9.11.11

[RECE] Uncharted 3


Ultimamente ho qualche problema con quei giochi che mi danno l'impressione di giocarsi da soli.
Il primo esponente di questo genere è stato Assassin's Creed che, oltre a numerosi altri problemi di gameplay (più o meno aggiustati nei capitoli successivi) introduceva un sistema di movimento e uno di combattimento estremamente facilitati. In sostanza, per balzare di tetto in tetto o per vedersela con un gruppo di avversari che ci accerchiavano, tutto quello che bisognava fare era premere un pulsante e poi, la posizione contestuale del protagonista rispetto all'ambiente o agli avversari, avrebbe fatto il resto, producendo azioni molto spettacolari da vedere ma per nulla appaganti da realizzare.
Questo approccio è poi stato replicato da numerosi altri giochi (su tutti, vale la pena ricordare uno degli ultimi, ignobili, capitoli di Prince of Persia) fino ad arrivare al recentissimo Batman: Arkham City, meraviglia tecnica assoluta e gioco incredibilmente bello e curato ne suoi contenuti e nella sua storia, ma forse non così divertente come si dice in giro, sotto il profilo del gameplay.
E veniamo alla serie di Uncharted, realizzata dai tipi di Naughty Dog.
Per quanto l'azienda di Santa Monica non abbia mai spiccato per la sua originalità nell'approccio, si è sempre distinta per l'elevatissimo livello tecnico e artistico, per la grande attenzione in fase di scrittura e per la sia capacità di "rubare" gli elementi validi di altri titoli, di saperli integrare nei loro gameplay di stampo tradizionale, e di perfezionarli nel processo.
Dove il primo Uncharted era un Tomb Raider + Gears of War (aggiungendo però un dinamismo e una varietà di scelte del tutto assenti dal titolo Epic), e il secondo capitolo continuava su questa linea rendendo il tutto ancora più preciso, veloce  e spettacolare, questa terza iterazione trafuga il meccanismo della azioni contestuali di cui parlavo in apertura, trasformandolo però in qualcosa di appagante anche in termini ludici, oltre che estetici.
E così, per quanto il nuovo sistema di combattimento corpo a corpo non sia poi così differente da quanto visto in Batman Arkham City, il risultato finale è tutto diverso. Dove nel gioco targato Rocksteady si ha la netta impressione che sia il computer a condurre i combattimenti, in Uncharted 3 ci si esalta per delle azioni che sono sempre e comunque una nostra scelta voluta e consapevole e non un qualcosa di precalcolato che prescinde dalla nostra volontà. E vi assicuro, non è roba da poco.
Aggiungeteci poi lo stato dell'arte della grafica, alcune scene tra le più spettacolari mai viste, una sceneggiatura che forse è la migliore mai scritta per un videogioco e una colonna sonora che non sfigurerebbe in una produzione cinematografica di alto livello e non vi dovrebbe essere difficile capire il perché io ritenga Uncharted 3 non solo uno dei migliori videogiochi dell'anno, ma uno dei migliori di sempre in senso assoluto.

Certo, il gioco non si inventa nulla e la sua formula è sempre la classica alternanza tra fasi di esplorazione-arrampicata, furiose sparatorie, combattimenti corpo a corpo, enigmi e corse spericolate, ma ognuna di queste fasi è talmente perfezionata, profonda e in grado di garantire un tale numero di scelte diverse, che non si sente il desiderio di avere nulla di più.
Giocare a Uncharted 3 è una goduria assoluta che appaga sotto tutti i punti di vista.
E' bello, spettacolare e coinvolgente, come un grande film d'avventura (uno di quelli buoni davvero) e offre un grado di divertimento che è proprio solo delle pietre miliari del medium videogioco.
Sul serio, se avete una Playstation 3, non potete perdervelo.
E, se non ce l'avete, andate a comprarla anche fosse solo per questo gioco.


12 commenti:

p!o ha detto...

