7.2.12

Hesher è stato qui -la recensione-


Due delle cose che scatenano con maggiore violenza la mia antipatia sono il genere di film che spopolano al Sundance Film Festival e la musica indie.
E, generalmente, le due cose vanno a braccetto.
Non è il caso di questo Hescher è stato qui.
Che è sì un fottuto film da Sundance... ma che, perlomeno, vanta nella colonna sonora i Metallica e i Motorhead.
E poi c'è un fantastico Joseph Gordon-Levitt, una sempre bella e brava (poco importa quanto cerchino di conciarla da squallida hipsterina) Natalie Portman, oltre a Piper Laurie, Rainn Wilson e al bravissimo Devin Brochu, che sembra una versione marcia del Macaulay Culkin degli anni d'oro.
Lo script è buono (pur non sottraendosi a tutta una serie di stereotipi del genere) e dice qualcosa di più rispetto alla solita supponente vuotezza dei film indipendenti e anche regia e fotografia sono accettabili, nonostante si appiattiscano nella solita estetica da Loma-Hipstamatic.
In sostanza, un film piccolo ma abbastanza sincero e, a tratti, piacevolmente rabbioso.


9 commenti:

Efesto ha detto...

A proposito di fottuto film da sundance film festival, penso che questo rappresenti il concetto:

http://www.youtube.com/watch?v=rylS-X0s-KM

Tito Faraci ha detto...

Ma non è lo stesso regista di I love Sarah Jane? (Che ho conosciuto grazie a te.) Quello era un piccolo capolavoro.

Sull'indie, almeno musicalmente, sei troppo cattivo. Incattivito. È che ha un pubblico spesso peggiore di quanto meriterebbe. Ma era così anche per il metal, un tempo.

Slevin93 ha detto...

Che poi almeno dal trailer Levitt mi sembra il sosia di Steve Aoki

Officina Infernale ha detto...

...visto tempo fa mi è piaciuto, ma mi ha dato un senso di incompiuto o di bersaglio non centrato pienamente...

Avion ha detto...

Natalie Portman con gli occhialoni mi fa più sesso del solito.

Smerdjakov ha detto...

meglio questi http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Floltreuomo.blogspot.com%2F2011%2F10%2Fcapolavori-del-cinema-italiano.html&h=PAQF6yBSyAQFfn_gMqTPn0w_k3BoWemqgKfQi4YyTqZ7atg

Macphisto ha detto...

Qualcuno sa spiegarmi perchè lo spacciano per un film su Cliff Burton? Basta il logo stile Metallica e una mezza dichiarazione del protagonista per far scrivere qualsiasi cosa sui giornali? O lo è davvero?

Officina Infernale ha detto...

nessun cliff burton è stato usato o maltrattato, a parte un accenno di anesthesia pulling teeth e il rickenbacker bianco rosso in una scena nel garage,,,

chinaski71 ha detto...

Visto ieri, speravo meglio. La parte finale, con il discorsetto motivazionale del protagonista che per incanto aggiusta la vita altrui, è insopportabile. E' falsa, è retorica. Nella vita reale enon funziona così.