19.10.11

[RECE] The Rocketeer: l'avventura di Cliff a New York

Continua il mio recupero di vecchie recensioni che mi ero ripromesso di fare e che poi, causa tempo, avevo tralasciato.
Del primo volume di The Rocketeer abbiamo parlato QUI.
Per il secondo, sostanzialmente, valgono le stesse parole del primo: qualità grafica delle storie fuori scala, grande cura editoriale, un mucchio di materiale di contorno interessante.
Per quello che riguarda il materiale di Stevens, c'è il solo dispiacere che in queste storie, causa la sua proverbiale lentezza, si sia fatto affiancare da alcuni amici nella realizzazione delle tavole.
Visto però che questi amici andavano sotto il nome di Arthur Adams e Mike Kaluta, non è che la qualità nel abbia risentito.
E adesso, mi prendo due righe per parlare, nel suo complesso, dell'edizione realizzata dalla Saldapress di questo materiale.
Premesso che i volumi sono stampati e rilegati egregiamente, che le traduzioni sono di qualità e che l'apparato redazionale è ottimo, a me resta una grossa perplessità:

i due volumi hanno un certo costo.
Non è un costo esorbitante ma non è nemmeno il costo di un'edizione economica.
L'aspetto dei volumi è ricco. Ma non è un'edizione di lusso di quelle che fanno la gioia dei feticisti che avrebbero di sicuro preferito una copertina rigida e, soprattutto, anche la pubblicazione del materiale presente nella Artist's Edition.
Il volume si pone, quindi, a mezza via rispetto al pubblico.
E' troppo caro per un pubblico che il lavoro di Stevens non lo conosce e non è così completo, ricco e esaustivo come lo avrebbero voluto gli appassionati di questo autore.
Fosse per me, ne avrei realizzate due edizioni: una ultra economica, con solo le storie a colori e nessun materiale aggiuntivo, venduta a un prezzo molto aggressivo, e una ultra costosa, con tutto, ma proprio tutto, quello che si poteva pubblicare e nella maniera più lussuosa possibile (e, ovviamente, in tiratura limitata).
Quindi, per quanto ritenga l'edizione della Salda ottima e la consigli caldamente a chiunque non abbia la voglia o la possibilità di leggere il materiale di Stevens in originale, per me,  se siete veri appassionati del suo lavoro (e avete intenzione di spendere una discreta sommetta), la soluzione migliore rimane comprarsi la Complete Deluxe Edition della IDW in combinazione con la Artist's Edition linkata poco sopra.



3 commenti:

Carlo V Imperatore ha detto...

Ho letto tutte e due le recensioni e sono completamente d'accordo. Conoscevo Stevens solo marginalmente, sapevo che fosse molto bravo ma non a tal punto, ho preso solo il primo volume incuriosito dall'aria steampunk e ne sono rimasto meravigliato ed ho pensato, non so se a ben donde, che per l'epoca disegni del genere potevano sembrare fantascienza da quanto "moderni" e curati. Da cosa ho appreso dalla prima recensione quindi che sia scomparso prematuramente è un gran rammarico. Purtroppo non posso recuperare subito il secondo perché effettivamente costa molto, spero il prima possibile.

Stefano Menchetti ha detto...

Intanto grazie per il parere positivo, soprattutto sulla traduzione visto che sono parte in causa, volevo però precisare che la Artist edition è uscita molto dopo che ci eravamo messi al lavoro sul volume, quindi al tempo non si poteva prenderla in considerazione per un'edizione italiana.
Per il resto c'è solo un particolare di non poco conto, che io stesso non avevo preso in considerazione inizialmente.
La Artist edition è una riproduzione fedelissima delle tavole originali e anche solo dover intervenire sui balloon e le didascalie avrebbe tolto buona parte del fascino del volume. Unito alla mancanza del colore ne avrebbe fatto un prodotto veramente per pochissimi.
L'ideale secondo me sarebbe l'accoppiata tra l'edizione italiana, che anche se non cartonata e senza slipcase, ha una carta comunque migliore della Complete Deluxe Edition originale, soprattutto come resa dei colori, anche a detta della stessa IDW e la Artist edition che però è esauritissima, speriamo in una ristampa.

saldaPress ha detto...

Ciao RRobe, grazie per la recensione e per i complimenti al lavoro che abbiamo fatto per (ri)proporre "The Rocketeer" al pubblico italiano.

Per quel che riguarda la ARTIST'S EDITION che citi tu ci tengo a fare una precisazione: è davvero bellissima ma non contiene materiali extra (quelli che esistono sono tutti quelli che abbiamo pubblicato noi) e, come ha scritto anche Stefano, pubblicare la scansione delle tavole originali di Stevens (ovvero la AE) cancellando il lettering originale per metterci la traduzione credo che concorderai che non avrebbe avuto molto senso.

La ns. edizione è la COMPLETE DELUXE EDITION di IDW (esplicita richiesta di IDW e degli eredi di Stevens: nella ns. edizione non potevamo escludere nessuno dei materiali extra di quella USA) splittata in due volumi, brossurata invece che cartonata e – a mio avviso – stampata su carta migliore di quella usata da IDW.
I nostri 2 volumi complessivamente costano 49 euro, la CDE costa 75 dollari.

Diverso il discorso su un'edizione economica del libro che effettivamente stiamo valutando insieme a qualche altra iniziativa mirata a proseguire il discorso iniziato sul recupero dell'arte di Dave Stevens.