Uncharted 3 è uno dei miei prossimi acquisti papabili, ma ho una domanda (dato che ultimamente il tempo scarseggia...): è pienamente godibile a sé stante oppure sarebbe meglio recuperare prima i due precedenti capitoli?

E infine (breve OT ma non così OT, calcolando l'esordio del commento): Red Dead Redemption l'hai giocato?

Antonio Lucchi ha detto...

Finito qualche giorno fa a livello normale. Ora sto livellando, registrando filmati e in definitiva godendo a pieno il multiplayer. Poi rigiocherò il tutto a livello distruttivo e appena potrò proverò l'adrenalina di giocare in splt screen con un amico. Di roba da fare ce n'è tanta e la qualità è altissima come ci ha abituato la Naughty Dog, sin dai tempi della trilogia di Jak&Dexter. Tralasciando gli aspetti tecnici da mascella slogata (lavorando col 3D so che immane lavoro c'è dietro ogni pixel a schermo) ciò che colpisce è come tutto riesca a trasmettere emozioni fortissime. Quell'alchimia particolare che solo certe software house hanno.

RRobe ha detto...

per P!o: la storia te la godi ovviamente di più se hai giocato i capitoli precedenti (che trovi in offerta). Il gioco è un capolavoro a prescindere.

Red Dead per me è stato il gioco migliore dell'anno scorso.

wallyci ha detto...

L'ho finito ieri sera, non ho potuto staccarmi dalla ps finché non l'ho finito. Ne sono rimasta sorpresa perché avevo provato a giocare il primo e non mi aveva preso per niente.
Cmq a me è piaciuto anche assassin's creed (II e III, il primo una palla mostruosa). Invece @p!o accenna a red dead e, se posso dirlo, è il più bel gioco che abbia mai provato. Ti immergi in un mondo che diventa la tua casa. Quando l'ho finito ho sofferto di nostalgia per parecchi giorni.

(bella recensione, approvo tutto tranne assassin's creed)

Avion ha detto...

Non ho mai giocato al primo, ma comprai la PS3 in bundle con il secondo. Quest'ultimo non l'ho ancora finito perché si è messo di traverso battlefield 3.

Avion ha detto...

Però un difetto lo ha: capita più volte di non capire cosa devi fare o dove devi andare, col risultato di uccidere il ritmo dell'azione mentre ti aggiri a vuoto. L'eventuale suggerimento ci mette troppo ad arrivare.

BrunoB ha detto...

A me è piaciuto molto il sistema di combattimento di Arkham Asylum, l'ho trovato uno dei migliori che siano stati ideati negli ultimi tempi, ma non sei il primo che lo critica. In Arkham City è cambiato così tanto? E quello di Uncharted 3 com'è?

Manuele ha detto...

Qunado ci parlerai di Metal Gear Solid??? Hai ottimi gusti per i videogiochi, ma se non giochi al migliore...i discorsi stanno a zero. è come essere un appassionato di calcio, e non aver mai visto giocare il Barcellona...

Stefano ha detto...

Appena finisco quel capolavoro di demon Soul che ho colpevolmente preso in ritardo di anni, penso che questo sarà il mio prossimo acquisto.

Pinocuozzo ha detto...

Rrobè, sai cosa penso di Uncharted... fossero stati tutti così i giochi in questa generazione un po apatica...

Fabiano Zaino ha detto...

Bho, a me sti giochi sembrano sempre la solita minestra riscaldata dai tempi del primo TR. Certo, migliore grafica, migliori movimenti, migliori combattimenti ma la formula è sempre quella...non che altri siano diversi ma per trovare qualcosa di davvero creativo, adesso si deve guardare alle produzione indie, il resto è roba fotocopiata ma più bella.

redman ha detto...

Periodo super succulento con uscite a detta di molti imperdibili.
Avendo una xbox360 ieri sono stato preso da smania incontrollata per l'uscita di Skyrim;probabilmente dovuta al fatto che ho iniziato da poco New Vegas.
Uncharted 3 pare brillare tra le chicche di Novembre ma all'orizzonte anche un certo Link fa capolino.
Su tutti comunque regna sempre un problema:il Tempo.