patatine fritte.