13.11.11

[SUNDAY ARTS] La XXV° Ora

Pochi giorni fa ho postato QUESTA, una delle due storie libere, pubblicate sui settimanali Eura, che fecero da base a John Doe. Visto che qualcuno lo ha chiesto, eccovi la seconda storia.
I disegni sono un ibrido abbastanza mal riuscito tra varie cose diverse, ma le soluzioni di alcune vignette e la scansione narrativa non mi dispiacciono. La storia, in maniera abbastanza ovvia, ancora mi piace.
Ah, l'ultima tavola è un furto bello e buono, vediamo se qualcuno riconosce da cosa.




 CONTINUA DOPO IL SALTO.












12 commenti:

ciro ha detto...

Preacher?

Hanuman ha detto...

O quello o il finale del ciclo di Hellblazer di Ennis, direi...

RRobe ha detto...

Bravo Ciro.

rae ha detto...

un fatto bizzarro: io non ho mai letto hellblazer (non in manier omogenea). ma il primo pensiero è corso a John Costantine. ho associato all'autore, prima che all'opera.

Slum King ha detto...

Bella ai tempi e bella tutt'ora!

Alessandro Depi ha detto...

Ciao Roberto,posso darti del tu?
Ti faccio i complimenti per le queste due storie(bello vedere le "basi "di jd) e la sindrome di alamo(la mia preferita)!
Volevo chiederti se potessi passare dal mio blog e darmi qualche consiglio o critica(con star wars sono arrivato tardi)mi farebbe davvero piacere.
Ti ringrazio in anticipo.
Ah...per caso ho trovato machine 3 su un vecchio experiment,i disegni sono di leomacs?

il Dave ha detto...

Bella bella bella!
Certo che con basi così proprio non poteva nascere qualcosa di sbagliato.

Puck ha detto...

Ah... pagina 9 non te la rido indietro nemmeno se mi paghi!

Mirko ha detto...

Yeah!

rae ha detto...

btw, guarda che il "dopo il salto" è sminchiato e si vedon subito tutte le tavole.

RRobe ha detto...

Sistemato. Grazie.

Viviana Boccionero ha detto...

Sono una ragazza semplice, RRoby. Del resto, sono solo una convenzione umana... Uno stereotipo.